IN EVIDENZA

Alla scoperta di Ohana: recensione del nuovo avventuroso film per famiglie di Netflix

Un buon film per ragazzi e per famiglie, perno centrale è l'importanza della famiglia, l'Ohana, che nella cultura Hawaiana ha profonde radici. Una storia di avventura ma soprattutto di forti legami che vanno oltre qualsiasi difficoltà. Non mancano i difetti tecnici, una narrazione spesso raffazzonata e affrettata, compensata in parte dai meravigliosi paesaggi e ambientazioni.

Recentemente aggiunto su Netflix, Alla ricerca di Ohana rappresenta un piacevole intrattenimento per ragazzi e per famiglie che, nonostante le sue imperfezioni, trasmette un profondo messaggio immergendo lo spettatore nella cultura Hawaiana.

Il film, diretto da Jude Weng, racconta la storia di una famiglia, precisamente di una madre con i suoi due figli, l’adolescente Ioane (Alex Aiono) e la sorellina dodicenne Pili (Kea Peahu), che durante le vacanze estive si reca da New York presso la casa del nonno materno alle Hawaii.

Qui la piccola Pili trova un misterioso diario risalente a circa 200 anni prima, nel quale si narra che all’interno di una grotta dell’isola sia nascosto un immenso tesoro.
La ragazzina, dunque, accompagnata dal fratello e due nuovi amici Casper (Owen Vaccaro) e Hana (Lindsay Watson), deciderà di immergersi in una incredibile avventura fatta di enigmi e pericoli, alla scoperta del tesoro della nave Peruvian.

Ohana significa famiglia e famiglia vuol dire che nessuno viene abbandonato o dimenticato

Questo film nasce con l’obiettivo fin da subito chiaro di trasmettere l’importanza dell’Ohana, la famiglia, termine che in hawaiano comprende tutte quelle persone che hanno un profondo legame e che devono sempre sostenersi e collaborare, oltre le difficoltà.
Il perno centrale della narrazione sono i legami affettivi che uniscono i protagonisti; partendo dai due fratelli che, nonostante siano molto conflittuali tra loro sono sempre pronti ad aiutarsi, così come il rapporto con la madre (Kelly Hu) e quello di quest’ultima con il padre Kimo (Branscombe Richmond), che si era logorato a causa della decisione della donna di lasciare le Hawaii con i figli ancora piccoli dopo la morte prematura del marito in guerra.

  • Alla scoperta di Ohana
  • Alla scoperta di Ohana
  • Alla scoperta di Ohana
  • Alla scoperta di Ohana

Il film permette inoltre di approfondire alcuni aspetti della cultura Hawaiana, oltre al già citato valore fondamentale della famiglia, come l’importanza di mantenere la conoscenza della lingua, le numerose leggende e i meravigliosi paesaggi che caratterizzano l’isola.
Tante sono le citazioni ad altre opere presenti, come ad esempio un chiaro riferimento a I Goonies, Jurassic Park, Lost e Indiana Jones, riferimenti che però non hanno assolutamente nulla a che vedere, dal punto di vista della qualità, con le opere originali.

Sono infatti diversi gli errori tecnici presenti, da un montaggio spesso raffazzonato ad una narrazione incostante, che confonde lo spettatore. La volontà di dare molto spazio alla trasmissione dell’importanza del concetto di famiglia ha fatto sì che venisse meno la qualità a livello tecnico del prodotto.

Nonostante ciò il film rimane una pellicola discreta e consigliata sia per i più piccoli che per le famiglie.

Trailer Alla scoperta di Ohana:

Voi avete visto Alla scoperta di Ohana?
Cosa ne pensate?

Fatecelo sapere con un commento qua sotto e continua a seguirci su NerdPool per rimanere sempre aggiornato sulle notizie del mondo del cinema e molto altro ancora!

ARGOMENTI CORRELATI

Un buon film per ragazzi e per famiglie, perno centrale è l'importanza della famiglia, l'Ohana, che nella cultura Hawaiana ha profonde radici. Una storia di avventura ma soprattutto di forti legami che vanno oltre qualsiasi difficoltà. Non mancano i difetti tecnici, una narrazione spesso raffazzonata e affrettata, compensata in parte dai meravigliosi paesaggi e ambientazioni.

REVIEW OVERVIEW

Alla scoperta di Ohana
4

Scrivi qui il tuo commento...