IN EVIDENZA

Critical Role: Vox Machina Le Origini vol.1 – Recensione

Critical Role: Vox Machina Le Origini è una lettura super consigliata a chiunque ami il genere fantasy e i giochi di ruolo. La storia potrebbe peccare di originalità, ma il punto forte di questo volume sono i personaggi, ognuno caratterizzato alla perfezione e mai identico agli altri. Chi già conosce il mondo di Critical Role potrà vederli sotto una nuova luce e accompagnarli in un viaggio nel passato per scoprire il momento del loro primo incontro.
CRITICAL ROLE

Qualsiasi appassionato di Dungeons & Dragons e di GDR avrà sicuramente sentito parlare di Critical Role, una campagna di D&D che negli ultimi anni sta riscuotendo un successo planetario soprattutto grazie a una webseries. Nella serie vediamo un cast di doppiatori professionisti interpretare i loro personaggi durante le sessioni di gioco, sempre sotto la guida del Master Matthew Mercer.

La popolarità dello show ha portato i creatori a sviluppare tutta una serie di prodotti collegati a questo franchise, e ovviamente non poteva mancare una pubblicazione a fumetti. È innegabile come ogni giocatore immagini di poter vivere in prima persona e di vedere rappresentate su carta o sullo schermo le avventure dei propri personaggi.

Critical Role racconta la storia di un gruppo di individui con abilità diverse che si ritrovano a collaborare per affrontare innumerevoli nemici. La prima campagna (conclusasi alcuni anni fa) si intitolava Vox Machina e la serie a fumetti proposta da Edizioni BD (e pubblicata in originale da Dark Horse) ne costituisce il prequel.

VOX MACHINA LE ORIGINI vol.1

Il volume si compone di sei capitoli e, in particolare, i primi tre servono a introdurci tutti i protagonisti della storia. I due mezzelfi Vax’ildan e Vex’ahlia, il bardo gnomo Scanlan e il barbaro Grog, e infine la druida Keyleth e lo stregone dragonide Tiberius Strongwind. Le coppie vengono presentate una alla volta e tutte sembrano essere alle prese con missioni diverse che riguardano la città portuale di Stilben. Che cosa lega dell’acqua avvelenata a uno specchio magico che permette di spostarsi tra luoghi lontani? Una serie di circostanze fortuite farà incontrare i personaggi e li metterà contro una minaccia all’apparenza imbattibile.

Da una parte, la storia potrebbe peccare di originalità, trattandosi di una campagna a sfondo fantasy con elementi piuttosto ricorrenti del genere (l’ambientazione, i temi trattati). Dall’altra, il punto forte di questo volume sono proprio i personaggi, ognuno caratterizzato alla perfezione e mai identico agli altri. In particolare, vorrei citare Scanlan Shorthalt, il bardo gnomo la cui abilità principale è riuscire ad abbindolare gli avversari con una parlantina vivace e con le sue canzoni. Inoltre, Scanlan sembra quasi rendersi conto di trovarsi in una storia inventata. Perciò, pur avendo completato la sua missione iniziale, decide di unirsi al gruppo di avventurieri, altrimenti la storia sarebbe stata troppo breve e noiosa.

Mi sono anche affezionato molto alla druida Keyleth. La ragazza è forse il personaggio più “puro” di tutta la storia e sente il dovere di aiutare ogni persona in difficoltà. Molto affascinante anche la sua abilità di trasformarsi in qualsiasi animale, in base alle necessità del momento. All’inizio sembra solo una ragazza con la testa sulle nuvole e con poche abilità, ma in realtà il suo apporto (e le sue abilità curative) sono fondamentali per portare a termine la missione.

CONCLUSIONI

In passato ho giocato ad alcuni GDR, ma non avevo mai visto Critical Role. Tuttavia, mi sono particolarmente divertito nel leggere questa storia e la reputo una lettura super consigliata a chiunque ami il genere fantasy e i giochi di ruolo. Al contrario, non penso ci sia bisogno di raccomandare l’acquisto ai fan della webseries. La storia è scritta da Matthew Colville e disegnata da Olivia Samson, con uno stile semplice ma che ben si adatta al tema. E non bisogna dimenticare che anche Matthew Mercer ha partecipato all’ideazione della storia così che i personaggi potessero essere estremamente fedeli a come sono stati pensati dai creatori della serie. Vox Machina Le Origini ha avuto un grande successo in America. È già uscito un secondo volume e presto partirà una terza miniserie!

Il volume è curato alla perfezione da Edizioni BD e contiene numerosi extra in appendice: una mappa di Stilben, le schede di approfondimento sui nemici e diverse bozze di copertina. Inoltre è disponibile anche una variant cover con uno sfondo che ricorda i primi manuali ormai storici di D&D.

  • critical role

ARGOMENTI CORRELATI

Critical Role: Vox Machina Le Origini è una lettura super consigliata a chiunque ami il genere fantasy e i giochi di ruolo. La storia potrebbe peccare di originalità, ma il punto forte di questo volume sono i personaggi, ognuno caratterizzato alla perfezione e mai identico agli altri. Chi già conosce il mondo di Critical Role potrà vederli sotto una nuova luce e accompagnarli in un viaggio nel passato per scoprire il momento del loro primo incontro.
Voto
7,5

Scrivi qui il tuo commento...