Evil: “Semplicità e genio”

Una trama che ti accompagna pian piano nei meandri del sovrannaturale, nella ricerca di una logica nascosta e nelle contrapposizioni delle diverse spiritualità.
Attraverso le investigazioni di un trio ben assortito, chiamato a valutare possibili casi di possessione.

Serie CBS che spazia dal Dramma al Thriller per approdare al Sovrannaturale.
Cosa colpisce nella trama abbastanza semplice e lineare di questa prima stagione (appena terminata)?
Quali sono i fattori che ti spingono a seguire ed apprezzare questo prodotto?
Sicuramente tra i vari ingredienti possiamo trovare il valore aggiunto, che porta il nome di Michael Emerson.
Lo ricorderete tutti voi appassionati di serie, nei ruoli di Benjamin Linus e del miliardario Harold Finch, rispettivamente nelle serie televisive Lost e Person of Interest.

Gli attori di Evil in posa

Non è solamente lui a destare interesse in questa serie, ma anche un bel mix di personaggi scritti con cura di contraddizioni personali, di distinzioni e contrasti interpersonali.
Per non parlare poi della curata unione di personalità con convinzioni salde e ferree che, trovandosi a lavorare in team giorno dopo giorno, si ritrovano con le loro salde idee sempre più titubanti e messe in dubbio dai fatti che avvengono durante lo svolgimento degli eventi.
Infine una cosa mi ha spinto a continuare questa serie, la perenne curiosità e ricerca di risposte che gli ingredienti di cui sopra hanno instillato nella mia mente.

Official trailer, fonte YouTube

TRAMA

La trama in fin dei conti è, come vi dicevo, semplice. Abbiamo:

  • una psicologa forense, ex alpinista e madre di quattro bambine;
  • un ex giornalista che studia per diventare prete;
  • ed un tecnico ateo, attaccato alla logica della scienza.

I tre collaborano per indagare ed identificare sospetti casi di possessione.

Ben presto tutti scopriranno, a loro spese, che a volte il lavoro ti segue in casa, ed in questo caso quel lavoro ti porta a confrontarti con eventi che non fanno parte della realtà nella quale viviamo.

Insomma, volete provare le brezza di passare la notte con le luci accese, le crisi esistenziali e i sobbalzi ad ogni minino rumore?
Allora Evil è l’input perfetto che vi permetterà di dire: “Sì… anche io conosco l’angosciante abbraccio delle tenebre.”

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti su Evil.

Scrivi qui il tuo commento...