PUBBLICITÀspot_imgspot_img

Cowboy Bebop: John Cho parla dei paragoni con l’anime

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

C’è una trepidante attesa per la serie live-action di Cowboy Bebop. La produzione Netflix uscirà il prossimo 19 novembre e i fan sperano che sua rispettata la storia dell’anime di Shinichiro Watanabe. Ma i paragoni saranno inevitabili e lo sa molto bene il protagonista della serie, John Cho. L’attore di Star Trek e Searching ha parlato a Vulture di questo e del suo ruolo come Spike Spiegel

“Tutti i pensieri e le preoccupazioni e la fatica e i giorni passati a pensare a Spike sono equiparabili alla paura sulla reazione [dei fan alla serie]” 

Ciò è dovuto anche al fatto che Cho si è infortunato durante le riprese di Cowboy Bebop in Nuova Zelanda, interrompendo per alcuni mesi la produzione della serie. L’attore dice di aver avuto tempo durante la riabilitazione per pensare a come il pubblico avrebbe reagito alla sua performance. Si è anche preoccupato della differenza di età tra lui e il personaggio originale. 

“La mia più grande paura era che fossi troppo vecchio. Sapevo che il pubblico avrebbe avuto problemi con la mia età. Ma ho dovuto superarlo. Era ovvio che sarei apparso diverso da un ragazzo di 25 anni. Ad un certo punto era una questione di sfruttare questa un’opportunità. Si o no – lo voglio fare? E io volevo farlo. Quindi non mi sarei fermato” 

Cowboy Bebop
John Cho
COWBOY BEBOP (L to R) JOHN CHO as SPIKE SPIEGEL in COWBOY BEBOP Cr. KIRSTY GRIFFIN/NETFLIX © 2021

Riguardo alle comparazioni con l’anime originale di Cowboy Bebop, l’attore precisa che non voleva che fosse un remake scena-per-scena.

“Penso che avrebbe incoraggiato comparazioni poco lusinghiere. Posso fare meglio? Non posso. Devo per forza fare qualcosa di diverso.”

Ricordiamo inoltre che Cho aveva detto di non essere familiare con la serie prima che gli fosse offerto il ruolo. Ha detto che è stato il regista di Searching, Aneesh Chaganty, ad incoraggiarlo ad accettare. Dopo aver letto la sceneggiatura del primo episodio della serie Netflix ha visto l’anime di Cowboy Bebop che descrive come “straordinario“. Aggiunge che un motivo in più per accettare il ruolo di Spike è stato il coinvolgimento della compositrice originale dell’anime, Yoko Kanno.

“Non penso che lo show sarebbe andato avanti senza il suo coinvolgimento. Lei è stata una parte integrale dello show. Le nostre interazioni senza di lei avrebbero sofferto troppo.”

John Cho

Il live-action di Cowboy Bebop

La serie live-action di Cowboy Bebop sarà una coproduzione tra Netflix e Tomorrow Studios. La serie è stata confermata per 10 episodi e Alex Garcia Lopez (Marvel’s Daredevil) dirigerà i primi due episodi. Christopher Yost (Thor: Ragnarok) è stato confermato alla scrittura primo episodio. Il cast include, oltre a John Cho come Spike SpiegelMustafa Shakir come Jet BlackDaniella Pineda come Faye Valentine e Alex Hassell come Vicious.

Il regista dell’anime originale, Shinichiro Watanabe, farà da consulente per il nuovo progetto. Andre Nemec, Josh Appelbaum, Jeff Pinkner e Scott Rosenberg di Midnight Radio saranno i produttori esecutivi, e anche Yasuo Miyakawa, Masayuki Ozaki e Shin Sasaki dello studio anime originale Sunrise produrranno anche la produzione esecutiva.

Cowboy Bebop
John Cho

Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Cho? E le prime immagini del live-action come vi sembrano? Rispetteranno l’anime originale? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguire Nerd Pool per essere sempre aggiornati sui vostri anime e manga preferiti!

TI POTREBBERO INTERESSARE

LEGGI ANCHE

Don’t Look Up: ecco Leonardo DiCaprio e Jennifer Lawrence nel primo trailer della dark...

Netflix ha rilasciato il primo teaser trailer ufficiale del nuovo film di Adam McKay, Don't Look Up. Il...

10 manga moderni che meriterebbero un adattamento anime

I manga stanno avendo una crescente popolarità nel mondo dell'intrattenimento e di conseguenza anche...

Regè-Jean Page esce dalla chat di gruppo di Bridgerton

Regè-Jean Page ha ufficialmente lasciato la chat di gruppo della serie Bridgerton. L'attore ha...

ARGOMENTI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

CORRELATI

La Casa di Carta: Úrsula Corberó commenta il finale

In un intervista con Entertainment Tonight, la protagonista di La Casa di Carta Úrsula Corberó ha ammesso che "non riesce a smettere di pensare"...

Sex Education 3: la recensione (spoiler free) della serie Netflix

La terza stagione di Sex Education sarà disponibile su Netflix, con otto nuovi episodi, dal 17 Settembre. Guarda QUI il trailer di Sex Education 3 Sinossi È...

Sex Education 3: il trailer ufficiale della serie Netflix

Netflix rilascia il trailer della terza stagione di Sex Education, che sarà disponibile dal 17 settembre 2021 con otto nuovi episodi, in tutti i...

La Casa di Carta – Parte 5: Volume 1, recensione degli episodi 3-5

Ieri, venerdì 3 settembre, La Casa di Carta - Parte 5: Volume 1 ha debuttato su Netflix. Qui trovate la recensione dei primi due...
spot_img
PUBBLICITÀspot_imgspot_img