PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Stadia: Google chiude i team interni, focus sui third party

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Il colosso di Mountain View comunica la decisione, che cambia radicalmente il target dell'azienda riguardo al suo servizio.

Rivoluzione nel servizio di gaming in streaming di Google. Il colosso americano ha infatti annunciato di voler chiudere i propri team interni dedicati allo sviluppo di giochi in esclusiva per Stadia, spostando il focus del servizio sulle collaborazioni con le terze parti, ritenute dall’azienda di Mountain View decisamente più redditizie. Così i due team di Big G dedicati allo sviluppo di videogiochi, uno situato a Montreal e uno a Los Angeles, chiuderanno i battenti, e con essi la veterana dell’industria, Jade Raymond, lascerà la compagnia.

Stadia

Ad annunciare la decisione di Google è stato Phil Harrison, con un lungo post pubblicato sul blog ufficiale dell’azienda, in cui spiega appunto quanto il successo su Stadia di alcuni giochi disponibili anche su altre console e PC, come ad esempio il recente Cyberpunk 2077, abbia fatto prendere alla compagnia questa decisione, di fatto puntando sul servizio come “semplice” piattaforma per giochi di terze parti.

Un cambio di rotta certamente importante, anche se non nuovo per il colosso americano: Google è ormai ben nota per la rapidità con cui interrompe i progetti che non offrono il guadagno sperato, trattando ogni suo nuovo servizio come una startup da monitorare e nel caso sopprimere prima che gli investimenti fatti generino troppe perdite.

A fare le spese di questa politica “da Silicon Valley” decisa anche per Stadia saranno purtroppo i 150 dipendenti dei due studi in chiusura, tra cui la già citata Jade Raymond, in passato figura chiave di publisher come Ubisoft (anche a lei dobbiamo l’esordio della celeberrima saga di Assassin’s Creed) ed Electronic Arts.

Ovviamente auguriamo il meglio a tutti i dipendenti degli studi interni di Google, vedremo quali saranno le conseguenze di questa scelta sul servizio e sulla percezione di esso che avrà l’utenza, e vi invitiamo a seguirci su NerdPool per non perdervi nulla!

TI POTREBBERO INTERESSARE

LEGGI ANCHE

Watch Dogs: Legion cross-play in arrivo?

Dopo l'uscita della modalità online di Watch Dogs: Legion, pubblicata il 9 marzo da...

Watch Dogs: Legion è adesso disponibile la modalità online

Lo sviluppatore Ubisoft Toronto ha appena annunciato che l'update per la modalità multiplayer online...

Xiaomi Mi TV Q1: pannello QLED 4K e Android TV

Nel già vasto ecosistema Xiaomi, sono presenti due modelli di tv, ovvero la Mi...

ARGOMENTI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

L’angolo della critica: Cyberpunk 2077 e le sue tematiche

Il lancio di Cyberpunk 2077 doveva essere qualcosa di epocale. Un’attesa durata quasi otto anni, nonostante lo sviluppo ne sia durato soltanto quattro. Un...

Google Stadia: arriva State Share, il nuovo share system!

Finalmente su Google Stadia, sta per approdare una delle funzionalità più innovative di sempre: State Share. Annunciata da tempo, questa modalità consentirà ai giocatori...

Cyberpunk 2077: cosa vorremmo da DLC e aggiornamenti

Fino a qualche mese fa avevo la genuina certezza che non avrei scritto un articolo partendo da una premessa del genere. Le dichiarazioni fatte...

Huawei Nova 8 e 8 Pro : ecco specifiche e prezzi ufficiali

Huawei è nel corso di una fase delicata del suo percorso, caratterizzata dal passaggio ad una piattaforma proprietaria, ovvero HarmonyOS. Prima che l'azienda passi...
spot_img