Elex 2 – La nostra recensione

spot_imgspot_img

Abbiamo giocato in anteprima Elex 2, il nuovo capitolo della saga dei Piranha Bytes. Dopo molte ore passate sul GDR siamo pronti a dirvi la nostra!

Elex blu, Elex viola

La storia riprende dal termine del capitolo precedente. Jax, ritiratosi in esilio per molto tempo, viene improvvisamente attaccato da creature extraterrestri che lo feriscono gravemente, infettandogli il sangue. Questi esseri sono gli Skyands, una specie spaziale evoluta che porta con sé una variante dell’Elex, di colore viola. La storia si dipanerà così nella ricerca della cura per Jax e del metodo per sconfiggere questi invasori. Ciò comporterà stringere alleanze necessarie con le differenti fazioni presenti nel gioco: Berserker, Morkon, Albe, Chierici e Fuorilegge.

Parliamo di circa 35 ore per completare la main quest, scritta bene ma molto frettolosa sul finale e con una regia che non riesce a farti apprezzare come dovrebbe tutti i colpi di scena. I dialoghi sono di una qualità altalenante e interpretati da personaggi stereotipati e poco approfonditi, tranne rare eccezioni.

Le missioni secondarie sono interessanti e varie ma, per colpa dei requisiti di livello alti, diverranno obbligatorie per concludere la campagna. Una nota molto positiva c’è: ognuna di queste missioni e le scelte che prendiamo tra una e l’altra alterano profondamente lo stato del mondo di gioco e le interazioni con gli altri personaggi, arrivando persino a precluderci interi archi narrativi. Quello di Elex è un mondo vivo, in profondo cambiamento e noi abbiamo il potere di esserne la causa principale. Lode all’eccezionale impegno posto su questo frangente dagli sviluppatori di Piranha Bytes.

Più divertimento per Jax

Fin dall’inizio dell’avventura, ci viene consegnato il jetpack, presente già nel primo gioco ma completamente rivisto e migliorato. Questo, se sufficientemente potenziato dal giocatore tramite apposita postazione, può diventare un mezzo di trasporto eccezionale. Con le dovute modifiche diventerà fondamentale anche nella risoluzione dei conflitti.

Il sistema di combattimento è abbastanza superficiale e reso divertente solo, per l’appunto, dalla “spinta” del jetpack. Lottare è particolarmente ostico all’inizio dell’avventura, anche a difficoltà basse, colpevole un bilanciamento dei nemici e della loro densità nei dungeon non sempre impeccabile. Con il passare del tempo però, le creature che ci uccidono con un paio di colpi diverranno dei semplici ostacoli perditempo: infatti, il livello dei nemici non aumenta con l’aumentare di quello di Jax.

Dopo ogni combattimento e missione completata, il protagonista di Elex guadagnerà punti esperienza da investire nei classici attributi da GDR. Ogni cinque punti investiti sullo stesso, aumenterà in modo permanente una serie di parametri come la vitalità o la possibilità di colpo critico.

Non è tutto Elex quello che luccica

Parliamo ora del comparto tecnico del gioco: la grafica del gioco non è degna di nota ma, grazie ad una regia artistica e un level design eccellenti, le atmosfere catturano e trascinano a Magalan rimediando ai difetti. I modelli poligonali dei personaggi sono poco lavorati, al limite del grottesco soprattutto in volto. Un vero peccato e uno spreco, se confrontati con l’ottimo lavoro fatto sul labiale.

Un discreto impegno è stato dato all’ottimizzazione del titolo: l’immensa mappa di gioco è percorribile senza alcun caricamento e il viaggio rapido è praticamente istantaneo. Noi abbiamo giocato Elex su PC, riscontrando alcuni crash e bug (mai bloccanti) che speriamo vengano risolti con un update disponibile al lancio.

Niente da dire sulle musiche e sul sonoro in generale. I temi che ci accompagnano per tutta l’avventura sono più o meno sempre gli stessi, senza particolari guizzi e dimenticabili.

Ricordiamo che Elex 2 uscirà l’1 marzo 2022 su PC, Playstation 4, Playstation 5 e sistemi Xbox. È ancora disponibile sul sito ufficiale del gioco l’edizione da collezione che, tra le altre cose, contiene un’action figure di un soldato delle Albe.

E voi state aspettando Elex 2? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticate di seguirci su Nerdpool.it per ulteriori aggiornamenti!

LEGGI ANCHE:
Correlati
Elex 2 è un passo avanti rispetto al primo capitolo. Scorrazzare con il jetpack e uccidere i nemici in volo è divertente, al netto di un sistema di combattimento poco sviluppato. Un plauso è dovuto all'impegno messo nella direzione artistica e nel sistema di scelte che farà pesare ogni singola azione. Speriamo che, con un capitolo successivo, i ragazzi di Piranha Bytes riescano a mettere la marcia sul comparto grafico, in particolare per i modelli poligonali dei personaggi che risultano grotteschi.Elex 2 - La nostra recensione