WWE 2K22: la recensione che rivoluziona la serie!

WWE 2K22 sancisce il ritorno di una delle serie videoludiche più longeve di sempre!

Grafica
8.5
Sonoro
8.7
Gameplay
9.0
Longevità
8.5
spot_imgspot_img

Dopo una lunga attesa e con l’hype alle stelle, il team di 2K Games ha finalmente rilasciato WWE 2K22!

Il nuovo titolo dedicato all’universo della WWE, percorre la scia dell’insuccesso lasciata da WWE 2K20 (qui la nostra recensione) dal quale, ne è conseguita una pausa di un anno colmato dalla presenza di WWE 2K Battlegrounds (occhio alla review).
L’ultimo titolo canonico della serie ha fatto parlare molto di sé… ma non nel modo in cui ci si aspetterebbe! La cattiva pubblicità che hanno riscosso i numerosi bug di WWE 2K20, ha avuto un’elevata influenza sulle vendite ragion per cui, una pausa di un anno è stata fondamentale per schiarire le idee al team di Visual Concepts. Le aspettative per il nuovo titolo targato WWE sono decisamente alte giacché il titolo, si pone l’obiettivo di rilanciare la serie e di riconquistare il cuore dei propri fan, per un titolo degno del WWE Universe.

Riponi l’ascia di guerra… e prendi la spada!

Sfodera la spada dalla roccia!

Come in ogni titolo targato 2K Sports che si rispetti, verremo accolti dal tutorial con la possibilità di saltare l’introduzione e gettarsi di soppiatto nella mischia, ma è sempre meglio essere cauti! Come impareremo dal nostro coach nonché guida durante il corso della nostra esperienza Drew Gulak, bisognerà rimanere attenti e concentrati poiché, se saremo precipitosi, le cose ci si potrebbero solo torcere contro.
Come mostratoci da Coach Gulak, il gameplay di WWE 2K22 è completamente innovativo! Avremo infatti a nostra disposizione tre comandi principali per l’attacco: leggero, pesante e presa. Questi tre comandi, se rispettivamente alternati l’un l’altro, ci porteranno ad effettuare una Combo. Con l’introduzione delle combo, sarà più arduo per il difensore, contrattaccare le nostre tecniche offensive poiché, non basterà solamente premere il corrispettivo pulsante per difendersi anzi, nel corso della combo un difensore potrà prevedere quale dei tre attacchi verrà effettuato dall’avversario, premendo lo stesso comando per effettuare una Breaker. Lo stesso vale anche per le prese infatti, dopo aver effettuato una presa, dovremo scegliere se effettuare una presa potente, leggera o, premendo lo stesso comando, un Irish Whip. Per i difensori ovviamente, vale lo stesso concetto di prima ma inoltre, avranno la possibilità di rimanere in parata, al fine di bloccare gli attacchi oppure, usando R1/RB + L potranno schivare gli attacchi.
Infine, quando la Barra Mossa Speciale sarà piena, potremo effettuare una Mossa Speciale (R2/RT + Quadrato/Ics) ed in seguito, una Mossa Finale (R2/RT + Ics/A). Con R2/RT + Cerchio/B invece, potremo effettuare una Presa di Sottomissione, avviando un mini-gioco basato sulla pressione frenetica del comando indicato per decidere chi la spunterà per primo. Nel ruolo difensivo, potremo addirittura strisciare verso le corde al fine di tentare un Rope Break ma, così facendo, interromperemo il nostro tentativo di fuga, consentendo all’avversario un discreto vantaggio.

Non è mai detta l’ultima parola!

La parola d’ordine al successo è sempre la stessa: Showcase!

