IN EVIDENZA

La taverna di mezzanotte Tokyo Stories 2 – Recensione

Proseguono i racconti de La taverna di mezzanotte di Yaro Abe. Il secondo volume della serie sempre edita da Bao Publishing continua a raccontare le storie comuni e strane degli avventori di questo locale. Ma c'è maggior spazio per leggende metropolitane e alcuni elementi un po' paranormali e anche una maggiore introspezione del proprietario del quale scopriamo qualcosa in più... Come il precedente volume la serie continua ad appassionarci e commuoverci e proviamo molta empatia con i diversi personaggi e con il cibo che suscita tante emozioni e ricordi.

Proseguono i racconti de La taverna di mezzanotte di Yaro Abe. Il secondo volume della serie edita da Bao Publishing nella collana AIKEN continua con i racconti degli avventori del locale aperto da mezzanotte alle 7 del mattino. Cosa ci riserverà questo nuovo volume? Scopriamolo insieme!

Un altro drink alla taverna di mezzanotte…

La taverna di mezzanotte e il suo proprietario sono pronti ad accogliere nuovi clienti. Ci sono vecchie conoscenze che ritornano e tanti nuovi avventori di quel locale aperto dalla mezzanotte alle 7 della mattina. Ma non solo i gufi che si recano in quel posto a bere qualcosa e assaggiare qualche piatto preparato sul momento. Più spesso abbiamo dei capitoli ambientati alle prime luci dell’alba, momento sereno di un nuovo giorno e che per alcuni rappresenta la fine del loro lavoro… Come nel precedente volume infatti i personaggi sono più che mai diversi, uomini, donne giovani e anziani, e portano i loro problemi, la loro storia e i loro sentimenti.

la taverna di mezzanotte
yaro abe
bao publishinf
AIKEN

Devo però dire che questo secondo volume di La taverna della mezzanotte presenta qualche elemento più paranormale… Ci sono delle leggende metropolitane legate a diversi personaggi, come la presunta vampira, che aggiungono un tocco di mistero a tutto. Però trovo sempre che le storie raccontate per quanto abbiano anche degli elementi paranormali e siano assurde, siano molto legate al reale e alla quotidianità di molte persone. Ci si può davvero riconoscere in personaggio e situazioni raccontate. E nuovamente il cibo continua ad essere come la madeline di Proust, suscita ricordi, emozioni. Forse per noi non sono ramen o altri piatti tipici della cucina giapponese, ma abbiamo tutti un piatto che ci da le stesse identiche sensazioni dei nostri personaggi.

L’empatia prosegue, e continuiamo a riconoscerci in queste situazioni raccontate. Inoltre c’è un maggiore focus sul proprietario. Si abbandona un pochino il mistero che lo avvolge e lo vediamo anche in piccoli momenti fuori dal locale, dove è protagonista e non solo narratore di storie. Spero che nei successivi volumi di questa serie lui stesso possa raccontare di sé e non solo degli altri.

Questo secondo volume di La taverna di mezzanotte prosegue con quelle storie del primo che continuano ad essere piacevoli, dolci, divertenti, commoventi. Se quindi vi era piaciuto il primo, non potrete davvero perdervi il secondo che anche se è sempre una raccolta di diverse storie. Forse la ripetitività può sembrare noiosa ma le storie mantengono l’attenzione del lettore alta e lo spinge, grazie ai piccoli dettagli e novità che si aggiungono. Insomma un buon piatto si può gustare anche una seconda volta…

La taverna di mezzanotte
Bao publishing
AIKEN
yaro abe

Ringraziamo la casa editrice Bao Publishing che ci ha fornito una copia digitale del manga per poterlo recensire. Vi ricordiamo anche la nostra recensione del primo volume di La taverna di mezzanotte – Tokyo Stories, la trovate qui. Qui, invece, potete scoprire anche altri titoli della collana AIKEN. Avete letto entrambi i volumi di questa serie? Vi sono piaciuti? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguire Nerd Pool per essere sempre aggiornati sui vostri manga e anime preferiti!

ARGOMENTI CORRELATI

Proseguono i racconti de La taverna di mezzanotte di Yaro Abe. Il secondo volume della serie sempre edita da Bao Publishing continua a raccontare le storie comuni e strane degli avventori di questo locale. Ma c'è maggior spazio per leggende metropolitane e alcuni elementi un po' paranormali e anche una maggiore introspezione del proprietario del quale scopriamo qualcosa in più... Come il precedente volume la serie continua ad appassionarci e commuoverci e proviamo molta empatia con i diversi personaggi e con il cibo che suscita tante emozioni e ricordi.
Voto
8

Scrivi qui il tuo commento...