IN EVIDENZA

Apple: è arrivata la nuova generazione di Mac

COMUNICATO STAMPA

In una giornata memorabile per il Mac, Apple ha introdotto i nuovi MacBook AirMacBook Pro 13″ e Mac mini con il rivoluzionario processore M1, il primo di una famiglia di chip progettati da Apple appositamente per Mac. Di gran lunga il chip più potente mai realizzato da Apple, il processore M1 trasforma l’esperienza Mac. Con prestazioni per watt all’avanguardia nel settore, insieme a macOS Big Sur il chip M1 offre prestazioni CPU fino a 3,5 volte più scattanti, prestazioni GPU fino a 6 volte superiori e apprendimento automatico fino a 15 volte più veloce, con una batteria che dura fino a 2 volte più a lungo.

Inoltre, con il chip M1 e Big Sur, gli utenti possono accedere alla più ampia collezione di app mai vista su Mac. Con prestazioni straordinarie e nuove funzioni innovative, i modelli Mac con chip M1 hanno un valore incredibile e sono tutti disponibili per l’ordine da oggi.“L’introduzione di tre nuovi Mac con il rivoluzionario chip M1 di Apple rappresenta un cambiamento coraggioso frutto di anni di lavoro e segna una data assolutamente storica per il Mac e per Apple,” ha dichiarato Tim Cook, CEO di Apple.

“Il chip M1 è di gran lunga il chip più potente che abbiamo mai creato; insieme a Big Sur, offre prestazioni incredibili, un’autonomia della batteria straordinaria e accesso ad ancora più software e app. Non vediamo l’ora che i nostri clienti possano sperimentare questa nuova generazione di Mac che, ne siamo certi, li aiuterà a continuare a cambiare il mondo.”

Fotografa con un MacBook Air con chip M1.

MacBook Air: incredibilmente potente, sottile e leggero

MacBook Air è il Mac più popolare di Apple e il notebook da 13″ più venduto al mondo. Grazie al chip M1, tutte le attività su MacBook Air sono più veloci, dal fotoritocco degli scatti di famiglia all’esportazione di video da condividere sul web. La potente CPU a 8 core ha prestazioni fino a 3,5 volte più scattanti rispetto alla generazione precedente. Grazie a una GPU fino a 8 core, la grafica è fino a 5 volte più veloce, il più grande passo in avanti di sempre per MacBook Air: ora i giochi più immersivi e ricchi di contenuti grafici raggiungono frame rate significativamente superiori. I workload ML sono fino a 9 volte più scattanti, perciò le app che utilizzano funzioni basate sull’apprendimento automatico, come il riconoscimento facciale o il rilevamento degli oggetti, impiegano nettamente meno tempo per queste operazioni.

Il controller dell’archiviazione del chip M1 e la più recente tecnologia flash offrono prestazioni SSD fino a 2 volte superiori, perciò è possibile visualizzare l’anteprima delle immagini o importare file di grandi dimensioni più velocemente che mai. E in MacBook Air, il chip M1 è più veloce dei processori nel 98% dei PC portatili venduti lo scorso anno.1Con l’efficienza energetica leader di settore del chip M1, MacBook Air raggiunge queste prestazioni strepitose con un design senza ventole, per un’esperienza perfettamente silenziosa. E il nuovo MacBook Air ha una straordinaria autonomia della batteria: fino a 15 ore di navigazione web in wireless e fino a 18 ore di riproduzione video, la più grande di sempre su MacBook Air.

MacBook Air con chip M1 con finitura oro.

Rispetto alla generazione precedente, MacBook Air con chip M1 è in grado di:

  • Esportare un progetto per il web con iMovie fino a 3 volte più velocemente. 
  • Integrare effetti 3D in un video in Final Cut Pro fino a 5 volte più velocemente. 
  • Per la prima volta, riprodurre e montare stream multipli di video ProRes 4K di piena qualità in Final Cut Pro senza perdere un fotogramma.
  • Esportare foto da Lightroom fino a due volte più velocemente.
  • Utilizzare funzioni basate su ML come Smart Conform in Final Cut Pro per regolare in maniera intelligente i frame di un clip fino a 4,3 volte più velocemente.
  • Guardare ancora più film e serie TV con un’autonomia della batteria fino a 18 ore, la più grande di sempre su MacBook Air.
  • Prolungare le chiamate FaceTime e le altre videochiamate fino a due volte più a lungo con una sola carica.
App iMovie su MacBook Air.
Apple TV+ su MacBook Air.
FaceTime sul nuovo MacBook Air.

Altre novità di MacBook Air includono il più recente processore ISP di Apple nel chip M1, che migliora la qualità delle immagini con una riduzione del rumore ottimizzata, una gamma dinamica più ampia e un migliore bilanciamento del bianco automatico, e il rilevamento dei volti potenziato grazie all’apprendimento automatico, così gli utenti appariranno sempre al meglio durante le videochiamate. Il supporto per l’ampia gamma cromatica P3 rende il display Retina ancora più brillante e realistico. Il Secure Enclave nel chip M1, insieme a Big Sur, offre la migliore sicurezza della categoria con funzioni come il Touch ID, che consente di sbloccare facilmente MacBook Air e di fare acquisti sicuri online con Apple Pay.

Wi-Fi 6 assicura prestazioni wireless più veloci, mentre le due porte Thunderbolt con supporto per USB 4 consentono di collegare un’ampia gamma di periferiche.Con il suo design elegante, un meraviglioso display Retina, Magic Keyboard e livelli incredibili di prestazioni grazie al chip M1, il nuovo MacBook Air ridefinisce ancora una volta ciò che è in grado di fare un notebook sottile e leggero. E ha un prezzo di soli €1159 (e a meno per i clienti Education).

Display Retina su MacBook Air.

MacBook Pro 13″: ancora più potente, ancora più Pro

MacBook Pro 13″ è il notebook Pro più popolare di Apple. Gli studenti lo utilizzano per affrontare l’università, mentre i professionisti lo utilizzano per incanalare la loro creatività. Con il chip M1 e Big Sur, MacBook Pro 13″ diventa ancora più potente e ancora più Pro. La CPU a 8 core, quando è abbinata al sistema di raffreddamento attivo di MacBook Pro, è fino a 2,8 volte più veloce della generazione precedente, con prestazioni rivoluzionarie per compilazione di codice, transcodifica di video, editing di foto ad alta risoluzione e tanto altro. La GPU a 8 core è fino a 5 volte più scattante e offre agli utenti prestazioni grafiche incredibilmente fluide per progettare nuovi prodotti o giochi dalla grafica complessa.

E con il chip M1, MacBook Pro 13″ è fino a 3 volte più veloce del portatile Windows più venduto nella stessa categoria.3 L’apprendimento automatico è fino a 11 volte più reattivo; per i task di machine learning on-device che utilizzano il Neural Engine, il nuovo MacBook Pro 13 è ora il notebook Pro compatto più veloce al mondo.4 Con una batteria che offre fino a 17 ore di navigazione web in wireless e fino a ben 20 ore di riproduzione video, MacBook Pro ha un’autonomia fino a due volte superiore rispetto alla generazione precedente, nonché la più grande di sempre su Mac.2

Il nuovo MacBook Pro 13".

Rispetto alla generazione precedente, MacBook Pro 13″ con chip M1 è in grado di:

  • Scrivere codice in Xcode fino a 2,8 volte più velocemente.
  • Eseguire il rendering di un complesso titolo 3D in Final Cut Pro fino a 5,9 volte più velocemente. 
  • Progettare in maniera fluida scene di gioco complesse in Unity Editor fino a 3,5 volte più velocemente. 
  • Eseguire task di apprendimento automatico in Create ML fino a 11 volte più velocemente.
  • Separare tracce di percussioni, strumenti e voce da una registrazione in tempo reale in djay Pro AI, grazie alle prestazioni straordinarie del Neural Engine. 
  • Riprodurre video ProRes 8K di piena qualità in DaVinci Resolve senza perdere un fotogramma. 
  • Compilare quattro volte più codice con una sola carica, grazie alle rivoluzionarie prestazioni per watt del chip M1.
Ambiente di coding Xcode su MacBook Pro.
Ambiente di editing Algoriddim su MacBook Pro.
Software DaVinci Resolve su MacBook Pro.

