IN EVIDENZA

“Il dono” di Siri Pettersen – Recensione

"Il Dono" è il terzo e conclusivo capitolo della trilogia Raven Rings di Siri Pettersen edita in Italia da Multiplayer Edizioni. Hirka vuole salvare Ymslanda e Rime cercando di sacrificare il meno possibile. La sua storia giunge a conclusione per quanto, soprattutto nel finale, alcuni elementi sono lasciati aperti forse per una nuova saga dell'autrice. Ma questo volume conclusivo da un finale alla storia, spiegando anche elementi rimasti segreti nei precedenti volumi. Certo, armatevi di buona memoria per collegare tuti i tasselli ma preparatevi ad un finale che vi lascerà a bocca aperta anche se potrebbe non soddisfarvi totalmente

Avevamo già parlato della trilogia Raven Rings di Siri Pettersen. I primi volumi, La figlia di Odino e Il marciume ci aveva tenuto con il fiato sospeso nel voler scoprire cosa sarebbe successo a Hirka e Rime. E andiamo a scoprirlo con la nostra recensione dell’ultimo capitolo di questa trilogia, Il Dono!

“Il dono”: la fine e un nuovo inizio (forse)

Lo dico spesso ma è vero: è difficile parlare di libri, specialmente quando ti piacciono molto. Come puoi parlarne senza, quasi inevitabilmente, devi dire cose che potrebbero rovinare la lettura a qualcun altro? Inoltre libri come quelli della trilogia Raven Rings sono pieni di fatti e personaggi che è difficile riassumere tutto in poche righe. Quindi vorrei davvero concentrarmi su quello che ho provato leggendo Il Dono e alcune riflessioni sulla fine di questa trilogia.

Il dono
Siri Pettersen
Multiplayer

Hirka deve completare la sua missione, accettando un destino scritto per lei alla sua nascita. Ma il suo pensiero è rivolto verso Rime e Ymslanda. Lei spera di riuscire a portare la pace in tutti i mondi, ma sarà davvero possibile sacrificando il meno possibile? Un nuovo mondo davvero duro e pieno di regole aspettano lei e il lettore, ma al centro ci sono sempre i due ragazzi. Hirka e Rime sono protagonisti perché per me, più che nei precedenti volumi, riescono a regalarci ancora qualcosa riguardo la loro psicologia e i loro desideri. Inoltre c’è una sorta di conclusione della loro storia personale che forse poteva essere approfondita maggiormente ma c’è.

Personalmente, arrivata al finale del Il Dono, mi sono ricordata cosa aveva detto Siri Pettersen nell’intervista che le ho fatto per l’uscita de Il marciume. Diceva che la storia di Hirka e Rime finiva ma aveva progetti per ampliare e raccontare il mondo incredibile che ha creato – o forse è meglio dire i mondi? Ed è così. Pur chiudendosi la storia dei due protagonisti non può dirsi che tutto il resto sia concluso. Anzi ci sono ancora molte cose da raccontare e spiegare. Una cosa che mi è piaciuta, ma posso capire che non per tutti sarà così e sarà difficile comprendere un finale così.

Io personalmente sono rimasta soddisfatta perché c’è un senso in questo finale e su cosa faranno Hirka e Rime. Anche se succede tutto sul più bello, nel momento in cui appunto ci sarebbe molto altro da raccontare. Un intero libro o forse un’intera trilogia. In tal senso credo che avrei apprezzato un piccolo epilogo a mostrare cosa succede dopo, perché apprezzo il fatto che ci venga mostrato anche solo un glimpse di cosa succede dopo la “Fine”. Ma è una cosa mia personale.

Un finale bello anche se non del tutto soddisfacente

  My Son Is Probably Gay 1 - Recensione in anteprima

Il resto de Il Dono procede bene, e tutto torna. Vengono rivelate cose non chiarite nei precedenti volumi e si chiude il cerchio anche intorno alla questione di Graal e Naiell. Trovo anche che il mondo dove si trova Hirka sia ben presentato e raccontato pur in poche pagine e rientri perfettamente in tutto lo schema della storia. Io non ho trovato pecche da questo punto di vista, cosa non scontata in una serie così lunga e complessa. Personalmente però ho avuto qualche difficoltà nel ricordare alcuni particolari e anche se la scrittura di Siri è molto precisa e cerca di farti ricordare il più possibile, questa volta per me è stato più difficile ricollegare alcune situazioni. 

  Dylan Dog Magazine 2021 - Recensione

Insomma sono rimasta soddisfatta da Il Dono e della sua conclusione, ma se devo pensare ai precedenti romanzi il mio voto diventa leggermente più basso. In alcuni punti la narrazione è stata più poetica e meno esplicativa. E il finale per quanto mi sia piaciuto e, da un cero punto di vista, non poteva finire in altro modo, ammetto che avrei voluto quel qualcosa in più che non è facile spiegare… Detto questo dovete leggere questo romanzo se avete letto i precedenti capitoli della Raven Rings Trilogy. E se non avete ancora letto questa trilogia, beh vi state perdendo una serie pazzesca, non ho altro da aggiungere.

Vi ricordiamo che abbiamo recensito i precedenti volumi della serie Raven Rings, La figlia di Odino e Il marciume. Abbiamo anche fatto una intervista con Siri Pettersen che potete trovare qui. Entro il 2021 dovrebbe uscire anche in Italia sempre per Multiplayer Edizioni un nuovo romanzo fantasy di Siri Pettersen. Nell’attesa potete vedere la nostra sezione Fantasy per scoprire altri romanzi da leggere! Diteci se avete letto Il Dono e gli altri romanzi della Raven Rings Trilogy e se vi sono piaciuti. E fateci sapere quale altri saghe fantasy vi piacerebbe che recensissimo. Seguite Nerd Pool per essere sempre aggiornati su serie tv, film, anime, manga e fumetti e tanto altro!

ARGOMENTI CORRELATI

"Il Dono" è il terzo e conclusivo capitolo della trilogia Raven Rings di Siri Pettersen edita in Italia da Multiplayer Edizioni. Hirka vuole salvare Ymslanda e Rime cercando di sacrificare il meno possibile. La sua storia giunge a conclusione per quanto, soprattutto nel finale, alcuni elementi sono lasciati aperti forse per una nuova saga dell'autrice. Ma questo volume conclusivo da un finale alla storia, spiegando anche elementi rimasti segreti nei precedenti volumi. Certo, armatevi di buona memoria per collegare tuti i tasselli ma preparatevi ad un finale che vi lascerà a bocca aperta anche se potrebbe non soddisfarvi totalmente

REVIEW OVERVIEW

Voto
9

Scrivi qui il tuo commento...