M1 Ultra, il chip Apple più potente al mondo!

Disponibile nel nuovo Mac Studio, M1 Ultra offre al computer desktop prestazioni senza precedenti.

spot_imgspot_img

Apple ha annunciato oggi M1 Ultra, un incredibile passo avanti per i chip Apple e per il Mac. Con UltraFusion, l’innovativa architettura di packaging Apple che interconnette il die di due chip M1 Max per creare un SoC (system on a chip) con livelli senza precedenti di prestazioni e capacità, M1 Ultra offre un’innovativa potenza di elaborazione al nuovo Mac Studio mantenendo prestazioni per watt all’avanguardia nel settore. La nuova architettura SoC racchiude 114 miliardi di transistor, il numero più alto di sempre in un chip per personal computer.

M1 Ultra può essere configurato con un massimo di 128GB di memoria unificata a larghezza di banda elevata e bassa latenza, accessibile dalla CPU 20-core, dalla GPU 64-core e dal Neural Engine 32-core; M1 Ultra offre prestazioni straordinarie per gli sviluppatori che compilano codice, per gli artisti che lavorano in ambienti 3D enormi, che prima erano impossibili da renderizzare, e per i professionisti del video che possono ora transcodificare video in ProRes fino a 5,6 volte più velocemente rispetto a un Mac Pro 28-core con Afterburner.

“M1 Ultra rappresenta un’ulteriore rivoluzione per i chip Apple che ancora una volta sconvolgerà il settore dei PC. Connettendo due die dei chip M1 Max con la nostra architettura di packaging UltraFusion, siamo in grado di far raggiungere al chip Apple risultati senza precedenti” ha dichiarato Johny Srouji, Senior Vice President of Hardware Technologies di Apple. “Con la sua potente CPU, una GPU formidabile, un incredibile Neural Engine, l’accelerazione hardware ProRes e un’enorme quantità di memoria unificata, M1 Ultra completa la famiglia M1 ed è il chip più potente e capace al mondo per un personal computer.”

L'architettura UltraFusion del chip M1 Ultra.

Rivoluzionaria architettura UltraFusion

La base di M1 Ultra è il chip M1 Max incredibilmente potente ed efficiente nei consumi. Per realizzare M1 Ultra, viene utilizzata l’architettura di packaging esclusiva di Apple, UltraFusion, per interconnettere il die di due chip M1 Max. Il modo più comune di scalare le prestazioni consiste nel connettere due chip tramite una scheda madre, ma questa soluzione comporta solitamente significativi compromessi, per esempio una maggiore latenza, una larghezza di banda ridotta e maggiori consumi. Tuttavia, l’innovativa architettura UltraFusion di Apple utilizza un interposer di silicio che connette i chip su oltre 10.000 segnali, offrendo un’impressionante larghezza di banda inter-processore da 2,5TB/s a bassa latenza, oltre quattro volte superiore rispetto alla larghezza di banda della principale tecnologia di interconnessione multi-chip. Ciò consente a M1 Ultra di comportarsi e di essere identificato dal software come un unico chip. Chi sviluppa non dovrà pertanto riscrivere il proprio codice per usufruire appieno delle sue prestazioni. Non c’è mai stato nulla di simile. Metti in pausa la riproduzione del video: L’architettura di packaging UltraFusion di AppleL’innovativa architettura di packaging UltraFusion di Apple connette due die dei chip M1 Max per creare il potentissimo M1 Ultra.

Prestazioni ed efficienza senza precedenti

M1 Ultra ha una CPU 20-core straordinariamente potente con 16 high-performance core e quattro high-efficiency core. Offre prestazioni multi-thread fino al 90% superiori rispetto al chip 16-core per PC desktop più veloce disponibile a parità di consumo energetico. Inoltre, M1 Ultra raggiunge le prestazioni massime del chip per PC utilizzando 100 watt in meno.2 Questa straordinaria efficienza significa un minore consumo di energia e ventole più silenziose, persino quando app come Logic Pro eseguono flussi di lavoro impegnativi, per esempio l’elaborazione di enormi quantità di strumenti virtuali, plug-in audio ed effetti.

Un grafico delle prestazioni della CPU 20-core del chip M1 Ultra.
Un grafico delle prestazioni della CPU 20-core del chip M1 Ultra.

Per le esigenze grafiche più intense, come il rendering 3D e complesse attività di elaborazione delle immagini, M1 Ultra ha una GPU 64-core, 8 volte più grande di quella nel chip M1, che offre prestazioni superiori rispetto alla GPU per PC più all’avanguardia sul mercato utilizzando 200 watt in meno.3

Le prestazioni per watt della GPU del chip M1 Ultra.

Anche l’architettura di memoria unificata di Apple si è ampliata con il chip M1 Ultra. La larghezza di banda della memoria è stata aumentata a 800GB/s, oltre 10 volte superiore rispetto al più recente chip per PC desktop, e M1 Ultra può essere configurato con 128GB di memoria unificata. Rispetto alle schede grafiche per PC più potenti sul mercato che raggiungono al massimo 48GB, niente si avvicina al chip M1 Ultra nella memoria grafica, capace di supportare enormi carichi di lavoro a elevato sfruttamento della GPU come le attività con geometrie 3D estreme e il rendering di scene imponenti. Il Neural Engine 32-core del chip M1 Ultra esegue fino a 22.000 miliardi di operazioni al secondo, raggiungendo velocità straordinarie nelle attività di machine learning più impegnative. Inoltre, con il doppio delle capacità del motore multimediale rispetto al chip M1 Max, M1 Ultra offre velocità senza precedenti nella codifica e decodifica di video ProRes. In effetti, il nuovo Mac Studio con M1 Ultra può riprodurre fino a 18 stream di video ProRes 422 8K, un’impresa che nessun altro chip può compiere.4 M1 Ultra include inoltre tecnologie Apple esclusive, come un motore del display che permette di collegare molteplici monitor esterni, controller Thunderbolt 4 integrati e sicurezza all’avanguardia, tra cui il più recente Secure Enclave di Apple, avvio protetto con verifica hardware e tecnologie anti-exploit in fase di esecuzione.

Quattro monitor esterni e una TV che funzionano contemporaneamente.

macOS e le app sfruttano la potenza del chip M1 Ultra

La perfetta integrazione tra hardware e software è da sempre al centro dell’esperienza Mac. macOS Monterey è stato progettato per i chip Apple e sfrutta l’enorme incremento di CPU, GPU e larghezza di banda di M1 Ultra. Tecnologie di sviluppo come Metal permettono alle app di trarre il massimo vantaggio dal nuovo chip, e le ottimizzazioni in Core ML sfruttano la potenza del nuovo Neural Engine 32-core per eseguire i modelli di machine learning in modo ancora più veloce. Ora è possibile accedere alla più vasta raccolta di app per Mac di sempre, incluse le app per iPhone e iPad che possono essere eseguite su Mac, e le app Universal che sbloccano tutta la potenza della famiglia di chip M1. Le app che non sono ancora state aggiornate alla versione Universal potranno girare senza difficoltà grazie alla tecnologia Rosetta 2 di Apple.

L'app Houdini su Studio Display e Mac Studio con M1 Ultra.

Un ulteriore passo avanti verso la transizione verso i chip Apple

Apple ha introdotto i chip Apple in quasi tutti i Mac dell’attuale gamma, e ogni nuovo chip (M1, M1 Pro, M1 Max e ora M1 Ultra) ha portato capacità incredibili su Mac. M1 Ultra completa la famiglia di chip M1 ed è il cuore del nuovo Mac Studio, un sistema desktop a elevate prestazioni con un nuovo design compatto reso possibile dalle migliori prestazioni per watt del settore offerte dal chip Apple.

La gamma completa di chip Apple su misura: M1, M1 Pro, M1 Max e M1 Ultra.

I chip Apple e l’ambiente

L’efficienza energetica del chip Apple su misura consente a Mac Studio di consumare meno energia nel corso del suo ciclo di vita. In effetti, oltre a offrire prestazioni straordinarie, Mac Studio consuma fino a 1000 kilowattora in meno rispetto a un PC desktop di fascia alta nell’arco di un anno.5Oggi tutte le attività aziendali Apple a livello globale sono carbon neutral ed entro il 2030 Apple prevede di raggiungere l’obiettivo impatto zero sul clima in tutto il business, incluse le catene di fornitura della produzione e il ciclo di vita di tutti i prodotti. Questo significa che ogni chip creato da Apple sarà interamente a impatto zero, dalla progettazione alla fabbricazione.

spot_imgspot_img

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here