IN EVIDENZA

Tom & Jerry: la recensione del film in arrivo in esclusiva digitale dal 18 Marzo

Nonostante questo sia un film per i più piccoli, la comicità tipica dei vecchi cartoni animati creerà quel senso di nostalgia agli occhi dei più grandi, permettendo anche a loro di apprezzare la pellicola. Appare però chiaro ed evidente che il film in questione abbia poco a che fare con il classico Tom & Jerry a cui noi tutti siamo abituati ed affezionati.

Una delle rivalità più amate della storia si riaccende con il nuovo film “Tom & Jerry”.
Diretto da Tim Story, il film vede i due iconici rivali protagonisti in un’avventura inedita, rilasciata in esclusiva digitale e distribuita in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures a partire dal 18 Marzo.
Il film sarà disponibile per l’acquisto e il noleggio premium su Amazon Prime Video, Apple Tv, Youtube, Google Play, TIMVISION, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV, Sky Primafila e Infinity.

Di seguito la nostra recensione in anteprima.

Ci troviamo a New York, qui il nostro amico felino Tom cerca di guadagnarsi da vivere facendo l’artista di strada suonando la sua pianola al Central Park, fingendosi cieco per ingannare e impietosire i passanti.
Il gatto utilizza infatti la sua (finta) cecità insieme alle sue incredibili abilità, in modo da farsi lasciare qualche spicciolo (come se vedere un gatto suonare un piano non fosse abbastanza per stupire le persone).
Improvvisamente il piano di Tom viene mandato a monte dal piccolo e astuto Jerry, il quale smaschera il suo inganno.
Qui inizia un inseguimento tra gatto e topo che si conclude con un triste finale per Tom, che rimane senza lavoro, senza pianoforte e senza il gruzzolo che aveva accumulato.

Jerry fugge dalle grinfie del gatto e si rifugia nell’hotel più chic della città, il Royal Gate, approfittando di tutti i suoi migliori comfort rubacchiando qua e là per costruire la sua lussuosa e comoda tana.

  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry

Parallelamente alla storia di Tom & Jerry vi è Kayla, interpretata da Chloë Grace Moretz, una giovane donna appena assunta dall’hotel grazie ad un prestigioso curriculum, appartenente però ad un’altra persona.
La ragazza riesce dunque ad entrare a far parte dello staff e avrà il compito di accogliere nell’hotel una famosa coppia di influencer che dovrà presto sposarsi.
La storia di Kayla si intersecherà inevitabilmente con quella di Tom e Jerry; il matrimonio ritenuto da tutti l’evento sociale della stagione viene infatti messo a rischio dalla presenza del piccolo topolino, che bazzica indisturbato nelle stanze e nella cucina dell’hotel, fattore che potrebbe di certo causare una cattiva pubblicità all’albergo.

Per evitare di perdere il lavoro, Kayla deciderà dunque di allearsi con Tom, desideroso di vendetta, e farlo assumere dall’hotel per sbarazzarsi del piccolo e furbo topolino Jerry, che non ha intenzione di rinunciare alla sua confortevole e graziosa tana.

Tom & Jerry rappresenta una miscela strabiliante di animazione classica e live-action, un nuovo orizzonte per questi personaggi iconici, costretti a fare l’impensabile… lavorare insieme per salvare la situazione e non far saltare il matrimonio più atteso dell’anno.

  Black Adam: la voce di The Rock risuona per tutta Times Square e annuncia la data d’uscita!
  The Peripheral: Jack Reynor nel cast della serie Amazon

Animazione in 3D

Tutti gli animali presenti nel film, persino la carne degli animali utilizzata per cucinare che vediamo nei mercatini per le strade e nella cucina dell’hotel, è in stile cartone animato in 3D.
Notiamo inoltre l’assenza di contorni ben definiti per i disegni e colori eccessivamente sgargianti e uniformi, ciò suggerisce un target di riferimento ben preciso, il film sembra infatti rivolto essenzialmente ad un pubblico più giovane, in particolare a un pubblico di bambini.
Ciò che non si riesce a comprendere è perché Tom e Jerry siano gli unici animali della pellicola a non saper parlare, anche se per qualche strano motivo Tom riesce a cantare.

Non viene inoltre dato particolare rilievo a quelli che sono i desideri e le volontà dei due protagonisti, soffermandosi invece sull’obiettivo di Kayla di non perdere il lavoro, ostacolata dall’organizzatore degli eventi, interpretato da Michael Peña.

Gli inseguimenti e i dispetti tra Tom e Jerry, accompagnati da una colonna sonora realizzata da Christopher Lennertz, rimangono molto fedeli a quelli che conosciamo e con cui siamo cresciuti.
Così come rimane fedele l’astio che il cane Spike prova per Tom.
Il burbero bulldog, con la voce di Bobby Cannavale in originale e di Pino Insegno in italiano, è infatti un vero tornado che non si ferma di fronte a niente e nessuno per acciuffare il povero gatto.

  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry
  • Tom & Jerry

Classici intramontabili

Nonostante sia un film per i più piccoli, la comicità tipica dei vecchi cartoni animati creerà quel senso di nostalgia agli occhi dei più grandi, permettendo anche a loro di apprezzare la pellicola
Appare però chiaro ed evidente che il film in questione abbia poco a che fare con il classico Tom & Jerry a cui noi tutti siamo abituati ed affezionati.

Tra i numerosi attori e personaggi presenti nel cast, la nostra attenzione verrà catturata in particolare da un cameo di Paolo Bonolis, presente in una breve e divertente scena del film.
Data la presenza di Bonolis non poteva di certo mancare anche la sua controparte Luca Laurenti, che pur non essendo presente come personaggio all’interno della pellicola, presta la voce ad un topo amico di Jerry che vediamo ad inizio film.

Scritto da Kevin Costello e basato sui personaggi creati da William Hanna e Joseph Barbera, per concludere Tom & Jerry risulta dunque un piacevole film, godibile da grandi e piccini, seppur con molti difetti.

Cosa ne pensate di questa recensione?

Fatecelo sapere con un commento qua sotto e continuate a seguirci su NerdPool per rimanere sempre aggiornato sulle notizie del mondo del cinema e molto altro ancora!

Trailer Tom & Jerry:

ARGOMENTI CORRELATI

Nonostante questo sia un film per i più piccoli, la comicità tipica dei vecchi cartoni animati creerà quel senso di nostalgia agli occhi dei più grandi, permettendo anche a loro di apprezzare la pellicola. Appare però chiaro ed evidente che il film in questione abbia poco a che fare con il classico Tom & Jerry a cui noi tutti siamo abituati ed affezionati.

REVIEW OVERVIEW

Tom & Jerry
5

Scrivi qui il tuo commento...