IN EVIDENZA

Le fatiche di Autolico – Una sfida degna del suo nome!

Autolico – Un semidio che vi farà sentire la difficoltà di essere un Eroe.

Un libro che non è un libro

Qualcosa come 15 anni fa, in una polverosa quanto vecchia biblioteca, scoprii per caso un librogame. Non conoscevo la categoria, ne come si leggesse, e il me di dodici anni, in mancanza di una console con cui trastullarmi tutto il giorno, si interessò già solo all’idea di fondere un romanzo, ad un vero e proprio gioco di ruolo.

Sfogliando le pagine iniziali, con il regolamento alla lettura, e la griglia del “fato” in fondo al libro, me ne innamorai immediatamente. In due ore lo finii e rimasi cosi entusiasta del gioco in se che subito ne ordinai i successivi tre volumi. Da li fu un escalation costante fino al completamento della saga. Giocata e rigiocata innumerevoli volte.

Ho portato questa mia testimonianza, per farvi comprendere che un librogame, non è un semplice romanzo da poltrona, dove passi qualche ora spensierato, ma è un vero e proprio gioco, paragonabile, ad un qualsiasi odierno GDR, e come tale vi dovrete armare di pazienza, matita e dadi perchè non sarà affatto facile.

Eroi non si nasce

le fatiche di autolico

Ma veniamo al libro, Le Fatiche di Autolico: siamo nella Magna Grecia. Per la precisione, si parte in Tessaglia e Autolico, figlio Di Ermes, come tutti gli eroi si sta allena… proprio no, dorme! Eh si, il nostro protagonista ci viene infatti presentato come uno sfaticato, uno svogliato, un lavativo insomma. Il padre lo rimprovera e gli dice di dover affrontare delle sfide, fatiche le chiama. Da li, saltando di paragrafo in paragrafo, dovrete sconfiggere mostri, salvare pulzelle e interagire con i più potenti Re e Dei della mitologia ellenica, attraverso un percorso di redenzione, evoluzione e infine di maturità che porterà il nullafacente Autolico a diventare una vera leggenda dell’allora mondo conosciuto.

Gameplay e Meccaniche

Tutti i librigame che ho letto finora, utilizzano sempre la stessa meccanica di gioco: arrivi ad un punto A, leggi il testo che ti porta alla decisione di  andare al paragrafo “x” o al paragrafo “y”, in una serie molto lunga di scelte che ti sviluppano la storia.

Quindi la vera differenza, tra un librogame e un altro, oltre che nella trama, sta nello sviluppare i combattimenti e nell’utilizzare vari “trick” che possano renderli variegati fra loro.

Le fatiche di autolico

Ne Le Fatiche di Autolico, questa componente è presente. Spesso ti ritroverai a decidere quale percorso sia meglio affrontare in base all’equipaggiamento che ti sei comprato nel mercato della cittadina, oppure combattere i vari mostri in base a delle caratteristiche innovative come l’astuzia, le ninfe o il salvataggio di Ermes.

Il combattimento e il superamento delle prove, è gestito dal fattore fortuna( due dadi a sei facce) e dalle caratteristiche del personaggio che potranno incrementare o diminuire nel corso dell’avventura. “L’astuzia” determina inoltre l’iniziativa dell’attaccante e può essere spesa come jolly per avere un bonus al tiro dei dadi.

Interessante, è anche l’approccio alla vitalità del personaggio che diversamente dai soliti punti vita utilizza alcuni “stati” come “sano” o “stremato” per indicare la salute di Autolico. Molto bello è inoltre lo spostamento su mappa. Infatti per accedere a determinate aree bisognerà attraversare specifici checkpoint che sbloccheranno di volta in volta percorsi alternativi e missioni secondarie.

Conclusioni

Se vi aspettate, un libro snello e fluido allora Le Fatiche di Autolico, non fa per voi. Le descrizioni, sono ricche, corpose e piene di dettagli(forse troppi). E se nella prima ora, lo vedi come un punto di forza, dopo la terza e la quarta inizia a diventare davvero pesante.

Avanzare di paragrafo in paragrafo, è una vera e propria sfida non adatta a tutti. Io stesso che mi reputo un veterano in quest’ambiente ho dovuto iniziare la storia più volte. Davvero c’è poco margine di errore, ma si sa la via per l’olimpo è costellata di difficoltà e i più esperti adoreranno questo tuffo nell’antica grecia.

Ricordate che non sempre l’uso della forza è la soluzione migliore e spesso dovrete ricorrere a tutta la vostra “astuzia” per superare le insormontabili Fatiche di Autolico.

Le fatiche di autolico

Gli autori del librogame sono Mauro Longo(grande autore italiano di librigame) e Francesco Di Lazzaro(fondatore di Librogame’s land). Due nomi blasonati in rete che, con quest’opera edita da Edizioni Librarsi, ci regalano l’inizio di una saga a tratti avvincente ed emozionante.

Restate con Nerdpool.it per le prossime recensioni in arrivo.

Scrivi qui il tuo commento...