IN EVIDENZA

Corsair: la nostra recensione del dissipatore H150i PRO

Il dissipatore H150i Pro è una soluzione di raffreddamento ampia e completa, che offre il massimo quando si sfrutta il software iCUE. Le ventole silenziose e con bassi livelli di rumorosità anche a massima velocità, offrono un esperienza utente molto confortevole. Il software proprietario sviluppato da Corsair inoltre, offre una personalizzazione e un monitoraggio del sistema. Consigliamo l'acquisto di questo fantastico dissipatore data la qualità costruttiva ed il costo inferiore rispetto a soluzioni di raffreddamento simili.

Il prodotto che andiamo a recensire oggi è il Corsair H150i PRO, uno dei dissipatori AIO della casa. Come già detto nella recensione della Corsair K95 Platinum, l’azienda statunitense ci ha sempre abituato a dei prodotti di fascia alta, con qualità costruttive degne di nota. Non è da meno questo dissipatore, offrendo materiali di qualità e molto ben lavorati.

Radiatore

Il radiatore che troviamo in questo modello specifico, è da 360mm con una dimensione di 396mmx120mmx27mm. Sono presenti altre varianti, una da 240mm ed una da 280mm. In tutti i casi il materiale di cui è composto il radiatore è l’alluminio, perfetto per uno scambio di calore tra aria e liquido ottimale.

Radiatore H150i PRO


Ventole

All’interno della scatola, troviamo 3 ventole da 120mm modello ML. Nel caso in cui volessimo, si possono connettere fino a 6 ventole in configurazione push-pull, 3 delle quali non verranno gestite però da iCUE, dato che sono presenti solo 3 connettori al waterblock.

Il modello di ventole ML che ci viene fornito, sono ottime per i sistemi AIO, essendo in grado di produrre una pressione fino a 4.2mm-H2O. Anche se meno importante per l’utilizzo su radiatori, possiede anche un ottimo flusso d’aria, con un valore di 75CFM.
Pur essendo la velocità massima di 2400RPM, la rumorosità rimane comunque bassa, con un massimo di 37dbA. Le ventole in questione sono di tipo PWM con tecnologia a levitazione magnetica per poter offrire prestazioni elevate e bassa rumorosità.

Ventola ML H150i PRO

Waterblock

All’interno del waterblock è allocata la pompa, molto silenziosa e prestante. L’unico modo per sentire il suo funzionamento, è una stanza silenziosa a ventole spente, eppure è in grado di mantenere la temperatura del processore a valori ottimi.
La piastra che sarà a contatto con il nostro processore, è fatta di rame, un eccellente materiale per lo scambio di calore.

Sono presenti diversi connettori al waterblock: 3 connettori per le ventole PWM, un connettore a 3 pin da collegare alla scheda madre, l’alimentazione della pompa ed infine la presa USB per l’integrazione con iCUE.
Proprio questi sono la ”pecca più grande” di questo dissipatore. I 3 cavi, da collegare alla scheda madre e alle ventole, partono direttamente dal waterblock, non potendoli quindi nascondere, ma solo camuffare in qualche modo – ovviamente per chi tiene all’estetica.

Questo tipo di problema potrebbe essere ovviato, sfruttando le tubazioni che conducono al radiatore, potendo così nascondere completamente i cavi e avere un cable management più pulito.

iCUE

A mio avviso iCUE, il programma di gestione per i prodotti Corsair, è tra i migliori in circolazione.
Siamo in grado di gestire l’illuminazione RGB del waterblock, scegliendo tra: predefinito, legame di luce e personalizzato.

Effetti illuminazione H150i PRO

Dove, con legame di luce, si intende la sincronizzazione dell’illuminazione di tutti i dispositivi supportati. Nella sezione personalizzata infine, possiamo impostare il colore statico – ”solida” – ovvero settare l’intensità luminosa in un lasso di tempo che decideremo noi.

Solida H150i PRO

L’impostazione gradiente, è la medesima della solida, ma con la possibilità di decidere l’intensità luminosa iniziale e finale dell’intermittenza.

Gradiente H150i PRO

Un’impostazione interessante, riguarda la temperatura, siamo in grado infatti di impostare il colore del led in base alla temperatura del processore. In modo tale che, chi dovesse avere la finestra del case in vetro, può tenere sotto controllo la temperatura del processore in modo molto rapido.

Gli effetti di illuminazione possiamo salvarli direttamente sul dissipatore, ma anche sul programma e creare più voci personalizzate da noi, in modo tale da poterle cambiare con un click.

Sotto la voce ”prestazioni” invece, siamo in grado gestire la velocità delle ventole e della pompa.

