IN EVIDENZA

Penny Dreadful: City of Angels 1×10, recensione dell’episodio, intitolato “Day of the Dead”

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
185FollowerSegui

ATTENZIONE! L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

Eccoci giunti al decimo episodio di Penny Dreadful: City of Angels, la serie spin-off della più famosa Penny Dreadful. Ne abbiamo parlato anche qui e in questo articolo,

In questo articolo recensiremo l’episodio 1×10 di Penny Dreadful: City of Angels, intitolato Day of the Dead, ultimo episodio di stagione. Subito dopo la sinossi dell’episodio troverete le mie considerazioni sullo stesso. Se desiderate leggere la recensione del nono episodio, potete trovarla qui.

Sinossi

In questo episodio 1×10 intitolato “Day of the Dead”, vedremo gli effetti di ciò che è successo nella precedente puntata . Infatti quando le tristi notizie si diffondono attraverso il Crimson Cat, Fly Rico cerca di placare la folla inferocita mentre Rio vuole vendetta. Troviamo poco dopo Peter Craft, Elsa e i ragazzi sono intrappolati nella loro auto in mezzo ad una rivolta. Mentre Tiago cerca di aiutare Mateo, Townsend celebra l’improvvisa ascesa politica. Inoltre Tiago e Molly affronteranno la realtà della loro relazione e Molly avrà un duro scontro la signorina Adelaide, nel frattempo Lewis e Tiago si precipiteranno a proteggere Brian dai nazisti. A fine episodio la famiglia Vega si riunirà per il giorno dei morti.

Penny Dreadful: City of angel

Introduzione

In questo episodio 1×10 di Penny dreadful: City of Angeles intitolato “Day of the Dead”, possiamo finalmente affermare che è iniziata la guerra. Quale? Tutte, tra la Santa Muerte e Magda, tra i chicani e Los Angeles tra ebrei e tedeschi, tra parte buona e parte cattiva di noi stessi, in pratica le guerre tra fratelli.

Devo dire che questo decimo episodio di Penny Dreadful: City of Angels intitolato “Day of the Dead” mi ha lasciato molto amareggiato e sempre più convinto del fatto che il peggiore e il più reale dei mostri sia proprio l’uomo. Logan, descrivendo e raccontando quella Los Angeles di fine anni trenta, ha dimostrato pienamente quanto realmente questo essere insicuro, forte, e stupido non apprenda mai dai suoi errori. Tutto ciò che abbiamo visto è semplicemente identico alla attuale realtà degli Stati Uniti.

In un certo senso durante la visione dell’episodio ho avuto la sensazione che stessimo assistendo più ad un TG che trasmetteva in diretta gli scontri razziali degli ultimi mesi, che al finale di stagione di una serie tv.

Episodio

Fatta questa introduzione su cosa vi troverete davanti dal primo minuto del decimo episodio di Penny Dreadful: City of Angels 1×10, intitolato “Day of the Dead”, passo ad esaminare ciò che è stato lo svolgimento dello stesso.

Già dai primi minuti notiamo che la puntata è stata incentrata su un tono ricco di tensione e intriso di scelte difficili.

Fly Rico, cerca di rasserenare la folla del Crimson Cat dopo la notizia del linciaggio operato dalla polizia ai danni di Diego Lopez, ma Rio, esperta manipolatrice, con il supporto di Elsa, dapprima aizza la folla chicana e dopo uccide Rico e passa il comando dei Pachuco a Matteo.

Nel frattempo Townsend esulta per la rivolta e per la vittoria che ne deriverà. Infatti avrà il permesso di costruire la Arroyo Seco Highway e quindi ghettizzare i latino americani di Los Angeles

Il dottor Craft, al ritorno dal cinema cade nella trappola di Elsa diventando il capo espiatorio della rivolta. Suo figlio rimasto ferito sarà la causa della sua piena aderenza ai progetti nazisti.

Lewis si troverà a dover fare i conti con la pazzia di Brian e a dover fermare I progetti del ragazzo in modo brusco. Lo stesso Lewis sarà colui che dovrà informare Tiago della morte per suicidio di Molly.

Molly infatti, grazie ad un acceso diverbio con sua madre, scopre che non potrà mai assaporare la libertà e che già in passato lei ha tramato contro la figlia. Quando? Quando ha deciso di far assassinare l’amante di Molly e tutta la famiglia. Scopriamo così che il mandante dell’omicidio della ricca famiglia appartenente alla chiesa di Sorella Molly è proprio la madre.

Pro e contro

Questo episodio di Penny Dreadful: City of Angels 1×10, intitolato “Day of the Dead, ha aperto un nuovo capitolo sulla serie e sulla prossima stagione e al contempo ha chiarito le dinamiche e gli intrecci che erano rimasti in ombra nel corso di queste 10 puntate.

Chiudo dicendo che Penny Dreadful: City of Angels ha rispettato molto le mie aspettative anche se molto diverso dal primo Penny. Sembra che con questo decimo episodio si sia chiusa una parentesi e si siano buttate le fondamenta per un’altra stagione. Adesso non ci resta che aspettare la prossima stagione di Penny Dreadful: City of Angels per capire dove ci porterà questo percorso fatto di manipolazione e dolore ma anche di amore e famiglia.

Penny Dreadful: City of angel

Avete visto l’episodio 1×10, intitolato “Day of the Dead? Vi è piaciuto? Siete d’accordo con questa recensione? Fatecelo sapere qui nei commenti. Seguiteci per l’ultima recensione sulla stagione.

Per questo e altri articoli su Penny Dreadful: City of Angels, seguiteci qui su Nerdpool.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

3,326FansMi piace
1,560FollowerSegui
185FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...