IN EVIDENZA

Defending Jacob 1×04, “Damage Control”: recap e recensione dell’episodio

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,458FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Defending Jacob è la nuova miniserie di Apple TV+ basata sull’omonimo romanzo di William Landay. La serie segue le vicende che coinvolgono Andy Barber (Chris Evans), un assistente del procuratore distrettuale la cui vita viene sconvolta quando suo figlio Jacob (Jaeden Martell) è indagato per l’omicidio di un compagno di classe. Andy e sua moglie Laurie (Michelle Dockery) fanno di tutto per provare l’innocenza del figlio.

Se non sapete di cosa stiamo parlando o se vi siete persi i primi episodi della serie, non temete: trovate qui recap e recensione di quello che abbiamo visto fino ad ora.

Defending Jacob
Chris Evans, Michelle Dockery e Jaeden Martell in “Defending Jacob”  © AppleTV+

ATTENZIONE! L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

Il recap dell’episodio 1×04 di Defending Jacob, “Damage Control”

Advertising

Nell’episodio 1×04 di Defending Jacob, vediamo l’avvocato di Jacob, Joanna, interrogare il ragazzo su cosa sia successo il giorno del ritrovamento del corpo senza vita di Ben. Joanna cerca di provocarlo di proposito, per spingerlo a contraddirsi, cercando di prepararlo a cosa succederebbe durante il processo, se fosse chiamato a testimoniare. Diventa però chiaro, dalle risposte di Jacob, che la sua storia abbia parecchie incongruenze.

A casa, Laurie riceve una lettera indirizzata a una certa Agnes, che contiene articoli di giornale scritti anni prima sull’omicidio commesso dal padre di Andy. In una scena flashforward in cui Andy viene interrogato davanti alla Grand Jury, scopriamo che è stata la stessa Laurie a farsi inviare i pezzi di giornale, usando uno pseudonimo.

Le indagini di Andy

Andy, determinato a proseguire con la sua personale indagine su Leonard Patz, si reca a casa di un ragazzo di nome Matthew, lo stesso che aveva accusato Patz di averlo molestato. Andy è infatti convinto che il ragazzo abbia qualcosa da nascondere, poiché aveva fornito un racconto dei fatti così farraginoso che la sua denuncia non aveva portato ad un’accusa formale da parte degli organi di polizia. Il ragazzo però si rifiuta di rispondere e chiede ad Andy di andarsene.

Chris Evans
Chris Evans in “Defending Jacob” © AppleTV+

Una sera, quando Andy torna a casa, trova Jacob e l’amica Sarah giocare ai videogiochi. Quando questa va via, il ragazzo confida al padre che Sarah crede sia stato Derek (l’amico di Jacob) ad uccidere Ben, poiché gli agenti di polizia l’hanno interrogato a scuola in presenza della madre.

Laurie, invece, va al gala di primavera della scuola dove lavorava. Gelosa, rimane in auto a fissare i suoi colleghi che entrano alla festa. Quando Andy la chiama, gli dice di essere a cena con un’amica. Invece, va a cenare da sola in un diner. Lì, inizia a conversare con una donna incontrata per caso, raccontandole di come i suoi amici abbiano smesso di parlarle a seguito delle indagini su Jacob. La donna confessa alla fine a Laurie di conoscere la sua storia, in quanto è una giornalista che vorrebbe intervistarla sul caso. Laurie, sentendosi tradita, scappa via, ma non rivela nulla al marito.

Michelle Dockery
Michelle Dockery in “Defending Jacob”  © AppleTV+

La teoria del “murder gene”

Nel frattempo, Jacob si sottopone a diversi test richiesti dalla terapeuta, esperta in eredità e comportamento genetico, assunta dalla difesa per confutare qualunque eventuale teoria dell’accusa incentrata sul cosiddetto “murder gene” – letteralmente “gene dell’omicidio”, ossia una teoria che individuerebbe nel patrimonio ereditario di un soggetto la predisposizione a commettere crimini violenti. Tra questi test rientra anche un’analisi del DNA di Jacob, Andy e del padre di Andy (condannato all’ergastolo per l’omicidio di una studentessa quando Andy aveva cinque anni). Questo, però, raggiunto in carcere dalla dottoressa, si rifiuta di fornire il proprio DNA, pretendendo che sia proprio Andy (che non vede il padre da quando era bambino) a chiedergli il campione di persona.

Recensione dell’episodio 1×04

Il quarto episodio di Defending Jacob riesce a mantenere la qualità degli episodi precedenti, ma non ne supera o migliora il ritmo.

Defending Jacob mantiene il suo approccio slow-burn non riuscendo (o non volendo) a dare slancio alla trama neanche con questo quarto episodio. Il mistero sull’omicidio non si infittisce, né la serie si sforza di rendere avvincenti le indagini. Nell’episodio 1×04, infatti, non vediamo quasi per nulla andare avanti le indagini ufficiali della polizia. Gli unici sviluppi interessanti, insieme a un po’ di profondità emotiva, ci arrivano dal personaggio di Andy. Interessanti anche gli spunti (che con ogni probabilità verranno approfonditi nei prossimi episodi) sulla teoria del “murder gene”.

Chris Evans e Jaeden Martell
Chris Evans e Jaeden Martell in “Defending Jacob”  © AppleTV+

Il personaggio di Laurie, invece, non fa grandi passi avanti. Ci aspettiamo che sarà lei il personaggio con il maggiore arco narrativo, eppure in questo episodio la vediamo fare scelte sbagliate quasi si muovesse al buio, imprigionata nel suo panico e persa nell’angoscia di aver perso la sua vita precedente.

Il fatto che i personaggi non vengano esplorati granché e che il ritmo della narrazione non acceleri arrivati, ormai, a metà serie, fa temere che il materiale di partenza non fosse sufficiente per trascinare la narrazione per otto episodi. Questo significa che, se le questioni in sospeso sono destinate a risolversi solo nel finale, e a meno di plot-twist immediati, anche i prossimi episodi potrebbero risultare lenti.

Potete vedere Defending Jacob su AppleTV+. Il servizio di streaming rilascerà gli episodi una volta a settimana, ogni venerdì.

Continuate a seguirci su NerdPool.it per tutti gli sviluppi della serie!

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,458FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...