Fan Speed H150i PRO

Possiamo creare profili personalizzati in base alla temperatura del processore, impostare la velocita delle ventole, o nel caso in cui volessimo, impostare RPM fissi o velocità fissa. Troviamo inoltre dei profili predefiniti, ovvero: silenzioso, bilanciato, estremo e zero RPM, i primi 3 profili sono gli unici che possiamo assegnare alla pompa. Per quanto riguarda l’impostazione a 0 RPM, come è possibile intuire dal nome, questa funzione imposterà la velocità delle ventole a zero, diventando così un dissipatore con radiatore passivo e non più attivo. Questo tipo di settaggio però, lo consigliamo esclusivamente nel caso dobbiate lasciare il computer acceso per scaricare aggiornamenti o comunque non sia necessario un utilizzo intenso del processore, altrimenti le temperature potrebbero arrivare a livelli critici.

  Gli Irregolari di Baker Street: la recensione della serie Netflix
  Asadora 3 - Recensione

Le ultime due sezioni visualizzabili sono ”grafica” e ”notifiche” dove, nella prima è possibile vedere l’andamento delle ventole e della pompa.

Grafico H150i PRO

Nella sezione notifiche invece, siamo liberi di decidere cosa deve fare il dissipatore nel caso in cui dovesse raggiungere temperature troppo alte, valore impostabile manualmente.

Notifiche H150i PRO

Benchmarks

Ho effettuato alcuni benchmark nella quale il Corsair H150i PRO, ne è uscito senza neanche un graffio. È ormai parecchio tempo che lo utilizzo quotidianamente e anche durante sessioni di gioco molto lunghe, nelle quali non ha mai avuto nessun tipo di problema.
I test sono stati effettuati con OCCT. I risultati sono molto interessanti, il processore che è stato utilizzato è un i7-8700k, nei primi benchmark è stato eseguito il test in Overclock a 5GHz, mentre nel secondo caso la frequenza era standard.

Come possiamo vedere nell’immagine sopra, il processore ha raggiunto temperature alquanto elevate, ma questo non è per via del dissipatore – date le frequenze molto alte, le temperature tendono a salire considerevolmente. Per poter ottenere maggiore efficienza con questo tipo di overclock, avrei dovuto usufruire di un custom loop con dissipatori multipli.
A parer mio infatti, è alquanto inutile overclockare eccessivamente il processore per ottenere un miglioramento di pochi FPS, ciò porta solamente ad un aumento delle temperature ed un eventuale instabilità della CPU.

In questo caso l’H150i Pro si è comportato egregiamente, portando il processore ad un picco massimo di 70°C. Pur essendo lo stesso parecchio stressata con questo tipo di benchmark, la CPU è rimasta con una media di 65°C per tutta la durata del test.

OCCT però, non sfrutta la GPU, quindi l’unico elemento all’interno che porta le temperature molto in alto, è solamente il processore.
Quest’ultimo normalmente non viene sfruttato al 100% e ci sono altri elementi che portano all’aumento della temperatura, quali: HDD, SSD, RAM, scheda video e alimentatore. Quale modo migliore per poter sfruttare le capacità di questo dissipatore, se non durante una sessione di gioco? Questa è infatti una situazione abbastanza critica; la scheda video infatti, porta ad innalzare la temperatura generale, quando è sotto sforzo.
Nonostante ciò, il dissipatore si comporta egregiamente, mantenendo comunque la temperatura del processore a circa 60/65°C.

I test sono stati effettuati con un case NZXT H700i, ricordiamo pertanto, che i valori non sono standard per tutti. Infatti sono molte le varianti, ad esempio: airflow del case, cable management, quantità e orientamento delle ventole, incidono molto sulle temperature finali.

Ciò nonostante, ci riteniamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti in game.
Per quanto riguarda l’acquisto, questo esatto modello non è più disponibile, è presente però un nuovo modello erede di Corsair H150i PRO, ovvero H150I Rgb Pro XT.

Cosa ne pensate di questo Corsair H150i PRO? Siete interessati all’acquisto? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti e continuate a seguirci su Nerdpool.it per ulteriori articoli sul mondo tech e non.

ARGOMENTI CORRELATI

Il dissipatore H150i Pro è una soluzione di raffreddamento ampia e completa, che offre il massimo quando si sfrutta il software iCUE. Le ventole silenziose e con bassi livelli di rumorosità anche a massima velocità, offrono un esperienza utente molto confortevole. Il software proprietario sviluppato da Corsair inoltre, offre una personalizzazione e un monitoraggio del sistema. Consigliamo l'acquisto di questo fantastico dissipatore data la qualità costruttiva ed il costo inferiore rispetto a soluzioni di raffreddamento simili.

REVIEW OVERVIEW

Qualità Costruttiva
8
Software
9
Prezzo
7
Silenziosità
8

Scrivi qui il tuo commento...