IN EVIDENZA

Falce di Neal Shusterman – Recensione

Falce è un libro imperdibile per chi ama le storie a metà tra la fantascienza e la distopia. Ci troviamo in un mondo che potrebbe sembrare idilliaco, ma che, in realtà, presenta tantissime contraddizioni. Pur trattando un tema pesante come la morte, la storia è molto avvincente e, in poche pagine, ci si innamora dei personaggi.

Il 19 maggio è uscito per Oscar Mondadori Falce di Neal Shusterman, primo capitolo dell’omonima trilogia. Dopo il grande successo riscosso in patria nel 2016, Mondadori arricchisce il proprio catalogo con un’opera che si preannunciava molto interessante sin dall’annuncio. In effetti, Falce non delude affatto le aspettative, ma anzi strascina il lettore in un mondo distopico in cui il concetto di morte per come la conosciamo non esiste più.  

TRAMA

La storia si svolge in un ipotetico futuro, dopo che lo sviluppo di una tecnologia chiamata Thunderhead ha stravolto il modo di vivere, ponendo fine a ogni conflitto e a ogni malattia. L’idea di morte naturale non viene più contemplata, tutti possono essere curati o ringiovaniti, in modo da poter trascorrere un’esistenza pressoché infinita. Tuttavia, la morte deve necessariamente essere presente in ogni società. Dunque, si decise in passato di creare un’organizzazione, la Compagnia delle Falci, con il compito di uccidere (spigolare) un determinato numero di persone l’anno, scelte secondo precisi criteri. Al contempo, ogni membro può anche concedere la grazia ad alcuni individui, grazie a un anello che portano al dito. Vennero persino stabiliti i dieci “Comandamenti della Falce”, tra i quali compaiono, ad esempio, l’obbligo di uccidere senza discriminazione o “non ucciderai altra falce all’infuori di te”.

Spesso, le Falci sono anche invitate a prendere degli aiutanti per istruirli e prepararli a ereditare il loro lavoro. Così, Citra e Rowan, i due protagonisti della vicenda, vengono scelti da Maestro Faraday per apprendere l’arte della spigolatura e diventare Falci perfette. I due giovani si ritrovano in un mondo completamente nuovo e si vedono costretti a osservare e portare la morte in prima persona. Dentro di loro sono perennemente divisi tra un odio viscerale per questo compito ingrato e la volontà di dimostrarsi i migliori e di proteggere la propria famiglia. Divenendo Falci, infatti, avrebbero anche la possibilità di far sopravvivere i loro cari in eterno.

I TEMI

Con l’avanzare del romanzo, si viene a creare una vera e propria scissione tra Citra e Rowan. Una volta divisi, i due si troveranno costretti ad affrontare dei percorsi diversi e a confrontarsi con due concezioni della morte quasi opposte. Quando si ha tra le mani un potere così grande, che permette di decretare il destino di quasi ogni essere umano, si può cadere nella tentazione di non rispettare le regole del mestiere e di arrivare a godere e gioire del proprio compito. La Compagnia delle Falci si trova in un periodo di grande tensione e i due ragazzi finiscono invischiati in questo conflitto.

Falce è un libro imperdibile per chi ama le storie a metà tra la fantascienza e la distopia. Shusterman scrive in maniera impeccabile e si dimostra abilissimo nel puntare lo sguardo su Citra e Rowan, presentando le aspirazioni, i pensieri e la crescita costante di entrambi. Ci troviamo di fronte a un mondo che potrebbe sembrare idilliaco, ma che, in realtà, presenta tantissime contraddizioni. Le persone sanno di potersi ringiovanire quando vogliono, ma devono vivere con il terrore costante che una Falce arrivi a farle fuori. Lo scenario creato dall’autore è molto interessante e originale ed è bello scoprire piccoli dettagli man mano che si procede nel racconto.

Pur trattando un tema pesante come la morte, la storia risulta avvincente e, in poche pagine, ci si innamora e si diventa amici dei protagonisti. Il libro è diviso in capitoli molto brevi e, anche con le sue 300 e più pagine, si divora in pochissimo tempo. Ogni capitolo è preceduto da un breve estratto dal diario di una Falce famosa. Insieme permettono al lettore di avere una visione totale della società futuristica in cui si ambienta la vicenda e sono la rappresentazione perfetta della fantasia smisurata di Shusterman.

Il finale del libro lascia aperte diverse sotto trame e cambia completamente le carte in tavola e la vita di alcuni personaggi. Sarà veramente interessante vedere cosa ha in mente l’autore nel secondo libro della trilogia. Mondadori ha assicurato che il seguito arriverà molto presto…già non vedo l’ora di averlo tra le mani!

Falce è un libro imperdibile per chi ama le storie a metà tra la fantascienza e la distopia. Ci troviamo in un mondo che potrebbe sembrare idilliaco, ma che, in realtà, presenta tantissime contraddizioni. Pur trattando un tema pesante come la morte, la storia è molto avvincente e, in poche pagine, ci si innamora dei personaggi.
Voto
8

Scrivi qui il tuo commento...