Altre novità di MacBook Pro 13″ includono microfoni di qualità professionale, per registrazioni e chiamate ultranitide, e il più recente sensore ISP di Apple nel chip M1, per immagini più chiare e ancora più dettagli nelle ombre e nei punti luce durante le videochiamate. Il nuovo MacBook Pro offre inoltre la migliore sicurezza della categoria con il Secure Enclave nel chip M1 e il Touch ID. E include due porte Thunderbolt con supporto per USB 4 che consentono di collegare ancora più periferiche che mai, incluso il Pro Display XDR di Apple con massima risoluzione 6K.Con le sue prestazioni straordinarie, un’incredibile autonomia della batteria, un meraviglioso display Retina, Magic Keyboard e un design compatto con un peso di soli 1,4 kg, il nuovo MacBook Pro 13″ è la massima espressione di ciò che il chip M1 è in grado di fare. E ha un prezzo a partire da soli €1479 (e a meno per i clienti Education).

Photoshop sul nuovo MacBook Pro.

Mac mini: prestazioni fenomenali in un design ultracompatto

Mac mini è il computer più versatile di Apple e ora, con il chip M1, offre prestazioni fenomenali e nuove funzioni incredibili in un design compatto. Il chip M1 ha una CPU a 8 core con prestazioni fino a 3 volte superiori rispetto alla generazione precedente e velocizza nettamente i carichi di lavoro più esigenti, dalla compilazione di milioni di righe di codice alla creazione di enormi progetti musicali multitraccia. La GPU a 8 core offre una grafica fino a 6 volte più veloce, così ora Mac mini può affrontare facilmente persino le operazioni che mettono a dura prova l’elaborazione, come i complessi rendering 3D. Anche i workload ML sono decisamente più reattivi, con prestazioni fino a 15 volte superiori rispetto alla generazione precedente. E rispetto al computer desktop Windows più venduto nella stessa fascia di prezzo, Mac mini è grande appena un decimo e raggiunge prestazioni fino a 5 volte più veloci.5

Il nuovo Mac mini con chip M1.

Rispetto alla generazione precedente, Mac mini con chip M1 è in grado di

  • Compilare codice in Xcode fino a 3 volte più velocemente. 
  • Eseguire un gioco dalla grafica complessa come “Shadow of the Tomb Raider” con frame rate fino a 4 volte superiori. 
  • Eseguire il rendering di una complessa timeline in Final Cut Pro fino a 6 volte più velocemente. 
  • Portare la produzione musicale a nuovi livelli utilizzando fino a 3 volte più plug-in in tempo reale in Logic Pro.
  • Aumentare la risoluzione di una foto in Pixelmator Pro fino a 15 volte più velocemente. 
  • Utilizzare framework ML come TensorFlow o Create ML, ora accelerati dal chip M1.
Ambiente di coding Xcode su Mac mini.
Prestazioni dei giochi su Mac mini.
Logic Pro con il nuovo Mac mini e Pro Display XDR.

