IN EVIDENZA

L’Attacco dei Giganti Stagione Finale: “La porta della speranza”

Il terzo episodio di L'Attacco dei Giganti La Stagione Finale si intitola "La porta della speranza". Al centro abbiamo Reiner e il suo passato, come ha scelto di diventare un detentore del potere di un Gigante per poter dare serenità alla sua famiglia e a sua madre. Ma non è un percorso facile e tutto quello che ha fatto lo ha segnato ancora oggi... Uno sguardo al personaggio e ad alcuni eventi della serie visti però dai suoi occhi e da quelli di altri personaggi come Annie e Bethold. Una parte che nel manga è più dettagliata e qui ci sono alcuni tagli non trascurabili per i fan dell'opera di Hajime Isayama. Però è un episodio più piacevole del precedente, con maggiore azione e una animazione molto fluida e che è eccepibile soprattutto nel mostrare i volti dei personaggi e tutte le loro emozioni.

Un nuovo episodio di L’Attacco dei Giganti La Stagione Finale. E’ tempo di aprire “la porta della speranza” e scoprire lati ancora oggi rimasti nascosti di un personaggio molto amato. Reiner e il suo passato saranno svelati rivelando cose mai raccontate prima nella serie… Scopritele insieme nella nostra recensione!

ATTENZIONE! L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER!

L’Attacco dei Giganti: Reiner POV

E’ una notte insonne per Reiner all’inizio di questo episodio di L’Attacco dei Giganti. Il ragazzo pensa al suo passato e sua madre. E’ lei che quando era piccolo lo spingeva a diventare un Guerriero di Marley. Perché loro sono Eldiani e suo padre, un Marleyano non poteva vivere con loro. Ma se il ragazzo fosse diventato un Guerriero allora gli sarebbe valso il titolo di Marleyano Onorario e così riunire la sua famiglia, rendere sua madre felice…

Ecco come Reiner diventa cadetto e inizia il suo duro addestramento. Non è facile per via della giovane età dei partecipanti e la competizione. I cadetti sono sette, ma solo sei saranno scelti. Reiner deve vedersela con gli altri ragazzi che abbiamo conosciuto: Bethold, Annie, Zeke, Pieck, Marcel e suo fratello Porko. Quest’ultimo prova astio verso Reiner e gli dice che lui non potrà diventare un Guerriero ed ereditare il potere di un Gigante.

Attacco dei giganti
Reiner

Reiner non ha la forza e l’abilità degli altri, dalla sua ha solo una cieca fedeltà nei confronti di Marley, quella inculcata dalla madre e che a volte sfocia in comportamenti folli e nervosi da parte del ragazzino. Non gli importa se vivrà solo 13 anni ereditando un Gigante. Vuole rendere i suoi genitori fieri, diventare un eroe e uscire dalle mura del campo di internamento, un po’ come un annoiato Eren dietro al Wall Maria sulla temuta isola dei demoni…

Reiner ce la farà ed ecco Marley presentare e usare i suoi potenti giganti. Reiner ha il Gigante Corazzato e il suo potere di indurimento. Annie con il Gigante Femmina reso ancora più forte dalla sua abilità con le arti marziali. Marcel che sfrutta gli artigli e l’agilità del Gigante Mascella. Zeke con il Bestia e i suoi potenti lancia. Pieck, il Carro, che può essere attrezzato con diversi armi e ha una trasformazione molto prolungato. Infine Berthold, il Gigante Colossale definito senza poche parole come “il dio della distruzione”.

Porko è colui che non è stato scelto e non capisce bene perché Reiner ha ricevuto un Gigante nonostante le sue mancate abilità. E adesso lui, Annie, Bethold e Marcel stanno per partire per una missione: recuperare il Gigante Fondatore sull’isola di Paradise. Mentre Porko lo insulta, Marcel a Reiner può solo scusarsi e il motivo si scoprirà solo nel pieno di questa missione pericolosa…

L'attacco dei giganti

Tormenti e paura e mistero

Questo episodio di L’Attacco dei Giganti, infatti, ci racconterà anche dei retroscena di quegli eventi che ben conosciamo, Ymir e il Gigante Mascella, ma soprattutto il giorno fatidico in cui il Colossale e il Corazzato hanno sconvolto la vita di Eren. Questi episodi sono raccontati da un diverso punto di vista concentrandosi maggiormente su Reiner e i suoi compagni.

Il ragazzo è il vero protagonista de “La porta della speranza”. La sua storia colpisce proprio perché si vede come sia stato in parte traviato dalla madre che abbiamo conosciuto nel precedente episodio. Reiner nella sua ingenuità crede che diventando un Guerriero come vuole Marley riuscirà a risolvere tutto, anche l’odio dei Marleyani verso gli Eldiani, a farsi amare anche dal padre assente. Per questo è molto determinato e risoluto in maniera quasi ossessiva che lo porta ad agire in maniera inattesa e con conseguenze inaspettate da lui stesso.

Prende il posto di Marcel come leader della missione, guiderà Annie e Berthold in un piano folle sull’isola di Paradise. Tornare indietro senza risultati non è ammesso, non sapendo le terribili conseguenze alle quali vanno incontro. Certo, non è facile andare d’accordo e agire in come ma loro porteranno avanti il piano incontrando gli altri personaggi che conosciamo e fingendo loro.

Vediamo Reiner determinato ma anche fragile. Ha mentito ai suoi compagni e amici, ha fatto sì che alcuni morissero, ha tradito quei rapporti di fiducia e amicizia che ha creato per tenere la facciata della missione. La sua storia si intreccia con gli inizi della serie di L’Attacco dei Giganti, si incastra con la storia di Eren, Mikasa e Armin, ancor prima che si incontrassero di persona e anche dopo… Ancora oggi, dopo tutti quegli anni, anche se tornato a casa da vincitore, Reiner è tormentato da quello che ha detto e fatto tanto che è intenzionato a farla finita…

L'attacco dei giganti
Reiner

Cosa lo tiene in vita sono i quattro cadetti che erediteranno il suo Gigante. In particolare Falco. Così simile a lui, indirettamente lo salva, lo ferma ma un incontro che il ragazzino farà all’ospedale militare potrebbe cambiare le cose per tutti a Liberio e non solo…

Un episodio bello anche se chi ha letto il manga di L’Attacco dei giganti avrà notato parecchi tagli. La parte dell’addestramento di Reiner e le sue difficoltà, i discorsi con Porko, e la missione di recupero come era e come cambia una volta che Marcel viene divorato. Ci si è voluto concentrare soprattutto sull’azione, tralasciano appunto queste situazioni, ma nel complesso il ritmo della storia trovo che sia stata una buona scelta anche se da fan del manga mi è dispiaciuto non veder animate certe situazioni. Non credo che si senta la mancanza di spiegazioni o dettagli e credo che questo sia importante così che l’anime mantenga una sua coerenza anche se non fedele all’opera principale.

L’animazione è buona perché appunto presenta molte scene di azioni e momenti interessanti. La presentazione dei Giganti e dei suoi possessori molto bela e particolare. Siamo lontani dai livelli del precedente episodio e vediamo i punti di forza non solo di MAPPA studio ma di tutta la serie. I volti dei personaggi che esprimono la paura e tutti i sentimenti che essi provano e sono molto espliciti. E poi il mistero, la tensione che si crea e viene ben trattata e ci presuppone che i prossimi episodi saranno pieni di sorprese…

L'attacco dei giganti

Che ne pensate di questo episodio? Vi è piaciuto? Vi ricordiamo che gli episodi di L’Attacco dei Giganti La Stagione Finale sono disponibili su VVVVID e Prime Video sottotitolati in italiano ogni martedì alle 8:00. Abbiamo recensito gli episodi 1 e 2, non perdeteveli! E continuate a seguire Nerd Pool per essere sempre aggiornati ai vostri anime e manga preferiti!

ARGOMENTI CORRELATI

Il terzo episodio di L'Attacco dei Giganti La Stagione Finale si intitola "La porta della speranza". Al centro abbiamo Reiner e il suo passato, come ha scelto di diventare un detentore del potere di un Gigante per poter dare serenità alla sua famiglia e a sua madre. Ma non è un percorso facile e tutto quello che ha fatto lo ha segnato ancora oggi... Uno sguardo al personaggio e ad alcuni eventi della serie visti però dai suoi occhi e da quelli di altri personaggi come Annie e Bethold. Una parte che nel manga è più dettagliata e qui ci sono alcuni tagli non trascurabili per i fan dell'opera di Hajime Isayama. Però è un episodio più piacevole del precedente, con maggiore azione e una animazione molto fluida e che è eccepibile soprattutto nel mostrare i volti dei personaggi e tutte le loro emozioni.

REVIEW OVERVIEW

Voto
8

Scrivi qui il tuo commento...