IN EVIDENZA

Gargoyles, perchè è ancora una delle migliori serie animate Disney: Recensione

Gargoyles
8
La serie animata anni '90 è ancora uno dei prodotti più audaci e ben curati prodotti da Disney.

Gargoyles – Il risveglio degli eroi, una delle serie cult anni ’90, del tutto lontana dai classici canoni Disney ora rimasterizzata è presente nel catalogo della piattaforma streaming Disney+.

Gli anni ’90 sono stati un periodo florido per la Disney. Sul fronte lungometraggi d’animazione ha prodotto alcuni dei film più belli mai realizzati, non per niente questa fase è definita “Rinascimento Disney”. Ma anche sul lato serie animate non è da meno, infatti in quel periodo sono state creati show diventati veri e propri cult, come ad esempio Ducktales e Gargoyles.

Creata da Frank Paur e Greg Weisman la serie animata Gargoyles è lontana anni luce da tutto quello prodotto dalla Disney e forse anche da molti cartoni animati americani del periodo. Ma andiamo con ordine…

ATTENZIONE! L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

Trama

Scozia, anno 994 d.c. A causa di un incantesimo un gruppo di Gargoyles che vivono e proteggono un castello vengono tramutati per sempre in pietra. David Xanatos, miliardario neyorkese venuto a conoscenza della leggenda acquista il castello e lo ricostruire sul suo grattacielo. I Gargoyles si risvegliano nella Manhattan del 1994.

Un prodotto fuori dal comune

Quasi tutto di questa serie è atipico, quasi audace, se paragonato agli altri prodotti Disney. In primis c’è una trama orizzontale, tutti gli episodi sono collegati, a differenza delle altre serie che sono episodiche.

I protagonisti non sono animali antropomorfi dalle linee tondeggianti ma Gargoyles, gargolle in italiano, esseri dalla forza smisurata dotati di artigli ed ali. “Statue di giorno, guerrieri di notte“: il 90% della serie è ambientata in notturna dando un tono decisamente dark alla serie. Particolarità sottolineata dalla New York degli anni ’90, una metropoli sporca e pericolosa dove le rapine sono all’ordine del giorno e la criminalità organizzata è ben radicata. La società americana viene criticata neanche tanto velatamente in più di un episodio; e in più occasioni viene mostrato il sangue, cosa impensabile anche per i prodotti Disney di adesso (qualcuno ha detto MCU?).

Altro dettaglio interessante i numerosi riferimenti ad opere shakespeariane ed alla mitologia anglosassone, dettagli non proprio riconoscibili ad un pubblico di bambini.

I Personaggi

Merito anche della trama orizzontale, i personaggi hanno un carattere ben specifico e nel corso della serie hanno un percorso di crescita e cambiamento. Tra i personaggi più interessanti ci sono i Villains: David Xanatos e Demona. Xanatos è uno degli uomini più ricchi del mondo; è arrogante e pensa di essere al di sopra della legge. Ha un approccio imprenditoriale in tutto quello che fa: nulla è lasciato al caso, ha sempre un secondo fine. Vorrebbe usare i Gargoyles a scopi personali ma quando scopre di non poterli piegare al suo volere non gli resta che cercare di abbatterli. Il miliardario sotto un certo punto di vista ricorda un altro super ricco, Bruce Wayne, solo che Xanatos è più la sua controparte cattiva. Demona, invece, ha da sempre gradito poco la presenza degli umani. Con il tempo la sua irrefrenabile voglia di vendetta ed il suo porsi come “essere superiore” la portano a compiere azioni assurde al limite della pazzia; con il risultato di essere sempre sola.

Scelta coraggiosa per il periodo quella della protagonista femminile, la detective Elisa Maza. Elisa svolge il suo lavoro con passione e dedizione, è coraggiosa, indipendente e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Nota interessante, Elisa è figlia di un veterano della polizia di New York bianco mentre sua madre è di colore.

Una serie da rivedere o da scoprire

Nonostante alcune caratteristiche di questa serie siano un po’ datate, come ovviamente la tecnologia o gli outfit dei personaggi, resta ancora una serie pienamente godibile. Colonna sonora potente, l’intro resta in testa facilmente e l’animazione non ha sbavature. Il character design ricorda un po’ quello delle serie supereroistiche DC e Marvel di quel periodo, Batman: the animated series e Insuperabili X-Men (sempre presente sul catalogo Disney +). Ma i toni dark e la componente action sono stati senza dubbio ripresi dalla serie dell'”uomo pipistrello” e se uniamo i dialoghi curati ed una New York ben ricostruita, l’esperimento disneiano è senza dubbio riuscito.

Questa serie ha un pubblico trasversale: ai bambini i “mostri buoni” e l’azione senza dubbio piaceranno, adolescenti e ventenni invece potrebbero essere attratti da dialoghi e storia interessante. Quello che si apprezza di Gargoyles, con occhio adulto, se paragonato ad altre serie anni ’80 e ’90, è la volontà degli autori di creare qualcosa di bello e interessante il cui fine ultimo non fosse solo vendere giocattoli. Cioè, chiariamoci, ovvio che vendere merchandising e guadagnarci fosse uno degli scopi ma questo non ha impedito di creare una serie che è diventato un vero e proprio cult.

Cosa ne pensate di questa serie? Ditecelo nei commenti e continuate a seguire Nerdpool.it!

Gargoyles
8
La serie animata anni '90 è ancora uno dei prodotti più audaci e ben curati prodotti da Disney.

Scrivi qui il tuo commento...