Le parole dell’uomo copertina, ci accompagnano all’interno di una modalità interamente dedicata alla carriera del più grande Cruiserweight di tutti i tempi: Rey Mysterio.
Con un’introduzione incentrata sulle sue origini, l’intervista del Rey si focalizza sull’intera carriera trascorsa tra le fila prima dell’ECW, poi in WCW e alla fine in WWE dove trionfò finalmente come campione dei pesi massimi. A differenza dei titoli precedenti, qui la modalità non s’incentra su una determinata rivalità che ha fatto la storia della federazione bensì, sulla carriera di uno dei Pesi Leggeri più amati di sempre. Non avremo la possibilità di affrontare un elevato numero di match, ma 12 incontri bastano e avanzano per rivivere i momenti più belli degli ultimi 25 anni di WWE. Inizieremo con il primo match per il titolo contro Eddie Guerrero nel 1997 ad Halloween Havoc WCW dove il nostro eroe, fiero dell’eredità sportiva di suo zio nonché suo mentore, fu annunciato come Rey Mysterio JR. Passeremo poi, ad un momento toccante dato dalla perdita nel 2005 del Latino Heat, suo compagno fraterno, per poi concludere con i suoi migliori match degli ultimi anni.
All’interno della modalità in questione, una gran bella sorpresa: durante il conseguimento degli obiettivi, ci ritroveremo ad assistere ad una sequenza cinematica di gameplay, alternata alle rispettive immagini del match disputato. Ogni volta che ci troveremo sul ring nei panni di Rey Mysterio, tra uno scambio e l’altro con il nostro avversario, avremo modo di assistere ad una dissolvenza ad effetto, che oscilla tra la cinematica in game e le immagini estrapolate dall’archivio storico della WWE.
Con il conseguimento degli obiettivi inoltre, avremo accesso a numerose ricompense grazie alle quali in seguito, potremo mettere le mani sulle tenute e sulle varie versioni di un determinato wrestler (Rey su tutti ovviamente). D’altro canto, sebbene il numero di match sia adeguato per un’esperienza intensa incentrata sulla carriera di Rey Mysterio, l’impossibilità di disputare determinati match (come il Triple Threat a Wrestlemania tra Rey, Orton e Kurt Angle) sembrerebbe una mancata occasione di vivere ogni singolo momento alto del percorso svolto dal Re della 619. Il vuoto dato da questa caratteristica, viene però colmato dalle forti emozioni suscitate in ogni singolo match, in ogni singolo momento e grazie ad ogni anteprima e posticipazione di un determinato incontro. È infatti impossibile, ancora oggi, dimenticare il giorno in cui se ne andò Eddie Guerrero, il tributo che a lui fu dedicato e l’atmosfera che si respirava in ogni match di Rey Mysterio dopo la sua dipartita. L’incontro che ne conseguì vide Rey contrapposto a Shawn Michaels, ed i ricordi che riaffiorano ad ogni scambio, ad ogni mossa e ad ogni finisher, strappano una lacrima ad ogni appassionato di questo sport.

Sii fermo sulle tue idee!

Dai vita alla Fazione dei tuoi sogni!

Tra le novità assolute di WWE 2K22 troviamo My Faction: una modalità che di certo, farà bene alla longevità della serie.
Grazie a My Faction, avremo modo di affrontare una miriade di match grazie alla nostra squadra, al fine di accumulare punti tramite il completamento degli obiettivi. In questo modo, ci porremo l’obiettivo di completare la nostra collezione di carte tramite l’acquisto dei pacchetti. Con il pacchetto iniziale (diviso tra Raw, Smack Down e NXT) avremo la nostra prima squadra di superstar composta da 5 wrestler maschili e 5 femminili. Ogni squadra prevederà l’utilizzo di 4 superstar per genere dunque, la quinta sarà utile come riserva nel caso il contratto di una delle superstar in squadra sia terminato. Ognuna delle nostre superstar, avrà infatti un contratto vincolato dal numero di match da disputare e, una volta terminato, potremo avere la possibilità di rinnovarlo tramite le Carte Contratto. Queste saranno disponibili tra i potenziamenti da assegnare alle nostre superstar, qualora ne avessimo qualcuna offertaci dai pacchetti che apriremo. Avremo inoltre, degli stemmi da assegnare ai nostri pupilli, al fine di offrirgli abilità o vantaggi specifici. Tra le nostre carte inoltre, troveremo le Carte Evoluzione: le più prestanti della nostra fazione. Queste carte infatti, sono speciali e permettono di aumentare il livello di rarità di una superstar, al fine di potenziarle. Per ogni carta, vi saranno delle Sfide Evoluzione da conseguire all’interno dei match che disputeremo. Per ottenere altre Carte Evoluzione, ci basterà acquistare pacchetti speciali, oppure ottenerle come ricompensa in determinate torri e sfide di My Faction.
Tra le sfide da portare a termine, troveremo tre livelli di difficoltà anche se non è necessario giocarli tutti e tre (normale, difficile, leggenda). Basterà infatti, completare la sfida a difficoltà massima e portare a termine l’obiettivo prefissato, per completare la sfida in questione. Ciò giova sicuramente a nostro favore anche per quanto riguarda i contratti, giacché ogni wrestler ha un numero di match limitati a cui poter partecipare.

