spot_imgspot_img

Spider-Man Miles Morales: BossLogic realizza due cover alternative del videogioco

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

L’artista BossLogic ha postato due copertine non ufficiali del prossimo gioco per PlayStation 5, Spider-Man: Miles Morales, con Miles nell’iconico costume di Spider-Man: Into the Spider-Verse.

BossLogic ha rivelato le due copertine su Twitter, dopo il video della scorsa settimana che ha rivelato la presenza del costume di Spider-Verse nel gioco, disponibile come bonus il giorno di lancio (12 nov.) per PS4 e PS5.

Le copertine utilizzano lo stile glitchy che rendeva unico il film del 2018. La prima ha uno sfondo bianco, mentre la seconda più scuro, ed entrambe mettono in risalto il potere di Miles di sparare un veleno che può elettrizzare i nemici.

Creato da Brian Michael Bendis nel 2011, Miles Morales nasce come personaggio dell’Universo Ultimate. Quando un giovane Peter Parker morì in battaglia contro Goblin, Miles ereditò il ruolo di Spider-Man. Con l’uscita di Spider-Man: Into the Spider-Verse la popolarità di Miles è cresciuta tantissimo e ora non vediamo l’ora arrivi il videogioco a lui dedicato.

Sviluppato da Insomniac Games e PlayStation Studios, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales sarà disponibile per PlayStation 5 e PlayStation 4 il 12 novembre.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo Marvel Comics.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

Viacbr

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

spot_img
Simone Giorgi
Sono Simone, 27 anni, e al momento mi divido tra Milano e Macerata. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ho frequentato il Master in Editoria della Fondazione Mondadori e lavoro come Junior Publisher per Pearson Italia. Ho sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolar modo per i fumetti. Da Topolino ai manga, passando per i comics americani, il fumetto italiano e quello franco-belga, non rinuncio a esplorare ogni sottogenere di questo mondo così vasto e spesso troppo sottovalutato. Tuttavia, mi piace definirmi come un nerd a 360°, essendo appassionato anche di cinema e serie tv.

POTREBBERO INTERESSARTI: