spot_imgspot_img

The Witcher: ecco tutti i nuovi Witcher della seconda stagione

PUBBLICITÀspot_imgspot_img

La seconda stagione di The Witcher (disponibile su Netflix) ha introdotto nella storia molti nuovi Witcher che fanno parte del franchise.

Dal videogioco di grande successo alla serie animata prequel di Netflix The Witcher: Nightmare of the Wolf, i racconti di Andrzej Sapkowski sui cacciatori di mostri hanno raccolto un’enorme folla di fan. Questo è doppiamente vero per la stagione 2 di The Witcher, la cui storia incentrata sul leggendario Geralt di Rivia (Henry Cavill) ha superato i 142 milioni di ore di visualizzazione solo nei primi tre giorni di uscita.

Una dei punti chiave della seconda stagione di The Witcher è il tempo trascorso da Geralt e Ciri (Freya Allan) nella roccaforte dei Witcher di Kaer Morhen, dove Geralt si riunisce con molti dei suoi fratelli cacciatori di mostri. Durante la loro permanenza alla fortezza, Ciri viene sottoposta ai loro antichi e intensi regimi di allenamento prima di decidere di diventare un Witcher. 

La stagione 2 introduce volti leggendari dei videogiochi del franchise come Vesemir (Kim Bodnia), il mentore di Witcher di Geralt. E offre anche tempo sullo schermo a Witcher precedentemente meno conosciuti come Coën. 

Ecco tutti i nuovi Witcher presentati nella seconda stagione:

Vesemir

In linea con il personaggio dei libri e dei videogiochi originali di Witcher, Vesemir di Kim Bodnia fornisce guida e leadership a Geralt e agli altri Witcher della serie mentre presiede la loro fortezza di Kaer Morhen. La stagione 2 di The Witcher vede Vesemir diventare sempre più ossessionato dalla creazione di un nuovo mutageno di Witcher dopo che è diventato evidente che Ciri ha il sangue di Elder che scorre nelle sue vene, che era una caratteristica a lungo ritenuta estinta in tutto il continente. Vesemir si rende conto è una sostanza troppo pericolosa per essere sperimentata, ma prima che possa distruggere la fiala contenente la sostanza viene rubata da Rience (Chris Fulton).

the witcher vesemir

Tuttavia, il Vesemir visto nei libri di Sapkowski e in molti dei videogiochi di The Witcher è un personaggio molto più sfumato rispetto all’anziano motivato e infiammabile ritratto nella seconda stagione. Mentre rimane profondamente segnato dal massacro di Kaer Morhen come ritratto in Nightmare of the Wolf, canonicamente Vesemir è altrimenti un individuo molto più saggio che accetta prontamente i bambini a sorpresa di altri Witcher, oltre ad addestrare allegramente Ciri come Witcher durante il suo primo soggiorno a Kaer Morhen. Nei romanzi, Vesemir alla fine dà la vita per Ciri durante la battaglia finale mentre duella con vari membri della feroce Caccia Selvaggia.

Eskel

Eskel (Basil Eidenbenz) fa una breve ma sorprendente apparizione nella seconda stagione 2. É il compagno d’infanzia più vicino a Geralt che arriva in ritardo al raduno dei Witcher a Kaer Morhen. Spiega che il suo ritardo è dovuto a una battaglia di sei ore con un Leshen della foresta. Tuttavia nell’episodio 2, diventa chiaro che è stato ferito dal Leshen. Le sue ferite lo trasformano lentamente nella stessa creatura che ha cercato di distruggere. Eskel, solitamente gioviale e di buon cuore, è consumato dal marciume che cresce dentro di lui. Alla fine, incapace di controllare i suoi nuovi impulsi omicidi, verrá ucciso da Geralt.

the witcher eskel

Sebbene lo stretto legame di Eskel con Geralt sia uguali ai libri originali di Sapkowski, quasi ogni altro aspetto della storia è stato alterato. Sia nel gioco che nella serie di libri, addestra sua figlia a sorpresa, la principessa Deirdre Ademeyn, con questa esperienza che successivamente lo prepara ad addestrare Ciri come Witcher (di nuovo in netto contrasto con la serie Netflix). É anche uno degli unici Witcher sopravvissuti alla fine dei romanzi, presiederá il castello come nuovo guardiano dopo la morte di Vesemir nel 1272.

Lambert

Un altro Witcher addestrato contemporaneamente a Geralt ed Eskel, é Lambert (Paul Bullion). Un guerriero cinico e dalla lingua acida con una severa sfiducia nei confronti degli estranei. Un bullo per Ciri dai suoi primi momenti a Kaer Morhen. Lambert è senza dubbio uno dei Witcher più vituperati a sopravvivere alla stagione 2. Nonostante la sua natura abrasiva, la sua abilità come un guerriero non è mai in discussione. Lambert é uno dei pochi Witcher a resistere all’attacco di Voleth Meir a Kaer Morhen, ucciderá molti dei suoi Basilischi evocati nel processo. 

In contrasto con il suo lungo tempo sullo schermo nella stagione 2 di The Witcher, Lambert è un personaggio relativamente minore nel resto della saga. Sebbene ricopra un ruolo minore nel videogioco The Witcher 3: Wild Hunt , il suo personaggio scontroso viene utilizzato principalmente come ostacolo per le scelte morali del giocatore verso la fine della storia, con Wild Hunt che offre l’opportunità di salvare o sacrificare Lambert in una delle missioni finali del gioco.

Coën

L’unico altro Witcher al fianco di Lambert, Geralt e Vesemir sopravvissuto all’attacco di Voleth Meir, é Coën (Yasen Atour). Che esiste nella serie come uno dei membri più gentili della Scuola del Lupo. La stagione 2 di The Witcher vede diverse scene in cui Coën consola e guida Ciri dopo che le incessanti prese in giro di Lambert che la irritano durante il suo addestramento da Witcher, dando credito alla natura gentile del suo personaggio nonostante il suo aspetto sfregiato. 

Come Lambert prima di lui, Coën riceve un ruolo piú importante nella seconda stagione di The Witcher di Netflix. Nei libri il suo personaggio muore all’inizio della storia dopo essere stato pugnalato con un forcone nella battaglia di Brenna nella seconda Guerra del Nord della narrativa di The Witcher.

Qual’é il vostro Witcher preferito (Geralt non vale come risposta)?
Scrivetecelo nei commenti!

Non dimenticatevi di iscrivervi alla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sul mondo del Cinema e delle Serie TV.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

CORRELATI

spot_img
Laura Pola
26 anni Nerd. Appassionata di Fantasy e serie tv. Il mio più grande sogno è quello di entrare nell'armadio e finire a Narnia, mentre un gufo viene a portarmi la mia lettera di benvenuto ad Hogwarts dove mi allenerò per salvare la terra di mezzo.

POTREBBERO INTERESSARTI: