IN EVIDENZA

L’app economy iOS crea 300.000 nuovi posti di lavoro negli USA

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,463FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

L’app economy iOS ha creato quasi 300.000 nuovi posti di lavoro da aprile 2019, offrendo opportunità ad americani e americane di ogni età persino in questo momento in cui la pandemia di COVID-19 continua a generare sfide immense e incertezza in tutto il mondo. Gli sviluppatori in tutto il Paese, incluse aziende come Caribu, H-E-B e Shine, hanno adeguato la propria attività per essere certi di poter continuare a supportare i loro clienti durante questo periodo difficile.

Da quando è stato lanciato l’App Store nel 2008, l’app economy iOS è diventato uno dei settori in più rapida crescita dell’economia. Malgrado la pandemia, l’App Store continua a offrire opportunità economiche a imprenditori di ogni ordine di grandezza, aiutando chiunque abbia un’idea a raggiungere i clienti in tutto il mondo e a cogliere nuove opportunità altrimenti impossibili. L’ecosistema dell’App Store supporta ora più di 2,1 milioni di posti di lavoro in tutti i 50 stati USA, un incremento del 15% rispetto all’anno scorso, come parte dei 2,7 milioni di posti di lavoro che Apple supporta nel Paese.

Le app sono diventate ancora più essenziali per la vita di tutti i giorni: gli americani ricercano infatti modi nuovi e sicuri di imparare, lavorare e restare in contatto con la famiglia e gli amici durante la pandemia. L’App Store offre soluzioni che supportano gli ordini remoti dai ristoranti, la didattica a distanza per gli studenti, la telemedicina per pazienti e dottori e l’e-commerce per le piccole imprese. Per gli imprenditori che creano queste app e i team che le progettano, tutto ciò si traduce in opportunità economiche sostenibili e durature, come dimostra la crescita a due cifre dei nuovi posti di lavoro nell’app economy in decine di stati dall’anno scorso.

US map indicating distribution of iOS app economy jobs across 50 states.
Advertising

Questa crescita è stata riscontrata da aziende di ogni ordine di grandezza, come il team di Caribu a Miami, Florida. Caribu è un’app per videochiamate coinvolgenti e ricche di attività, che consentono alle famiglie e agli amici di sentirsi vicini anche a distanza. I partecipanti possono disegnare insieme, leggere la favola della buonanotte, risolvere enigmi, cucinare, persino visitare un museo in tempo reale, tutte connessioni che hanno assunto un’importanza sempre maggiore negli ultimi mesi. I cofondatori di Caribu, Maxeme Tuchman e Alvaro Sabido, hanno visto la loro attività decollare questa primavera, quando le persone ricercavano nuovi modi per restare in contatto.

Per rispondere all’incremento di clienti in tutto il mondo, dieci volte tanti, il team di Caribu ha triplicato il proprio organico, passando da 4 a 12 dipendenti e contribuendo così ai 17.000 nuovi posti di lavoro creati dall’app economy in Florida.“Abbiamo avuto una crescita incredibile nell’arco dello scorso anno e abbiamo ampliato massicciamente il nostro team per soddisfare la domanda,” ha dichiarato Tuchman. “Per noi è importantissimo non solo poter aiutare le famiglie e gli amici a restare in contatto in questo momento difficile, ma anche riuscire a offrire un lavoro stabile e ben retribuito al nostro sempre più numeroso team. L’App Store ci ha fornito una piattaforma con cui possiamo fare entrambe le cose.”

L’app Caribu su iPad Pro.

In Texas, l’app economy ha creato 36.000 nuovi posti di lavoro lo scorso anno, per un incremento di quasi il 30%. A questa crescita ha contribuito H-E-B, una catena di supermercati texana fondata nel 1905, che conta attualmente 350 punti vendita nello stato e un organico di circa 110.000 dipendenti. Nei mesi che hanno preceduto la pandemia, ha presentato l’app mobile My H-E-B, che consente ai clienti di pianificare in modo facile e intuitivo le consegne della spesa a domicilio o con ritiro al supermercato. Da allora il numero di utenti attivi al mese è aumentato di un incredibile 1050% e, nel giro di pochi mesi, l’azienda ha raggiunto gli obiettivi di fatturato del 2021. Di conseguenza, H-E-B ha ampliato il proprio team digitale di oltre 150 dipendenti. Il team ha inoltre recentemente aggiunto funzioni ottimizzate all’app, come i coupon digitali no-touch, le casse fai-da-te, le donazioni in-app e l’integrazione dei pagamenti SNAP.

“La nostra attenzione alla facilità d’uso si è rivelata ancora più importante di quanto immaginassimo e siamo orgogliosi che la nostra app consenta ad ancora più texani e texane di prendersi cura delle proprie famiglie durante la pandemia,” ha affermato Mike Georgoff, Chief Product Officer di H-E-B Digital. “La forza della nostra azienda sono i nostri dipendenti, al punto che li chiamiamo partner. Per noi è importante espandere il team ogni anno man mano che ampliamo il nostro mercato e offriamo nuovi servizi digitali ai nostri clienti.”

L’app My H-E-B su iPhone 11 Pro.

Gli ampliamenti dei team di Caribu e H-E-B, e il loro contributo alle rispettive app economy locali, sono un esempio emblematico di ciò che sta accadendo in tutto il Paese, dove lo scorso anno tutti gli stati hanno creato decine di migliaia di posti di lavoro.

  • Il Maryland ha creato 25.000 nuovi posti di lavoro legati all’app economy dall’anno scorso. 
  • Il Michigan ne ha creati 12.000, con una crescita del 34% rispetto all’anno precedente. 
  • Molti stati più piccoli, inclusi Alabama, Nevada e Oklahoma, hanno visto incrementi a due cifre nei nuovi posti di lavoro durante lo stesso arco temporale.

Man mano che l’app economy prosegue la sua crescita, Apple sta investendo in opportunità e programmi didattici per preparare persone di ogni età a ricoprire in futuro ruoli in questo settore. Con Swift Playgrounds, Programmare è per tutti e App Development with Swift, Apple offre strumenti e linee guida a chi è interessato a imparare a sviluppare app. Oggi più di 9000 istituti di istruzione secondaria e superiore nel mondo utilizzano i programmi didattici di Apple sul coding, inclusi più di 100 community college negli USA. Inoltre, le coding academy, le accelerator e gli Entrepreneur Camp di Apple offrono agli sviluppatori emergenti l’opportunità di applicare le più recenti tecnologie alle loro app, di creare un’impresa e di introdurre sul mercato le loro idee raggiungendo un pubblico globale. 

L’app Shine su iPhone 11 Pro.

Fra questi sviluppatori troviamo le imprenditrici Naomi Hirabayashi e Marah Lidey, che hanno preso parte all’Apple Entrepreneur Camp nel 2019. La loro app Shine consente agli utenti di accedere facilmente a risorse quotidiane per la salute e il benessere mentale. In risposta alla pandemia di COVID-19, Shine ha avviato una collaborazione con Mental Health America per offrire una risorsa gratuita che contribuisce a mitigare l’ansia generata dall’emergenza coronavirus e prevede di pubblicare un podcast giornaliero. Inoltre, questa estate Shine ha introdotto una nuova categoria dedicata al benessere della comunità afroamericana e ha dato priorità ai contenuti creati da afroamericani.Apple ha un organico di oltre 90.000 dipendenti in tutti i 50 stati. L’impegno dell’azienda a contribuire per 350 miliardi di dollari negli USA su un periodo di cinque anni procede secondo le previsioni. Apple supporta inoltre 450.000 posti di lavoro in ambito produttivo e supply chain grazie alla sua collaborazione con 9000 fornitori americani.

Advertising

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,463FansMi piace
1,560FollowerSegui
192FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...