IN EVIDENZA

PS5: problemi di scorte dovuti a difficoltà nella produzione

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,628FansMi piace
1,560FollowerSegui
208FollowerSegui

Sony avrebbe difficoltà ad aumentare i ritmi produttivi della nuova console, purtroppo per un semplice problema non dipendente dalla compagnia stessa.

Come ormai tutti sappiamo reperire una PlayStation 5 ad oggi è impresa assai ardua: la domanda è altissima, le scorte molto poche e come se non bastasse ci si mettono di mezzo i bagarini con i loro bot di acquisto, pronti ad accaparrarsi centinaia di console in un colpo solo per poi rivenderle a prezzi a volte persino doppi, sempre approfittando della situazione relativa alla carenza di unità disponibili alla vendita. Oggi apprendiamo nel dettaglio direttamente da Sony i motivi per cui la produzione di PS5 non sembra decollare come ci si attenderebbe.

PS5

A quanto pare infatti l’aumento dei volumi di produzione della console, fortemente voluto da Sony, deve scontrarsi con un problema che va al di là della volontà e dell’impegno del colosso giapponese: PS5 utilizza diversi componenti elettronici prodotti da aziende di terze parti, i quali però vengono utilizzati anche da moltissimi altri dispositivi, come smartphone e addirittura automobili.

Quindi il problema produttivo risiede nel fatto che Sony stessa deve contendersi i suddetti chip, necessari alla produzione della nuova console, con diverse altre aziende che si riforniscono dagli stessi produttori. Questo crea inevitabilmente dei ritardi nell’assemblaggio dei modelli di PlayStation 5 per pura e semplice mancanza di componenti, un problema difficilmente aggirabile o risolvibile nel breve periodo.

A rivelare questo fastidioso intoppo è stato Hiroki Totoki, chief financial officer di Sony, il quale durante una conferenza stampa ha ammesso ufficialmente che “è difficile per noi aumentare la produzione di PS5 a causa della carenza di semiconduttori e altri componenti“. Sembra proprio che la situazione attuale, come per altro già ampiamente previsto e annunciato dallo stesso produttore, sia destinata a durare ancora qualche mese.

Ci auguriamo che il colosso nipponico riesca a far fronte quanto prima a questo delicato problema, e vi invitiamo a seguirci su NerdPool per non perdervi nulla!

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,628FansMi piace
1,560FollowerSegui
208FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI