IN EVIDENZA

Playstation 5: brevettata IA che spinge alle microtransazioni?

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,464FansMi piace
1,560FollowerSegui
191FollowerSegui

Un brevetto depositato dalla casa giapponese fa pensare ad un certo tipo di utilizzo per una IA di supporto ai giocatori.

In attesa del vero e proprio reveal di Playstation 5, che dopo l’apertura del sito ufficiale sembra essere più vicino, Sony continua a far parlare di se e della sua nuova “creatura” grazie ad un brevetto depositato dalla stessa compagnia, che fa riferimento alla già vociferata IA di supporto per i giocatori.

Playstation 5

A quanto pare tra le feature di questo “assistente vocale” per i giocatori Playstation 5 controllato da IA risalta la possibilità che la stessa intelligenza artificiale possa spingere i giocatori a servirsi delle microtransazioni, qualora ce ne fossero, per superare una determinata sessione di gioco particolarmente ostica, suggerendo di volta in volta cosa comprare per “sbloccarsi”.

Ovviamente c’è da dire, e da sperare, che questa sia solo “l’ultima spiaggia” da prendere in considerazione per la suddetta IA, che di fatto è molto più complessa e offre molto di più: essa dovrebbe infatti interfacciarsi con le informazioni sul web e quelle di altri giocatori per fornire supporto a chi richiede aiuto per superare livelli o sezioni problematiche nei giochi.

Advertising

L’idea di base non sarebbe malvagia, resta da vedere se poi le software house non decidano di creare sezioni di gioco volutamente più difficili del normale, apposta per fare in modo che la suddetta IA spinga i giocatori a spendere soldi per superare tali sezioni, ma qui ci si addentra fin troppo nel campo delle speculazioni e del complottismo gratuito.

Va poi ricordato come sempre che i brevetti depositati non trovano poi necessariamente applicazione pratica in seguito, quindi tale eventualità può essere considerata un semplice rumor o comunque solo una possibilità.

Inoltre Sony non sarebbe la prima a studiare metodi per spingere i giocatori a spendere soldi in microtransazioni, già in passato Activision provò a depositare un brevetto in tal senso, seppur meno elaborato e senza l’utilizzo di IA.

Continuate a seguirci su Nerdpool per rimanere aggiornati sui vostri argomenti preferiti.

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,464FansMi piace
1,560FollowerSegui
191FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...