spot_imgspot_img

Stranger Things: come si sono incontrati per la prima volta i protagonisti?

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

ATTENZIONE: il seguente articolo contiene spoiler su Stranger Things and Dungeons & Dragons #1 di Jody Houser, Jim Zub e Diego Galindo.

Dungeons & Dragons è stato un tema centrale della serie Netflix Stranger Things sin dall’inizio. Proprio la conoscenza del gioco e del mondo dei GDR li ha aiutati a sopravvivere a mille pericoli. La serie inizia quando loro già si conoscono bene e hanno scoperto da tempo il mondo di D&D. Ma c’è sempre la curiosità di scoprire com’è nata una storia e la miniserie Dark Horse / IDW Stranger Things and Dungeons & Dragons vuole raccontarci proprio l’inizio di questa grande amicizia.

Intanto, questo gruppo di amici non sarebbe mai diventato tale, se non fosse stato per una coppia di bulli. Mike, Lucas e Will, mentre sono in fuga da loro, si ritrovano in una piccola libreria dove scoprono un universo di meraviglie e sono subito rapiti dal mondo di Dungeons & Dragons.

Da quel momento, i ragazzi non riescono a pensare ad altro. Vogliono fare il possibile per mettere le mani su una copia del manuale, per poter creare tante nuove avventure. Una scoperta che cambierà le loro vite.

Il gioco non cambierà solo le vite di questi tre ragazzi. Infatti, un altro studente li ascolta mentre pianificano una sessione di gioco e cerca di calcolare le probablità di successo di un colpo critico. Stiamo parlando di Dustin, genietto della matematica che diventerà il quarto membro del gruppo.

Il resto della storia si focalizza sui quattro ragazzi e sulla crescita della loro amicizia. Vengono narrate diverse avventure di D&D, e il talento artistico di Will li aiuta a visualizzare nel miglior modo le storie che stanno vivendo.

In breve, il gruppo diventa super esperto finendo la prima campagna, e questo li rende sempre più uniti. Il mondo esterno sembra non adattarsi a loro, ma, attraverso il gioco, hanno trovato un modo per adattare a loro il mondo che li circonda.

Viene ripercorso anche un altro momento iconico: la costruzione della casa dei giochi nel bosco. Questo elemento tornerà spesso nella serie, ed è il luogo in cui si rifugia Will quando è intrappolato nel Sottosopra. Lo stesso vale per i walkie talkie; uno strumento che sarà molto utile ai ragazzi.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo del Fumetto.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

Viacbr

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

CORRELATI

spot_img
Simone Giorgi
Sono Simone, 27 anni, e al momento mi divido tra Milano e Macerata. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ho frequentato il Master in Editoria della Fondazione Mondadori e lavoro come Junior Publisher per Pearson Italia. Ho sempre avuto una grande passione per la lettura, in particolar modo per i fumetti. Da Topolino ai manga, passando per i comics americani, il fumetto italiano e quello franco-belga, non rinuncio a esplorare ogni sottogenere di questo mondo così vasto e spesso troppo sottovalutato. Tuttavia, mi piace definirmi come un nerd a 360°, essendo appassionato anche di cinema e serie tv.

POTREBBERO INTERESSARTI: