PUBBLICITÀspot_imgspot_img

The Surge 2: recensione del DLC The Kraken

Pur non portando chissà quali stravolgimenti o migliorie alla struttura ludica del titolo base, The Kraken si è rivelato un contenuto più interessante del previsto grazie ad uno stile sopra le righe, equipaggiamenti di ogni tipo e intensi combattimenti. L’unica nota dolente è data dall’eccessiva brevità dell’esperienza, della durata di una manciata di ore. Tuttavia, se fate parte di quei giocatori che hanno apprezzato The Surge 2 e desiderate tornare in questo mondo distopico allora il DLC in questione potrebbe essere un contenuto degno della vostra attenzione.

Deck 13 continua il supporto a The Surge 2 con una nuova questline degna di attenzioni. Liberate il Kraken!

Qualche giorno fa è stato rilasciato The Kraken, il terzo e ultimo DLC dedicato a The Surge 2, l’action RPG hardcore firmato Deck 13. A differenza dei precedenti add-on – che si limitavano ad aggiungere nuovi equipaggiamenti – The Kraken arricchisce l’esperienza di gioco attraverso una nuova storyline ambientata in una zona inedita.

Per potervi accedere sarà necessario sconfiggere il Generale Ezra-Shields, in modo tale da scatenare un cambiamento del mondo di gioco. Successivamente non dovrete far altro che tornare al bar Cloud 9, dove il maggiordomo H.A.R.O.L.D. vi comunicherà una richiesta d’aiuto proveniente da una portaerei. A questo punto il vostro obiettivo sarà quello di tornare a Port Nixon tuttavia, date le condizioni in cui versa Jericho City, dovrete passare attraverso i sotterranei della città. Infine, per poter iniziare questa nuova avventura, non dovrete fare altro che salire su un’imbarcazione che troverete nel porto.

Nuove sfide sulla V.B.S. Krakow

Come avrete intuito, The Kraken è ambientato sulla portaerei in disarmo V.B.S. Krakow, convertita per qualche strana ragione in una città. Ciò che più colpisce una volta giunti sul luogo è quel look da “sogno americano” in cui ciascun abitante possiede un’invidiabile abitazione con giardino e conduce una vita tranquilla e spensierata. Parole che in realtà non si sposano molto bene con l’immaginario distopico offerto da The Surge 2 e infatti, ad attendervi, ci saranno soltanto guai. Senza sbilanciarci troppo sui dettagli relativi alla trama, sappiate che dovrete aiutare i (pochi) sopravvissuti della cittadina nell’eliminazione dell’ennesima intelligenza artificiale impazzita…un Kraken. Il vostro obiettivo sarà dunque quello di arrivare alla torre di controllo per disattivare l’intelligenza artificiale ma, come c’era da aspettarsi, le cose saranno tutt’altro che facili e troverete una nutrita schiera di cyber-pirati pronti a farvi a pezzetti.

Ad ogni modo, possiamo dire che nelle circa due ore che abbiamo impiegato per completare il contenuto aggiuntivo (senza considerare le attività secondarie), ci siamo divertiti parecchio. La nuova zona, pur non offrendo un level design particolarmente articolato ci è piaciuta per via dello stile anni ’80, mentre i nemici si sono rivelati più agguerriti che mai. Interessanti anche i due boss presenti, con una menzione speciale per quello finale: pur non essendo particolarmente ostico, ci ha colpito positivamente per la sua originalità.

IL NOSTRO VOTO

Pur non portando chissà quali stravolgimenti o migliorie alla struttura ludica del titolo base, The Kraken si è rivelato un contenuto più interessante del previsto grazie ad uno stile sopra le righe, equipaggiamenti di ogni tipo e intensi combattimenti. L’unica nota dolente è data dall’eccessiva brevità dell’esperienza, della durata di una manciata di ore. Tuttavia, se fate parte di quei giocatori che hanno apprezzato The Surge 2 e desiderate tornare in questo mondo distopico allora il DLC in questione potrebbe essere un contenuto degno della vostra attenzione.
Gameplay
8.0
Longevità
6.0

ARGOMENTI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Gli Uomini della Settimana 1 – Recensione

È possibile rimanere ogni volta a bocca aperta quando si legge un'opera di Alessandro...

Dylan Dog 418 Bis: Qwertyngton – Recensione

In occasione dei festeggiamenti per gli 80 anni di Sergio Bonelli Editore, la casa...

The Suicide Squad: Missione Suicida, la recensione del film di James Gunn

Non è una recensione facile da scrivere questa, lo ammetto. Ieri sera, uscendo dalla...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

Gli Uomini della Settimana 1 – Recensione

È possibile rimanere ogni volta a bocca aperta quando si legge un'opera di Alessandro Bilotta? A quanto pare sì! A fine giugno è uscito...

Dylan Dog 418 Bis: Qwertyngton – Recensione

In occasione dei festeggiamenti per gli 80 anni di Sergio Bonelli Editore, la casa editrice milanese ha deciso di proporre un albo extra per...

The Suicide Squad: Missione Suicida, la recensione del film di James Gunn

Non è una recensione facile da scrivere questa, lo ammetto. Ieri sera, uscendo dalla sala dopo aver assistito all'anteprima stampa di The Suicide Squad:...

Mujirushi: Il Segno dei Sogni – Recensione

Ogni volta che esce una nuova opera di Naoki Urasawa, che sia breve o lunga, è sempre un momento di festa (almeno per me)....
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img