PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Cris Tales – recensione di un’avventura a spasso nel tempo

Cris Tales è un titolo che abbiamo adorato, capace di sorprenderci nella sua semplicità e appassionarci per quasi 30 ore. La trama ci ha convinti, nonostante sia un qualcosa di già visto, e i personaggi sono stati capaci di catturare la nostra curiosità. Graficamente il titolo è un gioiello e il comparto sonoro non fa altro che aumentare ancora di più questa sensazione. Unica pecca i controlli, non facilmente intuibili in prima battuta ma che si riveleranno poi funzionali.
PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Cris Tales è, come detto dagli autori, “un fantastico tributo indie ai classici JRPG” con un approccio nuovo e moderno. Le intenzioni si sono concretizzate oppure il risultato è un qualcosa di già visto? Scopriamolo insieme in questa recensione!

Crisbell, l’eroina del tempo

Appena avviato il gioco, verremo subito lanciati nel pieno dell’azione: controllando Crisbell ci troveremo ad affrontare dei goblin insieme a un ragazzino, Cristopher, nel mezzo di una fattoria.

A quel punto incontreremo il primo boss di Cris Tales, le Sorelle Volcano, e una misteriosa rana chiamata Matias, ci dirà di “usare il potere dei cristalli“.

Ed è qui che inizieremo a capire cosa sta succedendo: torneremo indietro nel tempo ancora nei panni di Crisbell, intenta a raccogliere le rose per la Madre Superiora nell’orfanotrofio dove vive.

Cris Tales Recensione JRPG

E sarà proprio la rana Matias a rubarci la rosa, facendoci esplorare il paese fino a giungere nella cattedrale dove sbloccheremo i nostri poteri: vedere il passato, presente e futuro contemporaneamente.

Ancora frastornati veniamo subito accompagnati da Willhelm, il mago del tempo che soggiorna nei pressi del lago, che ci aiuterà a capire come funziona il nostro potere:

Su Cris Tales il nostro potere è quello di vedere il passato e il possibile futuro: questo infatti è variabile e cambierà in base alle nostre scelte.

Abbiamo potuto sfruttare subito questa funzione durante la recensione quando ci siamo trovati a scegliere se salvare la farmacia o la casa dei vicini.

Da questo punto in poi, ci ricongiungiamo allo scenario iniziale: scontrarci con le Sorelle Volcano.

Ma questa volta entra in gioco il vero sistema JRPG del titolo: cambiare le zone in cui si trovano gli avversari riavvolgendo o progredendo il tempo.

Vinto lo scontro saremo subito costretti a scappare perché sospettati di essere i responsabili dell’attacco.

E’ da qui che la trama di Cris Tales prende il largo: dovremo esplorare l’intero regno per raggiungere le 5 chiese legate al nostro potere e poter svelare anche il mistero della madre di Crisbell.

Cris Tales Recensione JRPG

Scontri tra passato, presente e futuro

Il vero punto di forza di Cris Tales è proprio il gameplay, capace di unire la classicità del genere con la particolare funzionalità dei salti temporali.

Sarà infatti questa meccanica a permettere di aggiungere profondità agli scontri, permettendo di sfruttare al meglio le abilità dei nostri personaggi.

Tra le prime che impariamo è quella di usare la Bolla d’Acqua sulle Sorelle e portare avanti il tempo, così da far arrugginire lo scudo che usano.

In aggiunta, tutto il sistema di abilità è profondo suddividendo gli attacchi in offensivi o difensivi e a loro volta in base all’elemento usato.

Cris Tales Recensione JRPG

Un’altra funzione utile che potremo sfruttare è quella di Matias, capace di saltare avanti e indietro nel tempo recuperando oggetti e risolvendo indovinelli.

L’unico difetto, forse, potrebbe essere il rischio di far prolungare troppo gli scontri non essendoci una funzione per velocizzarli.

Un’altra piccola pecca è i controlli abbastanza inusuali per i giorni nostri (aprire il menù con INVIO e muoversi tramite le frecce direzionali ad esempio) che disorientano in una fase iniziale per poi risultare comodi.

Grafica e sonoro da capolavoro

Un altro tratto distintivo di Cris Tales è sicuramente il comparto grafico, quasi unico, che accompagna sia le esplorazioni che i combattimenti.

Colorazioni leggere, animazioni semplici e un sonoro di tutto rispetto rendono quest’avventura unica, come se ci trovassimo all’interno di una fiaba.

Cris Tales Recensione JRPG

Notare anche come il comparto grafico, soprattutto nell’esplorazione del mondo, sia un chiaro rimando ai classici JRPG.

Durante la nostra recensione, inoltre, non abbiamo rilevato nessun problema tecnico nella versione PC.

Per concludere

Cris Tales è un titolo che abbiamo adorato, capace di sorprenderci nella sua semplicità e appassionarci per quasi 30 ore. La trama ci ha convinti, nonostante sia un qualcosa di già visto in un JRPG, e i personaggi sono stati capaci di catturare la nostra curiosità. Graficamente il titolo è un gioiello e il comparto sonoro non fa altro che aumentare ancora di più questa sensazione. Unica pecca i controlli, non facilmente intuibili in prima battuta ma che si riveleranno poi funzionali.

Cris Tales Recensione JRPG

E voi, avete già giocato Cris Tales? Se si siete d’accordo con la nostra recensione oppure avete un’opinione diversa?

Fatecelo sapere nei commenti e passate anche dagli altri articoli di NerdPool.

IL NOSTRO VOTO

Cris Tales è un titolo che abbiamo adorato, capace di sorprenderci nella sua semplicità e appassionarci per quasi 30 ore. La trama ci ha convinti, nonostante sia un qualcosa di già visto, e i personaggi sono stati capaci di catturare la nostra curiosità. Graficamente il titolo è un gioiello e il comparto sonoro non fa altro che aumentare ancora di più questa sensazione. Unica pecca i controlli, non facilmente intuibili in prima battuta ma che si riveleranno poi funzionali.
Grafica
9
Sonoro
9
Gameplay
8
Longevità
8

TI POTREBBERO INTERESSARE

ARGOMENTI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Dune di Denis Villeneuve – Recensione

Adattare sul grande schermo un romanzo di fantascienza come Dune di Frank Herbert non...

Deathloop: la nostra recensione dello sparatutto di Arkane

Arkane Studios ha avuto qualche titolo apprezzato dai giocatori e dalla critica durante la...

Star Wars: Visions, la recensione no spoiler della prima stagione

Star Wars: Visions è il nuovo prodotto d'animazione ambientato nella Galassia Lontana Lontana e in questa recensione no spoiler vedremo perché bisogna assolutamente guardare questo show!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

Dune di Denis Villeneuve – Recensione

Adattare sul grande schermo un romanzo di fantascienza come Dune di Frank Herbert non è per nulla facile. Viene considerato da tanti come uno...

Deathloop: la nostra recensione dello sparatutto di Arkane

Arkane Studios ha avuto qualche titolo apprezzato dai giocatori e dalla critica durante la loro carriera da sviluppatori, dall'ormai dimenticato Dark Messiah of Might...

Star Wars: Visions, la recensione no spoiler della prima stagione

Star Wars: Visions è il nuovo prodotto d'animazione ambientato nella Galassia Lontana Lontana e in questa recensione no spoiler vedremo perché bisogna assolutamente guardare questo show!

Batman: Death Metal 7 – riflessioni sulla conclusione dell’evento DC Comics

Non è mai facile parlare del finale di un evento come Batman: Death Metal. Una storia carica di avvenimenti significativi, ricchissima di personaggi e...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img