451 presenta Improvvisazioni di Gideon Lichfield e Coma di Alex Garland

spot_imgspot_img

“Queste storie mostrano con molta chiarezza quello che la fantascienza dovrebbe sempre fare: accompagnare i lettori attraverso il futuro e rassicurarli che la vita può fiorire, nonostante tutto, se solo usiamo l’immaginazione.”
Washington Post

“Al loro meglio, queste intelligenti, emozionanti e vibranti storie rivelano una strada da percorrere attraverso la crisi ancora in corso.”
Publishers Weekly

Il 2 marzo saranno disponibili in libreria per 451 due nuovi attesissimi volumi: Improvvisazioni a cura di Gideon Lichfield e Coma di Alex Garland.

IMPROVVISAZIONI

In Improvvisazioni dieci autori immaginano altrettanti futuri più o meno vicini al nostro, dove l’elemento tecnologico è fondamentale per adattarsi al cambiamento portato dall’evento pandemico. Dopo l’antologia Relazioni, 451 propone Improvvisazioni: pubblicata negli USA dal MIT di Boston, curata da Gideon Lichfield, il volume raccoglie le visioni e le parole di Madeline Ashby, Indrapramit Das, Cory Doctorow, Adrian Hon, Rich Larson, Ken Liu, Malka Older, Hannu Rajaniemi, Wade Roush, Karl Schroeder, D.A. Xiaolin Spires, Ytasha L. Womack.

«Vorrei che più storie riflettessero il tipo di mondo in cui ci piacerebbe vivere.» Scrive Wade Roush in Si è strappato un velo, intervista presente in Improvvisazioni, a Ytasha L. Womack: «O leggere una storia di fantascienza e dire “Vorrei trovarmi lì. Mi sembra un mondo che tratta le persone come si deve, o che perlomeno dà risalto a chi lo fa”. Mi piacerebbe vedere più storie in cui gli strumenti di resilienza provenienti dal nostro passato siano messi a frutto. Ovviamente, c’è già una branca della fantascienza che fa tutto questo, ma mi piacerebbe che fosse più estesa. Forse è per questo che contribuisco al genere: per immaginare soluzioni a problemi futuri e immaginare futuri come soluzioni ai problemi. O, per dirla con Toni Morrison, per scrivere il tipo di storie che vorrei leggere.»

L’autore
Gideon Lichfield
è di Londra, dove ha iniziato la sua carriera nella redazione di “The Economist”. Successivamente ha lavorato come corrispondente da Città del Messico, Mosca e Gerusalemme, prima di finire a New York. È uno degli editor fondatori del magazine di business “Quartz”, dove ha lavorato fino al 2017, quando è diventato caporedattore della “MIT Technology Review”. Ha insegnato giornalismo alla New York University e, durante il suo progetto di ricerca per il Data & Society Research Institute, ha scritto diversi racconti di fantascienza. Dopo l’esperienza alla “MIT Technology Review”, è ora direttore editoriale di “Wired”.

a cura di Gideon Lichfield
Volume Unico
Formato – 14,5×20,5 – BROSS.
Pagine – 220 ca.
Prezzo – 16,00 €

CURA

“Una corsa strana e avvincente in quel regno dove nulla è come sembra e dove la notte non finisce mai veramente.”
The Times

Quando Carl si risveglia dal coma dopo essere stato aggredito su un treno della metropolitana, la vita intorno a lui sembra poco familiare, persino strana. Arriva a casa del suo migliore amico senza ricordare come abbia fatto; sembra che abbia una relazione con la sua segretaria, scoperta a suo modo piacevole ma alquanto sorprendente. Comincia a notare distorsioni nella sua percezione, in special modo rispetto al tempo. Si sta davvero relazionando col mondo esterno, si chiede, o potrebbe non essere così? Inizia in questo modo un oscuro dramma psicologico che solleva interrogativi sulla psiche umana, sul sogno rispetto alla realtà e sui confini della coscienza. Un viaggio che mette in discussione le nostre ipotesi sul modo in cui esistiamo nel mondo.

L’autore
Alex Garland
, londinese, classe 1970, emerge come autore del classico generazionale L’ultima spiaggia (1996), best seller internazionale trasposto al cinema dal regista di Trainspotting Danny Boyle. Per Boyle scrive poi la sceneggiatura di 28 giorni dopo (2002), horror d’azione tra i più apprezzati del nuovo millennio. Nel 2015 passa egli stesso alla regia con il thriller sci-fi Ex Machina (2015), film pluripremiato e per il quale viene candidato all’Oscar per la miglior sceneggiatura.

di Alex Garland
Volume Unico
Formato – 14,5×20,5 – BROSS.
Pagine – 100 ca.
Prezzo – 14,00 €

A dare vita alle illustrazioni delle cover Simone Di Meo, giovane illustratore nominato per due Eisner Awards con il fumetto Li troviamo solo quando sono morti, pubblicato in Italia da Edizioni BD e sceneggiato da Al Ewing (di cui abbiamo pubblicato L’uomo immaginario lo scorso giugno).

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo del Fumetto.

spot_imgspot_img

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

Edizioni BD e J-Pop Manga a Romics 2022

Edizioni BD e J-POP Manga saranno alla prossima edizione...

Edizioni BD e J-POP: le uscite di aprile 2022

Tante le novità di Edizioni BD & J-POP Manga...

Edizioni BD e J-Pop Manga a Gardacon e Lucca Collezionando

I prossimi week end saranno all’insegna del fumetto! Edizioni...

Edizioni BD e J-POP Manga a BeComics 2022

Dal 19 al 20 marzo Edizioni BD e J-POP...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here