PUBBLICITÀspot_imgspot_img

“Il Grosso” di Daniele Daccò e Veronica Ciancarini- Recensione

Il Grosso è un fumetto edito da Panini Comics scritto da Daniele Daccò e disegnato da Veronica Ciancarini. Un uomo gigantesco salva una ragazza incinta e colui che la voleva sacrificare per fermare il mostro assetato di sangue che vaga per il mondo e mette la vita di tutti a repentaglio. Il "grosso" riuscirà a salvarli tutti e raggiungere gloriosamente il Valhalla? Una storia che mostra i lati dell'essere umano nel voler sopravvivere e vivere, seguendo non solo i loro desideri più profondi ma anche la loro umanità che si sta perdendo. Bella ma alcuni elementi sul finale non sono stati approfonditi e ci lasciano perplessi e anche un po' insoddisfatti perché avrebbero potuto aggiungere molto alla storia. I disegni e le tavole sono molto ben fatti, un bianco e nero con tocchi di rosso che rendono molto interessante la storia e le sue atmosfere dark e vichinge
PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Basta una sola parola per definire una persona. O forse no… Il Grosso è il nuovo fumetto scritto da Daniele Daccò e disegnato da Veronica Ciancarini edito da Panini Comics dove il suo protagonista è proprio grosso… Ma cosa si nasconde dietro alla sua stazza e al suo desiderio più profondo? Saranno i suoi due compagni di avventura a farcelo scoprire e potete farlo anche voi nella nostra recensione.

Grande, Grosso e Rosso

Un uomo gigantesco irrompe in un palazzo in rovina. Chiude l’ingresso con un masso. Qualcosa deve stare fuori e non entrare. Non ha salvato solo se stesso quell’uomo “grosso”, ma una ragazza incinta e un uomo nel panico. Lui doveva ucciderla per compiere un sacrificio. Un sacrificio per placare quel qualcosa che ora il Grosso cerca di tenere fuori.

Non lo fa per simpatia o coraggio, ma perché cerca la morte. Quella gloriosa da eroe che lo porterebbe nel paradiso che ogni guerriero vichingo sogna di ottenere: il Valhalla. Riuscirà a realizzare il desiderio che vede nelle fiamme del fuoco. Si potrà davvero sconfiggere quella creature che chiede il sangue di bambini innocenti? Ma se il Grosso dovesse morire la ragazza e il bambino che porta in grembo saranno salvi da tutti e da tutto?

Il grosso
Daniele Daccò

Il Grosso ci presenta una storia in medias res che pian piano spiega al lettore il contesto, tramite il racconto dei suoi personaggi anche nel spiegare le loro caratteristiche. Il grosso oltre alla sua prestanza fisica è un guerriero di poche parole e che si fa guidare dall’istinto, a volte quasi suicida per quel suo voler morire gloriosamente per raggiungere il Valhalla. Forse questa sua ossessione lo allontana dalla realtà e dai pericoli, ma nel corso della storia vedremo anche un suo lato più tenero e umano.

Ma al suo fianco due personaggi importanti quanto diversi. C’è l’uomo ossessionato dal sacrificio andato a male per colpa del Grosso e spaventato dal mostro e dalle conseguenze. Paure umane e in un certo senso comprensibili anche se poi si dimostrerà molto subdolo e spietato forse più per la sua stessa incolumità che per quella altrui. Chiedetelo alla ragazza incinta. Forte e focosa come i suoi lunghi capelli rossi, determinata a salvare non solo se stessa ma soprattutto la creatura nella sua pancia. Un forte attaccamento al suo bambino (anzi bambina, lei sente che è una femmina) e una grande fiducia nel Grosso. L’uomo combatte per se stesso ma anche per lei e la sua incolumità. Forse per il suo desiderio, ma lo sta facendo. Questa fiducia è ben riposta?

Veronica Ciancarini
Il grosso

Le tavole de Il Grosso sono davvero meravigliose. Lo stile è particolare ma l’alternanza di bianco e nero e rosso colpisce molto come anche la sua ambientazione misteriosa e decadente. In un certo senso quasi senza tempo nonostante i continui riferimenti al mondo norreno, i vichinghi e le rune. Siamo trascinati al suo interno e proseguiamo la lettura per poter arrivare al finale e vedere come si concluderà questa storia e che destino avranno i suoi protagonisti.

A tal proposito trovo che la storia sia presentata e trascinata bene fino al finale dove sono aggiunti alcuni elementi che però non vengono adeguatamente spiegati. Un peccato a mio parere perché credo che avrebbero potuto aggiungere molto. Forse questo mondo nordico non è quello che sembra però non lo sappiamo, non viene abbastanza detto e quindi rimaniamo nel dubbio. La questione viene presentata in qualche vignetta e ti lascia un po’ di amaro in bocca e molta confusione. Il finale rimane positivo, sia chiaro, ma non lascia neppure intendere un eventuale proseguo della storia che potrebbe chiarire questi elementi presentati e non spiegati.

Insomma Il Grosso è un bel fumetto nonostante presenti delle pecche a livello di narrazione, forse non voluta dai suoi autori ma che personalmente mi hanno portato a chiedermi se mancasse qualche elemento. Soddisfa grazie a questa ambientazione misteriosa e le sue tavole davvero intriganti e belle che ti immergono in questo mondo tri-color affascinante nonostante alcune pecche e un filo di insoddisfazione che rimane una volta arrivati all’ultima pagina. Un volume comunque interessante e coinvolgente che racconta diversi tipi di umani e la loro voglia di sopravvivere ma soprattutto vivere.

Veronica Ciancarini
il grosso

Ringraziamo la casa editrice Panini per averci fornito una copia di Il Grosso. Vi ricordiamo che il volume di Daniele Daccò e Veronica Ciancarini è già disponibile in fumetteria e online. Voi lo avete già letto? Che ne pensate della storia e del suo disegno tri-color? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguire Nerd Pool per essere sempre aggiornato sui vostri fumetti preferiti e non solo!

IL NOSTRO VOTO

Il Grosso è un fumetto edito da Panini Comics scritto da Daniele Daccò e disegnato da Veronica Ciancarini. Un uomo gigantesco salva una ragazza incinta e colui che la voleva sacrificare per fermare il mostro assetato di sangue che vaga per il mondo e mette la vita di tutti a repentaglio. Il "grosso" riuscirà a salvarli tutti e raggiungere gloriosamente il Valhalla? Una storia che mostra i lati dell'essere umano nel voler sopravvivere e vivere, seguendo non solo i loro desideri più profondi ma anche la loro umanità che si sta perdendo. Bella ma alcuni elementi sul finale non sono stati approfonditi e ci lasciano perplessi e anche un po' insoddisfatti perché avrebbero potuto aggiungere molto alla storia. I disegni e le tavole sono molto ben fatti, un bianco e nero con tocchi di rosso che rendono molto interessante la storia e le sue atmosfere dark e vichinge
Voto
8

TI POTREBBERO INTERESSARE

ARGOMENTI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Thor & Loki: Doppia Dose di Guai – Minirecensione

Il legame tra Thor e Loki è stato al centro delle storie del Dio...

Y: L’Ultimo Uomo 1 – Recensione

È partita da pochi giorni su Disney+ la serie Y: L'Ultimo Uomo, tratta dall'omonimo...

PANINI COMICS presenta BOB 84

Panini Comics presenta BOB 84, noir a fumetti dai tratti decisi e dall’umorismo tagliente scritto da Vincenzo...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

Thor & Loki: Doppia Dose di Guai – Minirecensione

Il legame tra Thor e Loki è stato al centro delle storie del Dio del Tuono sin dalla creazione del personaggio negli anni '60....

Y: L’Ultimo Uomo 1 – Recensione

È partita da pochi giorni su Disney+ la serie Y: L'Ultimo Uomo, tratta dall'omonimo fumetto di Brian K. Vaughan e Pia Guerra. Vi abbiamo...

PANINI COMICS presenta BOB 84

Panini Comics presenta BOB 84, noir a fumetti dai tratti decisi e dall’umorismo tagliente scritto da Vincenzo Filosa e con i disegni di Paolo Bacilieri, che richiama alla memoria...

TOPOLINO celebra PARMA e il FESTIVAL VERDI

Nella storia Zio Paperone e il tesoro del Golfo di Parma, sul numero 3435 del 22 settembre, i Paperi si trovano nella città emiliana alla...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img