Inarrestabile!

Mostra il valore di ogni membro della tua Fazione!


Per quanto riguarda le torri invece, ogni settimana avremo modo di portare a termine 4 torri da 5 match anche se, bisognerà completare la torre precedente per dare il via a quella successiva. La cosa vale anche per gli incontri: bisognerà completare il match con i rispettivi obiettivi, per poter partecipare a quello successivo.
Questa settimana abbiamo partecipato alla torre inaugurale di WWE 2K22, dedicata alla leggenda del wrestling femminile Mae Young. Con tanto di logo dedicato allo show che la WWE ha fondato in suo onore, al Mae Young Classic di questa settimana abbiamo avuto modo di affrontare le migliori superstar del WWE Universe femminile in vari tipi di match, con i rispettivi obiettivi da portare a termine.
È innegabile come la modalità in questione ricordi molto il My Team di NBA 2K, ma è anche vero che l’intento sembrerebbe ben riuscito, al fine di migliorare la giocabilità del titolo a lungo andare.

Parola d’ordine…

Che tipo di gm vuoi essere?

Finalmente, grazie a WWE 2K22, torna una delle modalità più attese di sempre! Con la modalità My GM, si sancisce il ritorno della modalità più attesa dai fan della WWE.
Verremo accolti all’interno della Modalità General Manager, da un video introduttivo presentato da Stephanie McMahon la quale, ci mostrerà che con un’adeguata gestione del proprio roster, si possono raggiungere traguardi inimmaginabili. Passeremo poi subito all’azione, schiarendoci le idee sul tipo di manager che vorremo essere grazie alla possibilità di scegliere tra 5 manager della WWE: Adam Pearce, Sonya Deville, William Regal, Shane McMahon e ovviamente, Stephanie. Se abbiamo creato la nostra superstar, potremo anche usare il nostro avatar come manager. Ogni GM ha una Carta Potenziamento unica ed inoltre, lo stesso vale anche per il brand selezionato. La scelta si rivelerà più tattica che passionale, ma in entrambi i casi i vantaggi saranno temporanei e dunque, a breve termine.
Una volta fatte le nostre scelte in merito anche allo show e al manager rivale, non ci resta che scegliere con quale composizione del roster si vuole partecipare al Draft. Il momento culminante della suddetta modalità è fondamentalmente caratterizzato dal Draft tra i due show il quale, può essere Predefinito (roster attuale) o Personalizzato. Se scegliamo Draft Predefinito, avremo un numero davvero ridotto di superstar da ingaggiare per il nostro roster. Evidentemente, le tempistiche legate allo sviluppo, ostacolato anche dalla pandemia e dalla scadenza di contratto di numerose superstar, non hanno consentito a 2K di mantenere una lista aggiornata degli atleti attualmente attivi. Ma niente paura! Basterà scegliere un Draft personalizzato, al fine di poter inserire tutte le superstar che si vogliono ammirare nel “listone” del Draft. L’interfaccia inoltre, è davvero intuitiva e comoda da usare, scegliendo se un determinato wrestler, è al momento del Draft Attivo, Leggenda, Locale, o Inattivo.
L’unica problematica riscontrata al momento, forse per un bug o per qualche altra motivazione non ancora chiara, è l’assenza di alcune superstar all’interno del cosiddetto listone. Abbiamo infatti provato a riavviare la modalità più volte, anche modificando il listone con la modalità personalizzata, ma c’è sempre la mancanza di qualcuno. È probabile che la problematica in questione, sia legata ad un presunto limite di atleti all’interno dell’elenco, ma è un problema che può portare i giocatori a modificare la lista più volte prima di dare il via al Draft.

Fai le scelte giuste!

Diamo il via alle danze!


Una volta completato il Draft con le nostre superstar preferite, avendo tenuto conto anche del budget a disposizione, è il momento di organizzare la settimana in vista dello show. Ogni scelta che faremo sarà incentrata sul budget dunque, qualora volessimo abbandonare il Draft per risparmiare un po’ di pecunia, potremo farlo in qualsiasi momento dopo l’ottava scelta.
Iniziata la settimana, organizzeremo lo show in base agli obiettivi del CEO Triple H, tenendo conto anche delle richieste delle nostre superstar. Accontentando le richieste e portando a termine gli obiettivi settimanali, aumenteremo i profitti e punteremo di settimana in settimana, ad avere risultati migliori del brand rivale, al fine di trionfare come miglior manager e miglior show dell’anno: somme che verranno poi svelate al termine di Wrestlemania.

Scegli i tuoi campioni!

Non porre limiti alla tua fantasia!

Il ritorno della modalità GM, viene accompagnato da quello della modalità Universe. Senz’alcun dubbio, la modalità in questione si rivela come sempre divertente e mai banale, grazie alla gestione di tutti gli show della WWE. Ogni settimana alla quale daremo inizio, vestiremo i panni del CEO e organizzeremo Raw, Smack Down, NXT ed NXT UK in base a determinati fattori ed obiettivi finalizzati ai profitti di tutto l’universo WWE. In questo modo, avremo la possibilità di prendere il controllo di ogni superstar, gestendo al meglio ogni rivalità e i detentori di ogni cintura, consentendoci di giocare o simulare ogni match o promo che avremo in programma per la serata. Se una determinata superstar inoltre, non dovesse dare i risultati sperati, potremo sempre licenziarla (con dovuta liquidazione che influirà sul budget) al fine di ridurre le somme degli stipendi di ogni superstar. Ma non temete, se avrete comunque bisogno del suddetto wrestler in determinate circostanze, potremo sempre ingaggiarlo da free agent per un incontro in programma per la serata.
Tutto ciò è incluso all’interno della Modalità Classica del nostro Universe poiché, ci aspetta una succulenta novità: la Modalità Superstar. Quest’ultima, ci consentirà infatti di prendere il controllo di una superstar (maschile o femminile che si voglia) e seguire la sua carriera in Universe. Così facendo, avremo modo di forgiare il suo destino all’interno del roster di cui fa parte, disputando i match in programma settimana dopo settimana.
L’influenza dello Universe all’interno di questa modalità, si rileva particolarmente nella gestione della nostra superstar. Potremo infatti personalizzare qualunque suo aspetto, con la possibilità di potenziarlo o depotenziarlo, dal punto di vista delle prestazioni, della resistenza e persino del proprio ruolo (Buono o Cattivo) o addirittura dello show di cui fa parte (passaggio da Smack Down a Raw). Tutto ciò, non richiederà l’utilizzo di crediti offrendoci una libertà incondizionata nella gestione del nostro wrestler preferito. D’altronde la libertà che ci viene offerta è relativa, poiché può aiutarci a creare o sciogliere un’alleanza, oppure modificare la posizione in classifica della nostra superstar, ma per nessun motivo al mondo ci viene negato di scalare la classifica fino alla vetta. Settimana dopo settimana, incontro dopo incontro, Pay per View dopo Pay per View, saliremo sul tetto del mondo… o falliremo miseramente, ma ad ogni caduta, la cosa che conta è come ci si rialza per cui, su col morale e dimostra di che pasta è fatto il tuo pupillo.

Parti col piede giusto!

Mostra il tuo valore!

Infine, una modalità che negli ultimi anni non ci ha mai abbandonato e che in WWE 2K22, torna con numerose novità: La mia Ascesa.
All’interno della modalità troveremo 10 slot di salvataggio dedicati alle nostre Superstar Personalizzate. Questo perché la modalità in questione, prevede una storyline diversa tra Superstar Maschile e Femminile inoltre, vi saranno stipulazioni e strade diverse che la nostra carriera potrebbe prendere, determinate dal tipo di superstar di cui vogliamo vestire i panni. Inizieremo dunque, con le Origini della nostra Superstar, ispirandoci ai 4 modelli disponibili i quali, offrono delle statistiche di partenza, mentori e storie diverse con cui interagire. Avremo infatti modo di scegliere tra una stella dell’MMA, un Atleta, un Wrestler Indipendente o un Attore. Ognuna delle origini disponibili, offrirà dei bonus attributi e determinerà il percorso svolto dalla superstar prima di firmare un contratto professionistico con la WWE.
Dopodiché è il momento di decidere che tipo di superstar vogliamo essere, scegliendo tra quattro stili di combattimento. Potremo infatti scegliere se essere un Picchiatore alla Matt Riddle, un Tecnico alla Dolph Ziggler, Possente come Keith Lee o un Gran Saltatore in stile luchador come Lince Dorado o Gran Metalik. La modalità sopracitata è una gran bella sorpresa poiché negli ultimi anni, la storia dedicata alla nostra superstar è stata a dir poco abbozzata, innovativa solo in WWE 2K20 dove avevamo la possibilità di seguire il percorso di due atleti (uno maschile e l’altro femminile) dai circuiti indipendenti all’approdo in WWE, fino alla conquista del titolo. Tenendo conto di come in precedenza però, le conseguenze di determinate scelte portavano alla diretta conclusione della propria carriera, o indirizzavano gli avvenimenti della storyline in direzioni auto concludenti e poco pertinenti, qui abbiamo una sceneggiatura lineare e precisa. Il fattore chiave s’innesta nei dettagli, tra le scene che conseguono un match e anticipano l’altro, da come ogni singolo dialogo e ogni scelta fatta, porta la nostra superstar ad affrontarne le conseguenze, buone o cattive che siano.

Tieniti stretti gli amici…

Occhio a chi ti tradisce alle spalle!

In conclusione, WWE 2K22 ha l’arduo compito di rilanciare una delle serie videoludiche più longeve di sempre e alla quale, negli ultimi anni, non è stata data una certa priorità. La pausa avvenuta lo scorso anno, ci ha intrattenuti con WWE 2K Battlegrounds, un titolo divertente ma certamente non canonico per la serie, né tantomeno soddisfacente quanto un gioco realistico della WWE. Detto ciò, WWE 2K22 si focalizza su poche modalità ma decisamente di ampie vedute e ricche di contenuti. Basti pensare alla modalità My Faction per rendersi conto di quanto il titolo può rivelarsi instancabile e sempre ricco di novità, o di quanto giovi al multiplayer la tanto richiesta e attesissima modalità General Manager, per non parlare del ritorno della Carriera di una superstar esistente, grazie alla modalità Universe. Insomma, il titolo segna il ritorno di vecchie glorie che della serie ne hanno fatto la storia, focalizzando ogni scelta su contenuti fondamentali per la community, fatto per tutti gli appassionati di questo sport e per i neofiti, grazie ad un gameplay innovativo e alla portata di tutti, offrendo un’esperienza videoludica completa e adeguata, per le esigenze di ogni utente.

E voi, avete già messo le mani su WWE 2K22? Cosa vi attira più di ogni altra cosa e quali aspetti vi hanno colpito di più? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci su Nerdpool.it.

spot_imgspot_img
WWE 2K22 riesce decisamente nell’intento di rilanciare la serie dedicata all’azienda di wrestling più famosa di sempre. Un anno di pausa era senz’alcun dubbio fondamentale per Visual Concepts il quale, ha sancito il ritorno di modalità fondamentali e attesissime da ogni fan della WWE. Con WWE 2K20 si respirava già l’aria di innovatività e ritorno di idee dal passato, grazie alla presenza delle torri, ma col tempo il tutto è passato in secondo piano e tutto ciò di cui avevamo bisogno, ha finalmente preso vita con l’edizione di quest’anno. Ogni modalità s’inserisce bene all’interno dell’esperienza videoludica, il tutto servito da un gameplay completamente rivisitato e da un’interfaccia davvero intuitiva, accompagnato da una grafica che finalmente, è un piacere per gli occhi.
Grafica
8.5
Sonoro
8.7
Gameplay
9.0
Longevità
8.5

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

The Umbrella Academy 3: recensione in anteprima

La terza stagione della serie sulla famiglia piú disfunzionale...

Marjorie Finnegan: Ladra Temporale – Recensione

L’arrivo della terza stagione di The Boys vi ha...

Lightyear – La Vera Storia di Buzz, la recensione senza spoiler

Lightyear - La Vera Storia di Buzz è il nuovo film d'animazione creato da Disney e Pixar dove conosceremo le vere origini del famoso space ranger di Toy Story.
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

WWE 2K22 riesce decisamente nell’intento di rilanciare la serie dedicata all’azienda di wrestling più famosa di sempre. Un anno di pausa era senz’alcun dubbio fondamentale per Visual Concepts il quale, ha sancito il ritorno di modalità fondamentali e attesissime da ogni fan della WWE. Con WWE 2K20 si respirava già l’aria di innovatività e ritorno di idee dal passato, grazie alla presenza delle torri, ma col tempo il tutto è passato in secondo piano e tutto ciò di cui avevamo bisogno, ha finalmente preso vita con l’edizione di quest’anno. Ogni modalità s’inserisce bene all’interno dell’esperienza videoludica, il tutto servito da un gameplay completamente rivisitato e da un’interfaccia davvero intuitiva, accompagnato da una grafica che finalmente, è un piacere per gli occhi. WWE 2K22: la recensione che rivoluziona la serie!