IN EVIDENZA

Resident Evil Resistance: la recensione dell’online per RE3!

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Capcom ha rilasciato Resident Evil Resistance: la modalità online 4 vs 1 di Resident Evil 3, remake del titolo pubblicato nel lontano 1999

Con la pubblicazione di Resident Evil 3, Remake di Resident Evil 3: Nemesis del 1999, Capcom ha rilasciato una modalità online del titolo. Con Resident Evil Resistance, ci ritroviamo all’interno di un’esperienza multiplayer online 4 vs 1. La modalità in questione, è incentrata su quattro superstiti di un esperimento dell’Umbrella, che tentano di fuggire dalle grinfie del Mastermind.

Affronta i tuoi nemici!

Non farti ostacolare!

Dopo una presentazione iniziale dell’opera tramite una cinematica davvero molto ben accurata, possiamo iniziare ad entrare in azione. Non avendoci mai messo le mani, ci viene consigliato di seguire un tutorial, prima buttarci a capofitto nell’avventura. L’obiettivo del gioco è semplice: uscire dall’edificio prima dello scadere del tempo. Nel caso in cui si interpreta il ruolo del Mastermind, bisogna fare l’inverso ossia, impedire che i superstiti scappino prima dello scadere del tempo.
Si inizierà con il tutorial del Mastermind, dove impareremo che quest’ultimo muove la propria visione onnisciente della mappa, tramite le telecamere. Se ne trova una in ogni stanza e, per ognuna, avremo a disposizione 4 carte. Una volta utilizzata una, ne verrà automaticamente pescata un’altra. Le carte ci consentiranno di far apparire sul terreno gli zombi, le trappole e le creature a nostra disposizione. Una volta selezionata la carta, dovremo decidere dove far apparire l’oggetto da sistemare in maniera tattica. Nel caso in cui non dovessimo essere soddisfatti dalle prestazioni delle nostre creature, possiamo sempre prenderne il controllo. Possiamo liberamente decidere di abbandonarne il controllo quando lo vogliamo e se muore, saremo riportati automaticamente all’ultima telecamera utilizzata. Ogni creatura dispone di due attacchi, nel caso dello zombi potremo effettuare un’artigliata o un’afferrata. Ogni volta che eseguiamo un attacco, abbiamo un tempo di ricarica per poterlo poi riutilizzare.
Una volta ucciso uno dei sopravvissuti, questo respawna all’inizio dell’area ma, ad ogni uccisione, il tempo per fuggire sarà drasticamente ridotto.
In alcuni casi, tra le carte potrà capitare di installare un’arma sulla telecamera. Una volta fatto, si potrà entrare in modalità “Arma da Fuoco” per sparare ai sopravvissuti. Quest’ultimi possono disattivare l’abilità, sparando alla telecamera e mettendola fuori uso per un certo periodo. Se i sopravvissuti riescono a risolvere tutti gli enigmi e quindi, ad aprire anche la terza ed ultima porta, entra in campo sua eccellenza il Mastermind. Come ultima risorsa, sarà infatti possibile utilizzare l’Abilità Suprema. L’ultima porta richiederà sempre un po’ di tempo prima di aprirsi è, in quell’occasione, il Mastermind entrerà in azione. Con ben 5 comandi a disposizione (difesa, gancio, carica, annientamento e persecuzione), dovrete riuscire ad impedire la fuga dei 4 ragazzi che, all’apertura della porta, non dovranno far altro che raggiungerla.

Imponi il tuo dominio

Non deludere l’Umbrella Corp.

Se pensate che essere onniscienti può essere fin troppo facile, probabilmente è perché i sopravvissuti non giocano di squadra. Una volta completato il tutorial del Mastermind, ha inizio quello dei sopravvissuti. L’obiettivo sarà quello di aprire le 3 porte poste nelle 3 aree della struttura, prima che scada il tempo. Ogni porta avrà un enigma e questo, può essere risolto trovando i vari pezzi sparsi per la mappa. Ovviamente, il Mastermind farà di tutto pur di rendervi la vita difficile quindi, per ogni creatura eliminata e per ogni trappola distrutta, avrete del tempo addizionale a vostra disposizione.
Sarà fondamentale raccogliere i Crediti Umbrella sparsi per la mappa poiché, grazie ad essi, avrete la possibilità di acquistare armi, munizioni e piante curative. Potrete spendere i vostri crediti Umbrella alle armerie che trovate all’inizio di ognuno dei 3 livelli. Anche qui, come nella modalità offline di Resident Evil 3, è fondamentale avere una consapevolezza di come gestire l’equipaggiamento e di quanti slot abbiamo a nostra disposizione. Se si scarta un oggetto, non lo abbiamo più dunque, non sarà possibile recuperarlo più tardi. Detto ciò, le aree non saranno grandi quanto la mappa offline, ragion per cui non bisogna illudersi di poter ritrovare un oggetto. Quindi, è importante scegliere con cura come spendere i propri crediti. Ovviamente, essendo una modalità online non esiste la pausa quindi, la mappa appare in sovrimpressione così come l’inventario.
Ogni personaggio ha un’Abilità Attiva ed un’Abilità Speciale, che gli consente di affrontare le avversità che gli si parano davanti. Nel caso di Valerie (ad esempio) grazie alla prima abilità, avremo la possibilità di rilevare gli oggetti nelle vicinanze. Tutti i personaggi, avranno la possibilità di soccorrere i compagni, nel caso in cui venissero abbattuti. Vi sarà infatti un tempo limitato, entro il quale potrete curarli prima che muoiano e che dunque, riducano il conto alla rovescia. Valerie ha l’Abilità Speciale grazie alla quale può rigenerare completamente la salute dei feriti. Inoltre, per ogni compagno curato, aumenta il tempo a disposizione. Ogni abilità, sia attiva che speciale, richiede un tempo di ricarica e ovviamente, quelle attive richiedono meno tempo.

Non risparmiarti

Ogni volta che si termina una partita, si farà un punteggio. In più, ci saranno delle Sfide Giornaliere accompagnate da una Sfida Settimanale, utile per progredire e per fare Punti Partita. Questi serviranno ad aprire le Casse Equipaggiamento dalle quali, sarà possibile ricevere dei power-up per migliorare le proprie armi.
Ci sono due tipi di equipaggiamento nel negozio: quello del Mastermind e quello dei sopravvissuti. Ognuno di questi ha 3 tipi di Casse Equipaggiamento: si comincia con quelle di Grado Basso, per poi passare a quelle di Grado Medio fino a quelle di Grado Alto. Per sbloccare le casse di Grado Medio, bisognerà raggiungere il livello 10. Per quelle di Grado Alto, il livello 20.
Con 50.000 crediti sarà possibile acquistare la Cassa Personalizzazioni la quale, contiene elementi per personalizzare i personaggi. Al suo interno troviamo:

Costumi sopravvissuti (24)

Costumi creature (15)

Stili Armi (48)

Spray (25)

Gesti sopravvissuti (16)

Gesti zombi (7)

Frasi Mastermind (28)

Datti da fare!

Non è il caso di perdersi certe occasioni

È inoltre possibile personalizzare le abilità e l’equipaggiamento dei nostri sopravvissuti. Sarà anche possibile caratterizzare i loro costumi, lo stile delle armi, i gesti e lo spray per creare graffiti sulle pareti. Ciò può avvenire una volta raggiunto un certo livello, o dopo aver sbloccato certi elementi tramite le Casse Equipaggiamento. Man mano che si progredisce, si sbloccano miglioramenti e varianti per le abilità dei sopravvissuti.
Per quando riguarda i Mastermind invece, vi è la possibilità di sbloccare altri personaggi quando quello precedente raggiunge il livello 5. Come per i sopravvissuti, anche le varie armi e abilità dei Mastermind si possono sbloccare e migliorare progredendo. Infatti, una volta arrivati ad un certo livello, si sbloccano varianti per l’Abilità Suprema, per le due Abilità Passive, nuove armi e nuove creature da evocare.

Dai sfogo alla tua fantasia!

Sfoggia il tuo stile!

All’interno delle varie modalità di gioco, troveremo la classica partita veloce, quella personalizzata e l’allenamento. Nella prima modalità, una volta scelto il nostro ruolo (sopravvissuto o Mastermind) avremo la possibilità di giocare immediatamente all’interno della sessione. Il Mastermind sceglierà un livello, e si preparerà ad ostacolarci in ogni modo. Nella Partita Personalizzata, potremo creare o cercare una partita, ma otterremo meno Punti Partita, non potremo completare le sfide o ottenere trofei. Nell’ultima modalità invece, ci si può allenare come sopravvissuti o come Mastermind, per familiarizzare con il gameplay. All’interno dell’allenamento è possibile personalizzare la partita scegliendo il livello, i vari tipi di mappa, se si vuole aumentare e dunque estendere il tempo a disposizione, se iniziare la partita con una certa quantità di Crediti Umbrella, se avere un rapido recupero delle abilità e addirittura, se essere invincibili!

Mostra il tuo lato tenebroso!

Goditi lo spettacolo fino alla fine!

In definitiva, Resident Evil Resistance presenta un comparto grafico e sonoro, simile a quello della modalità offline con Resident Evil 3. Come nel remake il gameplay eccelle, ma è all’interno della modalità online del titolo che la longevità riesce a riscattarsi. Con Resistance, abbiamo la possibilità di immergerci nell’avventura di Resident Evil, con una modalità di gioco che forse non è originale, ma di certo mette i giocatori alla prova partita dopo partita. Le varie abilità dei personaggi, sono fondamentali a meno che i membri del team non agiscano egoisticamente. Il lavoro di squadra è fondamentale, e se un solo membro decide di giocare per sé o di trascurare qualcuno, può favorire nettamente il trionfo del Mastermind. La giocabilità di Resident Evil Resistance è qualcosa che da tempo ci si aspettava di rivedere, e se Capcom continuerà nel corso degli anni, a supportare e a rinnovare il progetto, in futuro sentiremo sempre più spesso parlare di questo titolo.

E voi, siete attirati da tutto ciò che ha da offrire Resident Evil Resistance? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci su Nerdpool.it.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
190FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...