PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Outer Banks 2: recensione della seconda stagione

Con la stagione 2 si è innalzato leggermente il livello della serie. Rendendola più dinamica, coinvolgente e accattivante. Quel tocco thriller e la suspence che si crea tiene lo spettatore incollato allo schermo e meno incline a dare spazio ad alcune evidenti semplificazioni e situazioni che sappiamo essere alquanto improbabili.
PUBBLICITÀspot_imgspot_img

La seconda stagione di Outer Banks, riprende esattamente da dove era terminata la prima e ci riporta nuovamente alla fuga dei due giovani protagonisti. Trovate entrambe le stagioni disponibili su Netflix.

Guarda qui il trailer della seconda stagione di Outer Banks

Sinossi della seconda stagione di Outer Banks

Dopo la loro fuga quasi mortale nella prima stagione, John B (Chase Stokes) e Sarah (Madelyn Cline) sono ora in fuga alle Bahamas. Nuovi amici portano anche nuovi nemici mentre sono di nuovo sulle tracce dell’oro, e la posta in gioco per Kiara (Madison Bailey), Pope (Jonathan Daviss) e JJ (Rudy Pankow) aumenta rapidamente, a casa. I 400 milioni di dollari sono ancora in gioco, ma la scoperta di un segreto riunirà il gruppo per una nuova missione?

Durante questi nuovi episodi non solo vediamo il proseguire degli avvenimenti precedenti ma, vedremo i Pogues impegnati nella ricerca di un nuovo tesoro. Una grossa croce nascosta chissà dove e che i nostri protagonisti faranno di tutto per trovare mentre vecchi e nuovi nemici, sempre più pericolosi, vogliono scovarli.

Una stagione più matura

Nonostante la serie resti sempre un teen drama e pertanto è rivolta ad un pubblico tendenzialmente adolescente, la seconda stagione di Outer Banks è sviluppata su un piano più maturo della precedente. Troviamo infatti molti meno drammi d’amore (che comunque non mancano) e molta più azione. Fin dalle prime immagini, che ripartono dal momento esatto in cui abbiamo concluso la prima stagione, si viene catapultati all’interno di un vortice di azione e colpi di scena dal quale è difficile staccarsi. La seconda stagione è quindi più vivace, dinamica e “adulta” e coinvolge maggiormente lo spettatore creando in lui un senso di tensione e apprensione.

Anche la storia si rivela più coinvolgente grazie ad un deciso cambio di narrativa, basta storie sentimentali che distraggono e nella prima stagione, spesso, annoiavano, e via a intrighi, complotti, inseguimenti e tesori nascosti. Anche se spesso la trama viene forzata e molti punti della storia non hanno un piano logico, il tutto viene incastrato con maestria e, pertanto, non ci si perde in mezzo ai buchi narrativi.

Outer Banks 2 recensione

Una migliore recitazione e sviluppo dei personaggi

E, se è vero che l’esperienza paga, la seconda stagione di Outer Banks ne è una prova. Infatti, non solo la storia migliora ma anche la recitazione l’espressività dei giovani attori che la interpretano che riescono a dare maggiore enfasi alle parole e alle emozioni.

Inoltre, finalmente, viene dato maggior risalto anche ad alcuni personaggi che, nella prima stagione, sono stati messi un pò da parte. In questo caso parliamo di Pope e Kiara, che hanno spesso un spazio loro e vengono meglio delineati facendoci conoscere anche parte del loro background personale e familiare. In questa nuova stagione infatti, i rapporti umani e personali, hanno molto peso nella storia, e spesso da loro dipendono le azioni e le decisioni prese dai vari personaggi. Ma soprattutto, ha peso l’amicizia e l’affetto che ognuno dei Pogues prova per gli altri, il senso di famiglia che si sono creati stando assieme quando il resto del mondo gli ha voltato le spalle.

Per concludere con la stagione 2 si è innalzato leggermente il livello della serie. Rendendola più dinamica, coinvolgente e accattivante. Quel tocco thriller e la suspence che si crea tiene lo spettatore incollato allo schermo e meno incline a dare spazio ad alcune evidenti semplificazioni e situazioni che sappiamo essere alquanto improbabili.

La seconda stagione di Outer Banks è disponibile dal 30 Luglio!

E voi l’avete già vista? Cosa ne pensate?

IL NOSTRO VOTO

Con la stagione 2 si è innalzato leggermente il livello della serie. Rendendola più dinamica, coinvolgente e accattivante. Quel tocco thriller e la suspence che si crea tiene lo spettatore incollato allo schermo e meno incline a dare spazio ad alcune evidenti semplificazioni e situazioni che sappiamo essere alquanto improbabili.
Outer Banks
6

TI POTREBBERO INTERESSARE

ARGOMENTI CORRELATI

LEGGI ANCHE

Sex Education 3: online il nuovo trailer della serie tv Netflix

È stato rilasciato un nuovo trailer della terza attesissima stagione di Sex Education, la...

La Casa di Carta: Enrique Arce ha chiesto di tagliare una scena

La Casa di Carta - Volume 5:Parte 1 ha debuttato il 3 settembre su...

Death or Glory 1,2 – Recensione

Rick Remender è uno di quei nomi che fanno subito drizzare le orecchie a...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

Sex Education 3: online il nuovo trailer della serie tv Netflix

È stato rilasciato un nuovo trailer della terza attesissima stagione di Sex Education, la serie creata da Laurie Nunn e diretta da Kate Herron e...

La Casa di Carta: Enrique Arce ha chiesto di tagliare una scena

La Casa di Carta - Volume 5:Parte 1 ha debuttato il 3 settembre su Netflix. Di recente, invece, un attore della serie TV ha...

Death or Glory 1,2 – Recensione

Rick Remender è uno di quei nomi che fanno subito drizzare le orecchie a qualsiasi lettore di comics. Nel corso degli anni ha dato...

Locke & Key: il teaser trailer annuncia la data della stagione 2

L'ho pensato anche io non appena l'ho visto, era ora! Netflix annuncia la data di uscita della seconda stagione di Locke & Key con...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img