Mac mini offre inoltre un’architettura termica avanzata per gestire le sue prestazioni straordinarie in modo silenzioso e senza surriscaldarsi, supporto fino a due display, incluso il Pro Display XDR di Apple con massima risoluzione 6K, Wi-Fi 6 per prestazioni wireless più veloci e il Secure Enclave nel chip M1 per una sicurezza leader di categoria. Con il chip M1 e Big Sur, Mac mini segna un cambiamento radicale in ciò che possono fare i computer desktop ultracompatti. Nettamente più versatile e capace che mai, Mac mini è ora disponibile a soli €819 (IVA inca.). 

macOS Big Sur

Tutti i nuovi Mac hanno di serie Big Sur, la più recente versione del sistema operativo desktop più evoluto al mondo. Big Sur introduce un bellissimo design, che ha un aspetto familiare nonostante sia completamente rinnovato, e potenti aggiornamenti alle app, tra cui Safari, Messaggi e Mappe. Big Sur è progettato sin dalle basi per sfruttare appieno tutta la capacità e la potenza del chip M1 e offrire un netto incremento delle prestazioni, un’incredibile autonomia della batteria e protezioni di sicurezza ancora più solide. Con il chip M1, tutto ciò che gli utenti fanno ogni giorno è sensibilmente più fluido e veloce. Proprio come iPhone e iPad, anche il Mac ora si riattiva all’istante dallo standby. La navigazione con Safari, che è già il browser più veloce del mondo, è fino a 1,5 volte più scattante nell’esecuzione di JavaScript e quasi 2 volte più reattiva.6Con Big Sur e il chip M1, gli utenti Mac possono utilizzare ancora più app di prima. Tutto il software Mac di Apple è ora Universal e viene eseguito in nativo sui sistemi con M1. Anche le app per Mac non aggiornate a Universal vengono eseguite senza problemi grazie alla tecnologia Rosetta 2 di Apple. E le app per iPhone e iPad ora possono essere utilizzate direttamente su Mac. Inoltre, le fondamenta di Big Sur sono ottimizzate per sfruttare appieno tutta la potenza del chip M1, incluse le tecnologie per gli sviluppatori, da Metal per la grafica a Core ML per il machine learning.

MacBook Air con finitura oro.
MacBook Pro con finitura argento.
Mac mini con finitura argento e Pro Display XDR.

Prezzi e disponibilità

  • I nuovi MacBook Air, MacBook Pro 13″ e Mac mini con chip M1 possono essere ordinati da oggi su apple.com e tramite l’app Apple Store. Le consegne ai clienti e la disponibilità in alcuni Apple Store e Rivenditori Autorizzati Apple inizieranno la prossima settimana. Il nuovo MacBook Air ha un prezzo a partire da €1159 (IVA incl.); il nuovo MacBook Pro 13″ ha un prezzo a partire da €1479 (IVA incl.); il nuovo Mac mini ha un prezzo a partire da €819 (IVA Incl.). 
  • I clienti possono trovare gli stessi, eccellenti servizi di shopping e assistenza su apple.com/shop, tramite l’app Apple Store e presso gli Apple Store. I clienti possono ricevere aiuto per i loro acquisti dai nostri Apple Specialist, scegliere opzioni di finanziamento con pagamenti mensili, permutare i dispositivi idonei, fare affidamento sui nostri servizi di assistenza e scegliere la consegna senza contatto o il ritiro all’Apple Store. I clienti possono verificare su apple.com/it/retail tutte le misure adottate per tutelare la salute e la sicurezza, nonché i servizi disponibili nel loro Apple Store di riferimento.
  • Le specifiche tecniche dettagliate, le opzioni per la configurazione personalizzata e gli accessori sono disponibili online su apple.com/mac.

Immagini di MacBook Air, MacBook Pro e Mac miniScarica tutte le immaginiApple ha rivoluzionato la tecnologia personale con l’introduzione del Macintosh nel 1984. Ancora oggi Apple è all’avanguardia nel mondo per l’innovazione con iPhone, iPad, Mac, Apple Watch e Apple TV. Le cinque piattaforme software di Apple – iOS, iPadOS, macOS, watchOS e tvOS – forniscono un’esperienza fluida e continua su tutti i dispositivi Apple e offrono alle persone servizi innovativi, tra cui App Store, Apple Music, Apple Pay e iCloud. Gli oltre 100.000 dipendenti Apple si impegnano per realizzare i migliori prodotti sul pianeta, e lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato.

