Spider-Man: No Way Home, Andrew Garfield racconta l’incidente con il servizio di delivery

spot_imgspot_img
SPOILER ALERT! Attenzione, seguono spoiler su SPIDER-MAN: NO WAY HOME, proseguite a vostro rischio e pericolo!

La notizia della presenza di Andrew Garfield (e Tobey Maguire) in Spider-Man: No Way Home è ormai sulla bocca di tutti e non è più un segreto. Tuttavia, queste informazioni sono arrivate in rete in veste decisamente meno ufficiale molto prima che il film iniziasse a dominare il botteghino mondiale.

La produzione di Spider-Man: No Way Home è diventata “famigerata” per le fughe di notizie da quando un autista di DoorDash (un servizio di food delivery – consegna cibo) ha “raccontato” in rete a gennaio 2021 di aver effettuato una consegna ad Andrew Garfield ad Atlanta e che l’attore era stato scortese. 

La semplice informazione che Andrew Garfield si trovasse ad Atlanta, proprio mentre la macchina produttiva della Sony e della Marvel aveva avviato i motori ai Pinewood Studios, ha subito fatto scattare sull’attenti i fan.

Ora che il segreto è stato svelato, Andrew Garfield ha raccontato a Happy Sad Confused con Josh Horowitz, su Spotify, la sua versione della storia – confermando che l’autista gli aveva consegnato del cibo ad Atlanta.

Ecco il suo racconto:

Era la mia prima notte ad Atlanta e mi trovavo insieme a due dei miei più cari amici, uno dei quali lavora a The Walking Dead che viene girato nella stessa zona. Eravamo nell’abitazione dove mi avevano piazzato e avevo ordinato una cena a domicilio per tutti noi perché eravamo nel pieno del COVID e si poteva solo prendere il cibo da asporto. Era letteralmente la mia prima notte lì e stava andando tutto meravigliosamente. Indossavo sempre la mascherina. Portavo un cappellino. Nessuno poteva riconoscermi, capire che mi trovavo lì, potevo davvero mantenere un profilo bassissimo e quello che serviva per non farmi riconoscere.

Ma poi la consegna non è andata come si aspettava. 

Arriva il fattorino, un tizio dall’aspetto dolce e cordiale. Apro la porta, lo ringrazio – ho addosso la mascherina e il cappellino. E faccio una cosa del tipo: “Grazie Amico!”.

Solo che lui fa “Yo,yo,yo, aspetta: devo vedere la tua carta d’identità”. Strano. La carta d’identità per il delivery? Nessun servizio di consegne a domicilio me l’aveva mai chiesta.

Per essere chiari, lui era anche molto vicino alla porta, ma proprio tanto e io ero super impensierito perché il giorno dopo sarei dovuto andare sul set e non mi andava di correre il rischio di far chiudere il set di un film Marvel nel bel mezzo di una pandemia.

Quindi gli dico “Certo, un secondo: ti dispiacerebbe allontanarti un po’? Sai, il COVID e tutto il resto”, ma gli chiedo anche perché dovevo mostrargli i miei documenti. 

“Devo controllare le generalità perché hai preso degli alcolici”. Però l’ordine fatto con DoorDash non era a mio nome e io neanche avevo preso alcolici. Avevo preso dei taco.

Garfield dice di aver fatto uscire il suo amico Trevor e mostrare la sua carta d’identità, cercando di depistare la situazione. Ma poi l’autista della consegna è andato su Internet.

E guarda un po’ che il tizio ha detto “Penso di aver appena consegnato del cibo a Andrew Garfield!” e penso anche che mi abbia dato del maleducato, cosa che di certo non sono stato. Avevo chiesto che venisse rispettato il distanziamento sociale e probabilmente la richiesta lo ha infastidito, cosa che non volevo in alcun modo fare e anzi chiedo venia per qualsiasi cosa che possa essere stata scambiata per maleducazione.

Non mi piace innervosire la gente, ma poi è diventato un caso e credo che sia anche finito nei guai. Non so di preciso. Ma dovunque tu sia, so cosa avevi in mente quella sera. Volevi essere subdolo e mi hai obbligato ad affrontare una bella sfida.

Tutto su Spider-Man: No Way Home

In questo nuovo film ritroviamo un Peter Parker “indifeso”. Alla fine di Spider-Man: Far From Home, infatti, Mysterio ha svelato a tutti l’identità dell’Uomo Ragno, accusandolo del suo omicidio. Il film è nei cinema italiani dal 15 dicembre 2021.

Diretto da Jon Watts, nel film sono nuovamente presenti Tom Holland, Zendaya, Jon Favreau, Jacob Batalon, Marisa Tomei. Tra i nuovi ingressi troviamo nomi d’eccellenza come Benedict Cumberbatch, J.B Smoove e Benedict Wong.

Ma il film riserverà tantissime sorprese. Data per certa la presenza del Dottor Octopus (Alfred Molina), e di altri cattivi d’eccezione provenienti dai vecchi film di Spider-Man. Troveremo Green Goblin ed Electro, interpretati nuovamente da Willem Dafoe, e Jamie Foxx. Ma ci sono anche Sandman e Lizard interpretati rispettivamente da Thomas Hayden Church e Rhys Ifans.

La sinossi ufficiale di Spider-Man: No Way Home

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, viene rivelata l’identità del nostro amichevole eroe di quartiere, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto del Dottor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso.

spot_imgspot_img

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

Doctor Strange 2: che cos’è il Libro dei Vishanti?

Immaginiamoci la scena. Esci dal cinema dopo aver visto...

Scarlet Witch è arrivata su Fortnite!

C'è una novità per i giocatori di Fortnite! In...

Doctor Strange 2: incontriamo tutti gli Illuminati

Il multiverso della follia è ufficialmente arrivato nelle sale...

Doctor Strange 2 spezza il cuore ai fan di Wanda

Il multiverso della follia è ufficialmente arrivato nelle sale...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here