IN EVIDENZA

The Walking Dead: per Scott Gimple la serie andrà avanti anche dopo la dodicesima stagione

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,452FansMi piace
1,560FollowerSegui
194FollowerSegui

Nonostante l’addio di numerosi personaggi principali (l’ultima è stata Michonne nell’episodio 10×13) non è ancora arrivato il momento di salutare The Walking Dead. Questo è quello che ha dichiarato Scott Gimple, chief content officer dell’universo ambientato nell’apocalisse zombie di AMC.

Intervistato da The Hollywood ReporterScott Gimple ha detto che non vi è alcune intenzione di concludere The Walking Dead nel corso delle prossime due stagioni. O almeno, per il momento, questo è il piano.

Quando gli è stato chiesto se gli addii di Rick Grimes (Andrew Lincoln) e Michonne (Danai Gurira) possano stare ad indicare un possibile avvicinamento alla fine di The Walking Dead, ha risposto:

non riesco proprio a immaginarlo

Advertising

Per poi, riferendosi alla situazione attuale, aggiungere:

Ma sai, viviamo in tempi molto strani. Mi hai colto in un momento in cui nulla sembra reale, quindi per quel che ne so la prossima settimana potrebbe diventare anche uno show di marionette [scherzando]. Ma andrà bene così. Avremo tutti gli attori che useranno le loro voci originali e muoveranno i burattini dalle loro case.

Nel 2017, Gimple affermò che The Walking Dead potrebbe tranquillamente “continuare all’infinito”. Lo spettacolo principale continuerà come sempre: sostituendo i personaggi uccisi con nuovi sopravvissuti.

Quando poi la serie racconterà tutta la storia narrata nel fumetto (che sia nella stagione 11 o nella 12), The Walking Dead potrà continuare facendo appello alle idee inutilizzate di Robert Kirkman, creatore del fumetto stesso.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi tutti gli aggiornamenti e le curiosità.

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,452FansMi piace
1,560FollowerSegui
194FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...