  1. Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando MacBook Pro 13″ di pre‑produzione con chip Apple M1 e 16GB di RAM. Prestazioni misurate utilizzando specifici benchmark di settore. Configurazioni PC da dati di vendita accessibili pubblicamente nell’arco degli ultimi 12 mesi. I test sulle prestazioni vengono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni indicative di MacBook Pro.
  2. La durata della batteria varia a seconda delle impostazioni, dell’utilizzo e altri fattori. I risultati effettivi possono variare.
  3. Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando MacBook Pro 13″ di pre‑produzione con chip Apple M1 e PC in produzione con processore Intel Core i7, Intel Iris Plus Graphics 645 e la versione di Windows 10 più recente disponibile sul mercato al momento del test. Sistema più venduto in base a dati di vendita accessibili pubblicamente nell’arco degli ultimi 9 mesi. Test condotti con workload dalla grafica complessa in applicazioni commerciali. I test sulle prestazioni vengono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni indicative di MacBook Pro.
  4. Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando MacBook Pro 13″ di pre‑produzione con chip Apple M1 e PC in produzione con processore Intel Core i7 e grafica dedicata. Per notebook Pro compatto si intende un notebook con grafica a elevate prestazioni, peso pari o inferiore a 1,4 kg e spessore pari o inferiore a 2,16 cm. Test condotti con modelli di rete neurale convoluzionale pretrained e framework ottimizzati su ogni piattaforma. I test sulle prestazioni vengono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni indicative di MacBook Pro.
  5. Test condotti da Apple nell’ottobre 2020 utilizzando Mac mini di pre‑produzione con chip Apple M1 e PC in produzione con processore Intel Core i5, Intel UHD Graphics 630 e la versione di Windows 10 più recente disponibile sul mercato al momento del test. Sistema più venduto in base a dati di vendita accessibili pubblicamente nell’arco degli ultimi 9 mesi. Test condotti utilizzando specifici benchmark grafici di settore. I test sono condotti utilizzando sistemi specifici e rispecchiano le prestazioni approssimative di Mac mini.
  6. “Il browser più veloce al mondo”: Test condotti da Apple nell’agosto e ottobre 2020 utilizzando i benchmark delle prestazioni JetStream 2, MotionMark 1.1 e Speedometer 2.0. Test condotti con Safari 14 pre-release e le più recenti versioni stabili di Chrome, Firefox e (Windows) Microsoft Edge disponibili al momento del test, su MacBook Pro 13″ con processore Intel Core i5, macOS Big Sur pre-release e Windows 10 Home eseguito in Boot Camp; iPad Pro 12,9″ (4a generazione) con iPadOS 14 pre-release e Microsoft Surface Pro 7 con processore Intel Core i7 e Windows 10 Pro; e iPhone 11 Pro Max con iOS 14 pre-release e Samsung Galaxy S20 Ultra con Android 10. I dispositivi testati erano connessi a una rete Wi-Fi WPA2. Le prestazioni variano in base all’uso, alla configurazione del sistema, alla connessione di rete e ad altri fattori.“Fino a 1,5 volte più scattante nell’esecuzione di JavaScript e quasi 2 volte più reattiva”: Test condotti da Apple nel settembre e ottobre 2020 utilizzando i benchmark delle prestazioni JetStream 2 e Speedometer 2.0. I test sono stati eseguiti su MacBook Air e Mac mini di pre‑produzione con chip M1 e GPU a 8 core, e su MacBook Air 13″ in produzione con processore Intel Core i7 quad‑core a 1,2GHz e Mac mini in produzione con processore Intel Core i3 quad‑core a 3,6GHz; tutti i sistemi erano configurati con 16GB di RAM, unità SSD da 2TB e macOS Big Sur pre‑release. È stato utilizzato Safari 14.0.1 pre-release. I dispositivi testati erano connessi a una rete Wi-Fi WPA2. Le prestazioni variano in base alla configurazione del sistema, alla connessione di rete e ad altri fattori.

ARGOMENTI CORRELATI

Scrivi qui il tuo commento...