IN EVIDENZA

Watchmen: Lindelof non farà una seconda stagione

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Dopo il finale di stagione di Watchmen andato in onda con la non puntata intitolata “See How The Fly“, lo sceneggiatore Damon Lindelof aveva definito lo show “antalogico” e voleva prendersi una pausa fino a marzo per riflettere con HBO di una probabile seconda stagione. Ora però lo showrunner ha spento le speranze dei fan.

Appena un giorno fa, l’executive della HBO Casey Bloys spiegava che la decisione di una stagione 2 di Watchmen era interamente nelle mani dello showrunner Damon Lindelof che poteva continuare la storia se lo avesse ritenuto opportuno.

USA Today ha quindi contattato Damon Lindelof per avere informazioni sulla seconda stagione di Watchmen dopo il commento di Casey Bloys sulla sua decisione. Ecco le parole di Lindelof:

Ho raccontato la storia che voleva raccontare e non ha alcun interesse in una seconda stagione, anche se ho “dato la mia benedizione” alla HBO se volesse perseguire una nuova atagionw con un altro scrittore-produttore.

Poco dopo Casey Bloys ha dichiarato che Watchmen senza Lindelof è improbabile perché “sarebbe difficile immaginare di farlo senza coinvolgere in qualche modo Damon”. Le possibilità che Lindelof facesse una seconda stagione è sempre stata difficile, cosa che Bloys chiarì ai fan subito dopo la fine della prima stagione:

Se lui ha un’idea che lo entusiasma, allora io sono entusiasta. Se volesse fare qualcos’altro, allora è quello che voglio fare io… L’unica cosa su cui Damon è stato chiaro è che non vede una continuazione di questa storia…


Insomma, al momento una seconda stagione di Watchmen sembra molto lontana, ma come sappiamo, tutto può ancora accadere.

Come potete vedere qui sotto, Lindelof settimane fa sembrava più possibilista per eventuali nuove stagioni:

In questo momento lo spazio in cui si trova HBO e in cui mi trovo io è che ci stiamo ponendo la domanda, dovrebbe esserci un’altra stagione di Watchmen? E se ci fosse un’altra stagione, come sarebbe? Non sto dicendo che non voglio farlo, o che non dovrebbe esistere. Sto solo dicendo: ‘Allora, ogni idea che avevo è stata affrontata in questa stagione.’. Ho intenzione di drizzare la mia antenna, vedere se riceve qualcosa, qualche idea. Se non riceve nulla in un periodo di tempo ragionevole, e diciamo che per tempo ragionevole intendo un paio di mesi tra gennaio e febbraio… forse marzo, passeremo molto probabilmente alla domanda successiva, vale a dire: ‘Se non io, chi?’ Perché in realtà sono d’accordo con la HBO sul fatto che questa serie dovrebbe proseguire.

Forse continuerà tra un anno o due, forse continuerà tra quattro anni, ma voglio vedere più Watchmen. Ho sempre detto loro, vedo Watchmen come Fargo, come True Detective. Erano show antologici, ma ogni stagione aveva un design con un inizio, una metà e una fine che permettevano alle stagioni successive di presentare personaggi completamente diversi o addirittura di essere ambientati in periodi di tempo completamente diversi. Ecco perché penso che HBO la stia definendo una serie in corso. Non ho detto loro: ‘Ragazzi, saranno nove episodi, e sarà come Chernobyl, e quindi alla fine dovremo semplicemente andarcene.’ Per ora però non posso dire altro.

Penso che ci debba essere spazio per conversazioni private e personali tra me e la HBO. La mia ipotesi è che alcune di queste conversazioni inizieranno questa settimana e probabilmente non le condividerò con la stampa. Non credo sia appropriato farlo. Ma in questo momento posso assicurarvi che ciò che sto dicendo a voi l’ho già detto alla HBO, e viceversa.

Lindelof aveva poi concluso dicendo:

Lindelof ha detto anche che per lui il finale della prima stagione non contiene cliffangher:

Non penso che il finale della prima stagione sia un cliffhanger. Qualcuno però potrebbe pensare il contrario. Sarei davvero felice di discuterne.

L’orgoglio di Lindelof

Al termine della nona ed ultima puntata di Watchmen, Deadline ha pubblicato un’intervista con Damon Lindelof, in cui lo sceneggiatore si è detto orgoglioso soprattutto di una cosa:

La cosa di cui sono più orgoglioso è la discussione che si sta creando intorno alla serieNoi vogliamo semplicemente raccontare questa storia, e il nostro intento andando avanti è sempre più evidente. Perciò tutto questo parlare dello show, anche da parte di chi non è una grande fan, è davvero fantastico.

Lindelof si è poi chiesto se Watchmen avesse espresso tutto il suo potenziale in questa splendida stagione:

Adoro questa serie essendone uno dei creatori, ma devo anche riconoscere che non è tutto ciò che sarebbe potuta essere. In questo momento non saprei dire se avremmo potuto fare di meglio. Noi ce l’abbiamo messa tutta. A volte quando provi un grande swing rischi di mancare la palla, e questo può certamente accadere, ma in questo momento non riesco ancora ad analizzarla con precisione.

Watchmen per la critica è tra le migliori serie tv degli ultimi anni, voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Qui sotto trovate la nostra recensione NO Spoiler del primo episodio:

Sinossi Watchmen 1×01: “It’s Summer and I’m Running Out of Ice

In un’America alternativa dove la polizia nasconde la propria identità dietro le maschere per proteggersi da un’organizzazione terroristica; la detective Angela Abar (Regina King) indaga sul tentato omicidio di un collega ufficiale sotto la guida dell’amica e capo Judd Crawford (Don Johnson) Nel frattempo, Lord of a Country Estate (Jeremy Irons) riceve un regalo di anniversario dai suoi fedeli servitori. Scritto da Damon Lindelof; diretto da Nicole Kassell.

La programmazione italiana è partita dal 21 ottobre in v.o., alle 3.00 e alle 21.15 su Sky Atlantic e in streaming su NOW TV. Dal 28 ottobre, alle 21:15 ci sarà l’episodio della settimana precedente doppiata in italiano. Mentre continuerà la contemporaneità con gli Stati Uniti nella notte tra la domenica e il lunedì. Ecco com’è stata presentata Watchmen da Sky:

Dopo Lost e The Leftovers, in contemporanea con gli Stati Uniti e in esclusiva per l’Italia arriva su Sky e NOW TV la nuova e attesissima serie HBO creata da Damon Lindelof; trasposizione dell’acclamata graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons. Ambientata in un mondo alternativo in cui i supereroi sono considerati dei fuorilegge, la serie trae ispirazione dalle vicende narrate nel fumetto. Nel cast Jeremy Irons, Regina King e Tim Blake Nelson; insieme a Lily Rose Smith, Yahya Abdul-Mateen II, Andrew Howard, Dylan Schombing, Adelaide Clemens, Frances Fisher, Louis Gossett Jr. e Don Johnson.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo DC Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...