IN EVIDENZA

The Mandalorian 2: Sam Hargrave parla delle sequenze di azione!

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
195FollowerSegui

Sam Hargrave, regista di Tyler Rake (Extraction), ha confermato a Collider di essere stato aggiunto come secondo regista per la seconda stagione della serie The Mandalorian. In una lunga intervista, Hargrave ha anche analizzato diversi aspetti della serie ambientata nell’universo di Star Wars, focalizzandosi sulle scene di azione.

Hargrave ha, infatti, grande esperienza nello sviluppo di scene di azione, grazie al suo lavoro (anche da stunt-man) in film come Avengers: Infinity WarAvengers: EndgameDeadpool 2. Nello sviluppo della seconda stagione di The Mandalorian, però, si è trovato davanti a diverse sfide: tra queste, lavorare con una struttura speciale conosciuta con il nome di “The Volume”. Si tratta di un palcoscenico circolare allestito nel centro di Los Angeles. Il soffitto e le pareti di “The Volume” sono coperti da pannelli LED ad alta definizione che possono simulare la topografia di mondi lontani con una precisione eccezionale.

Interrogato su come l’uso di questa tecnologia abbia influito sul suo lavoro, il regista ha risposto:

Sinceramente, non ci ha davvero influenzato dal punto di vista dell’azione. Ha limitato ciò che si poteva fare nello spazio perché The Volume è chiuso e ha un soffitto a tappo. quindi se hai, ad esempio, come nella prima stagione [Mando] che ha un jetpack e lo spostano con un filo e non sta solo correndo, è più difficile ricreare questa scena perché ci sono restrizioni sull’altezza a cui puoi far arrivare la tua attrezzatura. Quindi, dal punto di vista del design, è un po ‘restrittivo.

Sam Hargrave, con Chris Hemsworth, sul set di Tyler Rake.

Il bravo regista, però, oltre che saper utilizzare al meglio le nuove tecniche di cinematografia, deve conoscere bene anche un punto di vista più antico, artigianale:

Ma è interessante perché è come tornare a una scuola di cinema più vecchia dove hai stampe dello sfondo. Perché lo vedi e lo fotografi in tempo reale – molte di queste posizioni sono reali o sono costruite in anticipo – devi conoscere i tuoi scatti. Ci vuole così tanta preparazione. Non stanno inventando, quando dicono: “Oh, beh, potremmo metterlo in secondo piano.” Sanno esattamente cosa stanno per fare. Hanno un modo davvero folle di fare scouting virtuale in cui è possibile “esplorare” la posizione prima di scattare e vedere dove si desidera posizionare la videocamera. È un processo davvero eccezionale. È estremamente futuristico e una specie di ritorno a un modo di fare cinema di vecchia scuola in cui devi fare molte più preparazioni. Non puoi semplicemente lanciare una schermata blu e basta.

La domanda finale dell’intervista, però, non poteva che riguardare Baby Yoda, chiamato nella serie “Il bambino”. Ma qual è il suo vero nome?

Si, conosco il nome del “Bambino”. Mi porto questo segreto. Ed è un fardello davvero pesante!

Chissà se finalmente nella seconda stagione di The Mandalorian potremo conoscere il nome della vera e propria star della serie! Se siete curiosi, qui ci sono i primi design di Baby Yoda, ed erano completamente diversi dal risultato finale!

Ricordiamo che la seconda stagione di The Mandalorian debutterà su Disney+ il prossimo autunno. Di questa nuova stagione, sappiamo che Rosario Dawson sarà Ahsoka Tano e che Temuera Morrison ritornerà nei panni di Boba Fett. La terza stagione della serie è già attualmente in sviluppo.

Seguiteci per altre novità sull’universo di Star Wars, e non solo.

ARGOMENTI CORRELATI

FONTE:Collider

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
195FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI