IN EVIDENZA

Avatar: causa coronavirus, la produzione dei sequel è stata interrotta

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,443FansMi piace
1,560FollowerSegui
193FollowerSegui

La produzione di Avatar ci comunica che ha sospeso le riprese dei sequel del film di James Cameron.

La dichiarazione

Il produttore Jon Landau ha detto al Nuova Zelanda Herald.

“abbiamo ritardato. Avevamo intenzione di andare venerdì notte con un gruppo di persone e ricominciare da capo, ma abbiamo deciso di aspettare e continuare a lavorare da Los Angeles. Partiremo un po’più tardi di quanto avevamo programmato”

Aggiungendo che:

“se ti dicessi che sapremo qualcosa in due settimane mentirei. Potrei non sbagliarmi, anche un orologio rotto due volte al giorno segna la giusta ora . Ma mentirei perché non so… siamo nel bel mezzo di una crisi globale e non si tratta dell’industria cinematografica. Credo che tutti dobbiamo fare tutto quello che possiamo, come diciamo qui, per appiattire la curva di contagio del coronavirus.

Advertising

Weta continuerà a lavorare sugli effetti visivi.

La società di produzione di Cameron e Landau Lightstorm Entertainment ha lavorato su quattro sequel di Avatar a mega budget, con Avatar 2 e 3 che originariamente dovevano terminare le riprese di questa primavera.

Avatar 2

Come sappiamo all’inizio di quest’anno, avevano annunciato anche le date di uscita per ogni film (ne abbiamo parlato qui):

Il primo sequel, Avatar 2, sarebbe dovuto uscire il 17 dicembre 2021, mentre Avatar 3 era previsto per dicembre 2023, Avatar 4 poi a dicembre 2025 e Avatar 5 in fine a dicembre 2027.

Avatar 2009 è il secondo film con il maggior incasso di tutti i tempi con 2,79 miliardi di dollari.

In conclusione

A partire da martedì, la Nuova Zelanda., aveva registrato 12 casi confermati di coronavirus. Il paese si è mosso rapidamente, richiedendo a tutti i nuovi arrivati nel paese di mettersi in quarantena per 14 giorni.

La produzione cinematografica e televisiva mondiale ha chiuso in risposta all’epidemia. Come sappiamo le principali produzioni sono in pausa negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Europa e in Asia.

Come sappiamo le date di uscita primaverili dei principali film le hanno rimandate. Sappiamo inoltre che anche la AMC chiude i teatri negli Stati Uniti per almeno 6-12 settimane.

Advertising
FONTE:Deadline

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,443FansMi piace
1,560FollowerSegui
193FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...