IN EVIDENZA

Marvel: pensate di conoscere TASKMASTER?

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
191FollowerSegui

Tra i più famosi eroi e criminali dell’Universo Marvel, ci sono tantissimi personaggi malvagi che spesso agiscono nell’ombra. Sono soprattutto mercenari; persone che cercano di trarre profitto da ogni situazione. Tra questi, non possiamo non nominare Taskmaster!

Cerchiamo di fare un passo indietro e di ripercorrere alcuni momenti salienti della sua vita e carriera criminale!

SAPEVATE CHE TASKMASTER AVEVA UN DEBOLE PER I CIRCHI E LE FESTE IN MASCHERA?

Dopo aver fatto la sua prima comparsa in grande stile su Avengers (1963) #196, Taskmaster iniziò ad avere una serie di apprendisti e decise che un parco giochi sarebbe stato la vetrina perfetta per farli entrare in azione. Ma perché, vi chiederete.

Il primo errore del mercenario fu di prendere il controllo del luogo in cui Occhio di Falco aveva passato parte della sua vita, cosa che portò alla reazione dell’arciere su Avengers (1963) #223, con la collaborazione di Ant-Man. Taskmaster fu costretto a fuggire e a pensare a un nuovo piano.

Ma non aveva imparato la lezione. Passando direttamente a The Thing (1983) #26, lo ritroviamo di nuovo alle prese con circhi e luna park! Ma perché? Comunque, Ben Grimm e Vance Astovik lo sconfissero, riuscendo anche a catturarlo!

In realtà, fu proprio l’incarcerazione che lo portò ad addestrare U.S. Agent per il governo americano su Captain America (1968) #334. La continuity era piuttosto confusa ai tempi!

SAPEVATE CHE TASKMASTER HA CREATO LA PROPRIA SQUADRA DI MANIACI DELLA MARVEL?

In realtà, fu una squadra di poco conto, con personaggi di basso livello. Tutto acquistò significato su Amazing Spider-Man (1963) #367, in cui Spider-Man si unì a Solo per combattere il Teschio Rosso, ma finendo per scontrarsi con Taskmaster e i suoi tre alleati / studenti: Death Shield, Jagged Bow e Blood Spider. Ovviamente, il destino dello scontro era già segnato in partenza, ma Tasky riuscì a fuggire, tornando dal suo capo, il grande e cattivo Teschio Rosso.

Molti anni dopo, questo potente trio comparve nuovamente su Venom #37, ma senza fare grandi danni. Forse anche i loro nomi non hanno aiutato molto?

SAPEVATE CHE TASKMASTER NON E’ UN MUTANTE?

Bè, dai, oggi non lo vedete aggirarsi per Krakoa, rifugio per i mutanti, e quindi ci sarà un motivo. Al di là della sua grande abilità nel memorizzare, apprendere e imitare le abilità degli altri eroi di strada, questo mercenario non è per nulla un mutante.

Su Avengers #196, si raccontava che le sue abilità fossero comparse quando era bambino, cosa che portò molti fan della Marvel a pensare che potesse avere geni mutanti. Alla fine si è scoperto che le sue particolarità derivano da una formula nazista che sblocca parti del cervello connesse con la memoria, permettendo a Taskmaster di apprendere letteralmente le mosse di Spidey, di Cap, e di tanti altri eroi.

Nei prossimi mesi, ritroveremo Taskmaster in una nuova serie a fumetti e sul prossimo film del Marvel Cinematic Universe dedicati a Black Widow.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo Marvel Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

Via:Marvel

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
191FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...