IN EVIDENZA

I Am Not Okay With This: La recensione no spoiler

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
205FollowerSegui

Uscita su Netflix il 26 febbraio, I Am Not Okay With This sembra essere la serie del momento e tutti ne parlano. Dato che la prima stagione è composta solo da 7 episodi molto brevi rispetto ai formati Netflix (variano dai 20 ai 27 minuti), molti utenti l’hanno binge watchata -me compresa- e non vedono l’ora di sapere se uscirà una seconda stagione. Come mai I Am Not Okay With This sta facendo parlare di sè così tanto? Scopriamolo in questa recensione no spoiler!

Trama:

La serie, creata da Jonathan Entwistle (regista di The End of the F***ing World) e dai produttori di Stranger Things, è tratta dal romanzo grafico di Charles Forsman.

Vengono seguite le vicende di Sydney, un’adolescente che frequenta il liceo ed è alle prese con le prime esperienze amorose e un passato doloroso. Vive infatti con la madre, spesso assente per via del lavoro, e il fratello più piccolo, per cui prova molto affetto.
Sembrerebbe una normale diciassettenne -lei stessa si definisce tale- ma un giorno qualcosa di strano scaturisce in lei e capisce di avere dei misteriosi super poteri che non riesce a controllare.

Cast:

Uno dei punti di forza della serie è il fatto che ruota attorno a pochi personaggi e tutti ben caratterizzati, a partire da Sydney, la protagonista (Sophia Lillis). Chiamata da tutti Syd, è una diciassettenne che spesso è scontrosa, soprattutto con la madre, e molto introversa. Le è stato chiesto di scrivere un diario in cui racconta tutte le sue emozioni ed esperienze in modo da vivere più serenamente… scoprirete che risultato porterà ciò vedendo la serie.

La migliore -e unica- amica di Syd è Dina (Sofia Bryant), una ragazza di colore che si è trasferità in città nel suo stesso periodo e con cui ha legato molto. Lei è molto più estroversa di Sydney e la inciterà sempre ad aprirsi di più ed essere più allegra.

Il terzo personaggio essenziale per la serie è Stanley (Wyatt Oleff), il vicino di casa di Syd con cui inizia una amicizia particolare. È un ragazzo parecchio strano, con una vita familiare complessa e che cercherà in tutti i modi di aiutare Syd.

Altri personaggi importanti per la trama sono la madre e il fratello di Sydney (Kathleen Rose Perkins e Aidan Wojtak-Hissong).

Risultato immagini per i am not okay with this

La mia opinione:

Non avevo grandi aspettative per I Am Not Okay With This, pensavo fosse un prodotto “confezionato” Netflix come mille altri. Guardandola, invece, mi sono completamente ricreduta; è infatti una serie originale, i personaggi sono ben caratterizati nonostante siano molto giovani (la protagonista è 2002) e il finale non è prevedibile -al contrario, sono rimasta a bocca aperta!-.

Un altro punto a favore è la lunghezza degli episodi; dato che sono molto brevi è quasi naturale guardarne uno dopo l’altro e non ci si accorge nemmeno di essere arrivati alla fine.

Ho trovato molto interessante anche come l’inizio di ogni episodio fosse collegato al finale, in modo da suscitare la curiosità dello spettatore che fin dal principio è a conoscenza di un tassello del puzzle, che vedrà completo solo alla fine.

Se devo trovare un punto negativo, avrei preferito che venisse approfondito di più il passato di Sydney in modo da poter capire meglio la sua situazione presente.

Conclusione:

Consiglio pienamente I Am Not Okay With This, soprattutto se volete una serie veloce e disimpegnata da vedere in una giornata di noia. Il finale preannuncia una seconda stagione quindi spero che, dato il successo che sta ricevendo, verrà rinnovata da Netflix.

Trailer:

Ora che avete letto questa recensione, vi siete convinti a vedere I Am Not Okay With This? Ditecelo con un commento!

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
205FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI