IN EVIDENZA

How to Get Away With Murder 6×11: recensione e recap del nuovo episodio; ecco (davvero) chi ha ucciso [SPOILER]!!!

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

La serie ABC e Shondaland con protagonista Viola Davis è ufficialmente tornata ormai per le ultime sei puntate. Nel nuovo episodio (-5 al finale) non sono mancati numerosi colpi di scena. Di seguito ecco la recensione con recap dettagliato su quanto successo in How to Get Away With Murder 6×11 (in Italia Le Regole del Delitto Perfetto), l’ultimo episodio andato in onda negli USA.

-> Da trailer promo e sinossi anticipazioni su HTGAWM 6×12, il prossimo episodio

ATTENZIONE! L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

Spoiler su How to Get Away With Murder 6×11 e puntate precedenti

Cosa è successo nel nuovo episodio di HTGAWM 6?

Eccoci ad un nuovo appuntamento con Annalise & Co., al nuovo episodio di questa sesta e finale stagione. Premetto un primo grande spoiler: sì, si scoprirà chi ha davvero ucciso Asher. Ma prima… ecco cosa è successo in tutto il resto dell’episodio.

Gli eventi in HTGAWM 6×11 si susseguono molto velocemente, passando da Annalise ai ragazzi, a flashback di Asher e flashback di Gabriel oltre che Gabriel stesso al presente, in parallelo con quanto succede anche agli altri personaggi. E non solo, quasi subito capiamo che siamo già andati “oltre”. How to Get Away With Murder 6×11 inizia infatti con un salto temporale. Gli eventi che vediamo avvengono una settimana dopo che Annalise è stata trovata in Messico dalla polizia.

Il sipario si apre su questo nuovo episodio ed è proprio con Annalise che veniamo catapultati al suo interno. AK si sveglia ed è in prigione; ripete che qualcuno deve prendere il bambino, spinge la porta della cella che è aperta, vediamo un bambino in effetti per terra, lei poi cade e viene trascinata via dai piedi. Come intuibile da praticamente subito, tutto questo è un incubo. Annalise si sveglia nella realtà ed è nel letto assieme alla madre Ophelia; alla sua caviglia vediamo allacciato un dispositivo. Ophelia è lì per prendersi cura di lei.

Annalise chiama Tegan ed ecco che parte un flashback per iniziare a spiegarci come si è arrivati a quel punto. Andiamo infatti indietro di una settimana. Siamo in tribunale e l’avvocato avversario pone il dito sul fatto che Annalise fosse in Messico sotto falsa identità. Annalise (non alla sbarra) si dichiara non colpevole e punta la situazione sul fatto che debba esser rilasciata in quanto si deve occupare della madre affetta da demenza senile.

Vediamo di nuovo Annalise con Tegan al presente. Le due discutono sul da farsi; la seconda cerca di capire se AK abbia bisogno di un’opinione da amica o da avvocato. E niente, scusate ma qui parte la ship. Sempre. Seppure mi sembra strano Tegan non faccia parte di qualcosa di ancor più losco, la osservo aiutare comunque ora Annalise. Un aiuto che arriva quasi inaspettato in questo nuovo episodio dopo ciò che abbiamo visto e sentito in HTGAWM 6×10, quello precedente.

Dopo il logo della serie, senza corredo musicale, si passa quasi subito ai tre ragazzi. Michaela, Connor e Oliver dovrebbero, per quest’ultimo, onorare Asher al meglio. Infatti non è ancora stato celebrato nessun funerale per lui. I tre si ritrovano a parlare anche di Annalise, che nel frattempo vediamo con Frank e Bonnie. AK dice loro che lei si fida di Tegan; nonostante Frank sia contrario e Bonnie le ricorda che si fidava anche dei ragazzi e invece le si erano rivolti contro, loro sono sempre dalla sua parte.

Un momento scioccante arriva quando la sorella di Asher va da Gabriel e gli dice una frase del tipo che ‘tanto lui non andrà al funerale’ ed il perchè viene reso da lei chiaro subito. Lei sa che Asher ha usato il suo telefono perchè la chiamata che il ragazzo ha fatto prima di essere ucciso era proprio per lei. Dunque è questo quello che è successo? Lei in realtà pensa che ci sia Gabriel dietro la morte del fratello? Sicuramente la giovane, lo rivela, si è interrogata sul perchè lui non abbia detto quel dettaglio del cellulare ad esempio all’FBI. Gabriel infine parla chiaro quando porta il discorso nuovamente su Annalise, che secondo lui anche lei sa essere coinvolta in qualche modo.

Intanto How to Get Away With Murder 6×11 ci trascina anche in un flashback. Eravamo infatti rimasti, nella parte finale dello scorso episodio, a quando Asher aveva offerto un lauto assegno a Gabriel pur di poter usare il suo telefono. Proprio da lì riprende questo nuovo episodio. Gabriel, prima di dargli il cellulare, chiede ad Asher della morte di Sam; lui gli risponde che non c’era e divaga con un “non lo so” quando deve rispondere se sia stata Annalise. A quel punto Gabriel gli dice che comunque non vuole tenersi quei soldi dato che lui è evidentemente fatto ma Asher insiste; poi se ne va con in mano il cellulare del vicino di casa. In effetti chiamerà poi la sorella per dirgli che Michaela e gli altri ora sanno che lui è la talpa.

In un momento di questa HTGAWM 6×11 vediamo Bonnie e Frank discutere. Hanno bisogno di un piano infatti e poi il discorso verte su loro due come coppia. Bonnie chiede cosa farebbe se Laurel tornasse; Frank le risponde che, anche nel caso di un ritorno della ragazza, lui sceglierebbe lei.

Questa puntata ha tra le chicche propria la presenza di Cicely Tyson, con dei momenti unici e meravigliosi quando lei entra in scena, senza contare l’utilità ai fini della trama per l’importanza del personaggio per Annalise. Proprio a quest’ultima arriva ora una chiamata da Robert. Ah, esiste ancora! La madre è curiosa, le chiede chi sia e da lì le ricorda di “Bonnie e Clyde”, di Nate e poi di Eve. A quel punto Anna Mae confessa che le due erano più che amiche ed è per quello che lei era andata in terapia da Sam.
Ma ecco Tegan arrivata a prendere Annalise.

Dopo un breve momento tra i tre ragazzi, che serve ad esplicare il titolo di questo nuovo episodio, How to Get Away With Murder 6×11, in quanto siamo alla “reckoning”, la resa dei conti, ritorniamo subito ad Annalise con Tegan (presente solo come consulente), di fronte al giudice. Con loro anche il simpatico avvocato già visto in aula ad accusare AK. Quando escono, Annalise dice a Tegan che è assunta; quest’ultima le fa battere un bel cinque ed un sorriso compare in Annalise. La ship è potente, l’ho già detto?

Purtroppo per AK, una volta a casa si rende conto che sua madre non c’è. Poi le viene l’illuminazione e chiama Nate: sì, mama Ophelia è da lui. Un Nate sempre più incommentabile butta giù il telefono ad Annalise e vuole sì riportare a casa Ophelia ma questa gli fa una bella ramanzina, le ricorda dell’accordo che l’FBI aveva offerto ad Annalise e di quello che la donna ha fatto per lui perchè ci teneva; gli dice infine che lui è colpevole, sa di aver sbagliato (il momento visto nel trailer promo). Niente, Nate insiste nella sua crociata contro la Keating.

Nel frattempo in questo nuovo episodio di HTGAWM abbiamo un altro flashback con Asher alla scrivania; beve un goccio e si fa un video.

Tornati al presente Gabriel confessa all’FBI la questione di Asher, ossia di averlo visto quella sera prima di vederne poi il corpo esanime sul pavimento ed aver chiamato il 911.

Una parentesi Michaela e Connor vede il secondo avere dei ripensamenti; per lui entrambi son andati in panico, per lei invece hanno agito bene. Ed ecco nei loro discorsi di nuovo il mostro Annalise, che aveva promesso loro di non farli catturare.

Quando porta a casa Ophelia, Nate si incontra per forza di cose con Annalise la quale, mostrando la cavigliera, gli dice che immagina che ora lui abbia quello che voleva. Lui vorrebbe dispiacersi per lei ma non lo è ed anzi, le fa una pessima battuta sul suo esser scappata per farsi prendere così.

Di nuovo poi questa How to Get Away With Murder 6×11 ci mostra un dialogo importante tra madre e figlia, tra Annalise ed Ophelia. Quest’ultima chiede alla figlia del suo essere lesbica ma la donna sisponde di essere confusa a riguardo. Segue di nuovo una panoramica degli uomini della vita della figlia sino ad arrivare ad Eve.

“Amavi Eve Anna Mae?”. “Sì. E lei amava me. Ero solo impaurita.”

In queste poche parole c’è un po’ l’essenza del personaggio di Annalise Keating e quanto successo in tutte queste sei stagioni.

E siamo davvero alla resa dei conti. Annalise manda un messaggio ai ragazzi: vuole vederli. Ovviamente lei ben sa che loro hanno fatto accordi con l’FBI ma loro no. I tre sentono subito il capo dell’FBI e le rispondono che saranno da lei in un’ora. La posta in gioco è alta perchè l’accusa generale è quella di omicidio di primo grado di Sam Keating.

Ancora flashback per HTGAWM 6×11. Ecco Asher che, nel video messaggio che sta registrando, chiede di non odiarlo. Poi però arriva qualcuno e lui esclama: “Grazie a Dio, ti ho chiamato dieci volte!”
Sappiamo della telefonata alla sorella ma chi sarà mai ora? Questa parte dell’episodio ci porta a sentive e vedere quando il ragazzo viene ucciso; ci viene mostrato Gabriel mentre vede il corpo di Asher tramite la fessura nella parte bassa della porta dell’appartamento.

Ecco i tre ragazzi da Annalise ed Ophelia. Connor, senza peli sulla lingua, chiede ad AK se sia davvero dispiaciuta per la morte di Asher. Con che coraggio seriamente dicano certe cose non mi è chiaro ma presumo che tutti loro non siano molto lucidi. Annalise fa una rivelazione allora e anche noi abbiamo una conferma, anche se era intuibile da quel poco visto in How to Get Away With Murder 6×10, lo scorso episodio. L’FBI è riuscita a prendere Annalise solo per la segnalazione fatta dal padre di Michaela. Oops, lei non sapeva nulla. Ma guarda un po’.
Senza orgoglio e con tranquillità Annalise ammette comunque di esser scappata perchè impaurita: non stava pensando lucidamente.

Quando i ragazzi vanno via lei mostra comunque quanto sia lo stesso scossa dalla situazione, dal loro mentirgli così spudoratamente in faccia. E qui assisitiamo ad un altro bel confronto per questo nuovo episodio, un dialogo tra Annalise e Bonnie. La prima, cosa vista già nel trailer promo di HTGAWM 6×11, chiede alla seconda dove fosse quella notte in cui Asher era stato ucciso. Questo avviene perchè Bonnie le ricorda, evidentemente ferita, che lei era scappata senza avvisarla.

Vi ricordate che nella 6×09, l’ultimo episodio prima della lunga pausa, avevamo visto Annalise far fare una deviazione al taxi? Ebbene scopriamo che era andata da Bonnie ma non l’aveva trovata. Annalise, in tutta sincerità, le fa capire che, non avendola trovata a casa e sapendo che lei aveva già ucciso (R.I.P. Rebecca!), il dubbio che avesse ammazzato lei Asher le era venuto. In effetti era venuto un po’ a tutti anche senza sapere che lei non fosse in casa! Bonnie dice che no, non è stata lei. Annalise le dice che le crede.
Un dialogo che trasuda sincerità nonostante tutto ma difficile ugualmente credere a qualcuno ormai in How to Get Away With Murder.

Tegan, nel frattempo, è con l’avvocato dell’accusa e scopre di non avere tutte le informazioni quando le viene mostrato un incendio; quando si incontra con Annalise le dice infatti (come visto nel trailer promo di questa HTGAWM 6×11) che ora è giunto iil momento di dirle tutto quello che le deve dire. Alla fine quell’articolo è arrivato nelle mani dell’FBI per colpa di Nate. Vi ricordate i fascicoli che diceva di non avere e poi di aver consegnato alla stessa Annalise? Evidentemente ne ha fatte delle copie per ottenere un patteggiamento. Sì, anche lui cerca evidentemente solo di salvare se stesso ai danni dell’altro.

Un sonoro “This a**hole!” riecheggia: ecco Ophelia dietro Annalise e Tegan. La donna poi si dice dispiaciuta di aver difeso Nate e, in un altro discorso con la sua Anna Mae, le dice che quel bambino che lei cerca di prendere nel sogno è lei stessa; dopo il trauma subito alla fine lei cerca di fare il genitore, con tutti. Ora non è più però secondo lei il tempo di pensare di chi sia la colpa, lei non è la madre di Nathaniel o di quei ragazzi e le dice chiaro e tondo:

“L’unica che devi proteggere da ora in poi sei tu.”

Perle di saggezza di Ophelia. Ed applausi anche perchè sarebbe giunta l’ora di fregarsene di persone a cui di lei evidentemente non importa e di pensare a se stessa. Questo momento di HTGAWM 6×11 ha dunque un’importanza enorme per come deciderà di agire Annalise d’ora in poi.

Gabriel intanto è dai ragazzi e, dopo aver avuto un’illuminazione per cui sembra chiaro che pensi ci sia stato lo zampino di Laurel nell’omicidio di Asher, dice che deve andare e corre dall’FBI. Lì il ragazzo afferma infatti di sapere chi abbia ucciso Asher perchè dichiara di “averla vista”.

Un nuovo flashback ed ecco una donna con guanti alle mani guardare in remoto il video delle telecamere di sicurezza della casa dei K5: ecco la scena in cui Oliver colpisce Asher.
Seguono altre scene sempre dal passato e vediamo Gabriel vedere una donna andare via dopo aver ucciso Asher. Dai capelli sembrerebbe davvero essere Laurel e sarebbe stato fattibile grazie agli accessi di cui disponeva.

Al presente, Annalise dice a Bonnie e Frank di Nate consiglia loro: “Via, salvate voi stessi, scomparite”. Loro son sempre stati leali e pensa che possano salvarsi fuggendo via. Ma Bonnie gli dice subito di no e mette in chiaro il concetto che è sempre stata una questione di loro tre. Leali ed amici fino in fondo (sì, nonostante qualche morto di mezzo ma pazienza).

Il tizio simpaticone dell’FBI chiama i K2+1. Ha mandato loro un video. QUEL video. Ed ecco che scopriamo che il messaggio di Asher era per loro; spiega infatti come abbia dovuto prendere certe decisioni per la sua famiglia ma dice che vuole bene anche a loro, che hanno del buono e son stati semplicemente rimasti coinvolti; Asher professa anche il suo amore a Michaela, dicendole che sì, le aveva chiesto di sposarla per salvare entrambi ma non solo: voleva davvero stare con lei. Conclude il video dicendo loro di non odiarlo appunto. I tre commemorano finalmente il loro amico Asher.

Nel mentre abbiamo un nuovo flashback per How to Get Away With Murder 6×11. Ecco che vediamo chi ha preso l’arma dalla casa, ossia la donna che abbiamo visto in diversi episodi seguire (e non solo) Annalise. Non è Laurel.
Scorrono immagini veloci e dai ragazzi arriva Gabriel. Gli dicono di andare via ma lui urla:

“So chi ha ucciso Asher.”

In un montaggio voluto per farci scoprire le cose man mano che le capisce anche Gabriel ecco un ultimo flashback di lui poco prima all’FBI. Nel momento in cui una donna, quella donna, entra nella stanza e l’uomo la presenta come agente speciale, lui riconosce l’orecchino di colei che ha ucciso Asher e che, erroneamente, aveva pensato (e detto all’FBI stesso) essere Laurel.

Su questa rivelazione certa, a noi spettatori ma specialmente ai ragazzi stessi, si conclude HTGAWM 6×11.

Conclusioni

Insomma, How to Get Away With Murder 6×11, dopo la scorsa puntata più di ripresa e, si era detto, quasi preparatoria, è l’inizio della fine. La rapidità della successione delle diverse vicende, il continuo passaggio tra le diverse storyline ma anche dei vari livelli temporali, con quindi un continuo ritorno in particolare al flashback su Asher, mescolato con il punto di vista di Gabriel anche, rendono il tutto ancor più avvicente.

Già dal promo di HTGAWM 6×12 in effetti (e sin dal titolo a dire il vero) è chiaro come le cose non sono così oro come sembrano; il fatto che dietro alla morte di Asher ci sia stato un membro dell’FBI complica ulteriormente le cose e mette davvero tutti in stato di assoluto pericolo. In ballo c’è la vita di tutti, non solo più il farla franca non andando in prigione, patteggiamenti o altro ancora di simile.

How to Get Away With Murder 6×11 è un episodio che lascia con il fiato sospeso. Ogni volta si pensa di aver avuto una risposta, di aver azzeccato un colpevole, un determinato assassino magari, come ad esempio quello di Asher, ma ad ogni momento sino al finale tutto viene messo continuamente in discussione. Anche lo spettatore ormai non si fida più di nessuno come in effetti dovrebbe davvero fare anche Annalise. Con AK che sembrava infallibile ed estremamente lucida eppure alla fine viene catturata banalmente e dopo poco tempo in Messico, anche il resto del castello crolla inserabilmente. Evidente è specialmente come i ragazzi da soli forse anche ingenuamente combinino sempre un guaio dopo l’altro e non solo per gli altri, anche per se stessi.

Chissà come nel prossimo episodio, HTGAWM 6×12, Annalise intavolerà un piano, se deciderà di fregare a questo punto i ragazzi, se volterà le spalle anche a Bonnie e Frank, se qualcun’altro capitolerà, cederà ad ulteriori offerte o piani discutibili. Mancano quattro episodi. HTGAWM 6×15 fungerà da finale di serie e tutto entro quella puntata dovrà essere spiegato.

Eppure, a trovare un difetto di questo nuovo, undicesimo episodio, è il fatto che la vera “resa dei conti” sembra essere solo all’inizio. Anche questa voltra ci sono strati troppi assenti importanti.

La questione Wes, aperta nel finale di HTGAWM 6×09, l’ultima puntata prima della lunga pausa, è rimasta infatti tremendamente in sospeso anche in questa 6×11. Laurel non ha fatto ancora la sua comparsa (cosa questa sempre più discutibile). Almeno è stata nominata e, dato che Gabriel aveva ammesso all’FBI di averla vista uccidere Asher, non potrà rimanere nascosta ancora a lungo. HTGAWM 6×12 sarà dunque la puntata in cui rivedremo la Souza nei panni della Castillo?

La questione Biancaneve, la finzione di una morte trattata a lezione da Annalise, non è in realtà ancora stata ripresa. Chi sarà il o la nostra Snow-White? Tante le teorie a riguardo di ciò ma non solo. Rimane difficile pensare però pensare che, nonostante il tempo esiguo, data la quantità di cose che, con dei ritmi serrati, son riusciti ad esempio ad affrontare in questo nuovo episodio, non ci vengano date in maniera esaustiva tutte le risposte nei restanti quattro.

Nonostante, si è ribadito, delle mancanze importanti, questo nuovo e undicesimo episodio è davvero un esempio dell’essenza di HTGAWM. Dalle interpretazioni ottime di Viola Davis e Cicely Tyson, alla costruzione dei dialoghi; dal ritmo, si è detto, frenetico al limite del volutamente confusionario, con una tensione crescente, a personaggi non infallibili ed umani, puramente egoisti, che reagiscono spesso con una risata anche nei momenti più bui e che ora però devono assolutamente escogitare un piano.
Da questo ripartirà quasi sicuramente il prossimo episodio, HTGAWM 6×12.

Voi cosa ne pensate di How to Get Away With Murder 6×11? Vi è piaciuto questo nuovo episodio? Vi aspettavate che i ragazzi mentissero così ad Annalise? Ed il cambio di rotta di quest’ultima dopo l’ennesima scoperta anche su Nate ed il discorso di Ophelia? Laurel e Wes (ammesso che quest’ultimo sia vivo e non morto) dove sono? Ma soprattutto… cosa ne pensate di chi ha ucciso Asher? Fatecelo sapere!
Continueremo ad aggiornarvi a riguardo.

Seguiteci su NerdPool.it e sui nostri social!

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI