spot_imgspot_img

The Book of Boba Fett 1×02: tutte le citazioni e gli easter egg

PUBBLICITÀspot_imgspot_img
SPOILER ALERT! Attenzione, seguono spoiler, proseguite a vostro rischio e pericolo!

Dal 5 gennaio 2022 è disponibile su Disney+ il secondo episodio di The Book of Boba Fett, la prima stagione della serie live-action ambientata nella galassia di Star Wars, dedicata al mitico cacciatore di taglie. Con i suoi 50 minuti di durata, la puntata intitolata “The tribes of Tatooine” è piena di citazioni e easter egg.

Scopriamole insieme.

Prima di proseguire, vi ricordiamo nuovamente che sono presenti tantissimi spoiler su The Book of Boba Fett 1×02, continuate a leggere a vostro rischio e pericolo!

L’entrata di Fennec Shand ricorda molto una scena de Il Ritorno Dello Jedi

Il primo riferimento visivo dell’episodio 2 di The Book of Boba Fett arriva nella scena di apertura, quando Fennec Shand riporta al palazzo di Jabba un assassino catturato. Il lento sollevamento del cancello principale del palazzo, ripreso da una prospettiva interna, è deliberatamente progettato per imitare Il ritorno dello Jedi, quando C-3PO e R2-D2 e Luke Skywalker, entrano proprio da questa stessa porta.

“E Chu Ta” è un parolaccia già sentita in Star Wars

Interrogando il suo prigioniero, Boba Fett viene insultato quando l’assassino risponde dicendo “E Chu Ta”. Boba descrive l’epiteto come una maledizione piuttosto spiacevole. In effetti, la frase offensiva in huttese è stata già utilizzata in Star Wars, in particolare ne L’Impero Colpisce Ancora quando C-3PO risponde con l’ormai iconico: “Che scortesia!

Il Rancor e l’omaggio a Il Ritorno dello Jedi

Ancor più della scena iniziale, The Book of Boba Fett omaggia Il Ritorno dello Jedi con la caduta dell’assassino nella fossa del Rancor. La sua caduta ricorda molto quella di Luke Skywalker, ed è seguita dal trono che avanza sul pavimento per dare al suo occupante una visione più chiara del sangue, come fece Jabba.

Il topo nella fossa del Rancor

Sebbene la gabbia di Rancor sia vuota – grazie alle azioni di un famoso Jedi – al suo interno troviamo un topolino. Questa gag è un richiamo ai topi che strisciano attraverso la prigione di Jabba ne Il Ritorno dello Jedi, che sono stati successivamente identificati come Tatoo-rats. Più avanti nell’episodio 2 di The Book of Boba Fett, il gemello maschio Hutt sta usando un Tatoo-rat per asciugarsi la fronte sudata e viscida.

I cugini di Jabba the Hutt

A reclamare il trono ora di Boba Fett, giungono i due gemelli Hutt, cugini del celebre Jabba.

Il debutto di Black Krrsantan

Per intimidire Boba Fett, i gemelli Hutt hanno portato con sé un cacciatore di taglie Wookiee e non è un nuovo arrivato nel franchise di Star Wars. Il Wookiee in questione è Black Krrsantan, che è apparso frequentemente nei fumetti di Darth Vader e Doctor Aphra, e la cui reputazione è più che paragonabile alla sua aura spaventosa.

Le origini del bastone di Boba Fett visto in Mandalorian

Finalmente abbiamo scoperto le origini del bastone di Boba Fett, bastone che abbiamo visto per la prima volta in Mandalorian quando il personaggio fa il suo debutto nella serie su Mando. Dopo aver ottenuto la fiducia dei Tusken, Boba diventa a tutti gli effetti un membro della tribù ottenendo anche il suo Bastone Gaffi.

The Book of Boba Fett introduce due personaggi eliminati dalla Trilogia Originale

Gli spettatori di The Book of Boba Fett potrebbero chiedersi perché ai personaggi maschili e femminili della stazione di Tosche viene data una tale importanza. Sebbene i loro nomi non siano pronunciati ad alta voce, i titoli di coda dell’episodio 2 confermano che sono Camie Marstrap e Laze “Fixer” Loneozner, due personaggi creati da George Lucas per il film originale di Star Wars del 1977 ma eliminati dal montaggio finale. Una delle scene eliminate da Una Nuova Speranza mostra Camie e Fixer insieme a Luke Skywalker e Biggs Darklighter. The Book of Boba Fett introduce ancora una volta il duo nella mitologia di Star Wars, ma con 40 anni di ritardo.

Il Sindacato dei Pyke e la Spezia

Si scopre che i criminali a bordo del treno sono membri del sindacato dei Pyke, una banda criminale che ha svolto ruoli importanti in Star Wars: The Clone Wars e in Solo. Sono esperti nel contrabbando di spezie e, in effetti, Boba Fett fa riferimento alle miniere di spezie di Kessel, menzionate per la prima volta da C-3PO in Una Nuova Speranza.

Prima di salutarvi, vi ricordiamo che il nuovo episodio di The Book of Boba Fett sarà disponibile, in Italia, a partire da mercoledì 12 gennaio su Disney+.

La sinossi di The Book of Boba Fett

The Book of Boba Fett, un’emozionante avventura dell’universo di Star Wars, anticipata in una scena post credit a sorpresa dopo il finale della seconda stagione di The Mandalorian, vede il leggendario cacciatore di taglie Boba Fett e la mercenaria Fennec Shand farsi strada nel mondo criminale della Galassia quando tornano sulle sabbie di Tatooine per rivendicare il territorio un tempo controllato da Jabba the Hutt e dal suo sindacato del crimine. The Book of Boba Fett è interpretato da Temuera Morrison e Ming-Na Wen. Jon Favreau, Dave Filoni, Robert Rodriguez, Kathleen Kennedy e Colin Wilson sono gli executive producer. Karen Gilchrist e Carrie Beck sono le co-executive producer, mentre John Bartnicki è il produttore e John Hampian il co-produttore.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

ARGOMENTI CORRELATI

LASCIA IL TUO COMMENTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

CORRELATI

spot_img
Angelo Lupo
Nasco a Monza all'età di 0 anni meno 2 mesi. Da allora ho deciso di vivere in un mondo tutto mio (zona Gotham per l'esattezza). Adoro leggere fumetti, guardare serie tv (con picchi di 25 in un anno), giocare ai videogames, andare al cinema, passeggiare con il mio cane (Nymeria) e viaggiare con mia moglie. Ah...oltre a questo, nei tempi morti, faccio l'ingegnere informatico.

POTREBBERO INTERESSARTI: