Redo of Healer vol.1 – Recensione

Un mix di emozioni senza freni
7
spot_imgspot_img

Redo of Healer è il tipo di storia pensata per essere controversa, che dividerà non solo il pubblico in generale, ma anche il singolo lettore. Cerchiamo quindi di esplorare, insieme tutte le tematiche toccate in questo racconto, il percorso di riscatto del ruolo degli healer. Stiamo quindi già strizzando l’occhio a chi ama gli MMORPG andando a toccare una delle tematiche più dibattute dagli amanti di questo genere videoludico.

La trama

Keyaru è un mago guaritore e per questa sua capacità viene sfruttato dai suoi compagni di avventure senza alcun ritegno, almeno fino al giorno in cui non si accorge delle potenzialità della magia curativa. Una volta compreso di cosa può essere capace, Keyaru decide di usare la magia a proprio esclusivo vantaggio, tornando indietro nel tempo e ricominciando la sua avventura dal principio. La tentazione di vendicarsi di tutti i torti subiti è forte e il giovane guaritore non riesce a resistere dal portare finalmente il mondo a girare nel verso che vuole lui.

Molto interessante la trama in questo primo volume che segue il filone della vendetta (per quanto cliché possa essere), mi è piaciuto molto l’approccio del personaggio principale nei confronti dei suoi nemici. Ma anche lo studio di come potrebbe arrivare alla vittoria contro qualcuno più potente; per quanto poco sviluppato questo approccio, ci si trova subito a simpatizzare con la sete di vendetta e la personalità così sconvolta del protagonista. Mi ha convinto molto anche il modo in cui, dopo un periodo di sofferenza, si arriva al riscatto attraverso un riavvolgersi del tempo. Quasi una sorta di seconda occasione che viene data al protagonista (anzi se la guadagna) ma che poi non sa sfruttare come potremmo aspettarci. La voglia di riscatto si trasforma in sete di vendetta, ma qui sono costretto a fermarmi per evitare spoiler.

Il disegno

I disegni seguono perfettamente la storia, senza anticipare nulla e dando il giusto senso di immersione. La prospettiva è quella di totale immersione nella scena, specialmente nelle tavole più esplicite e in quelle dove l’azione si fa sentire. Il tratto è ben definito e l’ambientazione circostante viene curata nei dettagli a sufficienza. Di seguito potete sfogliare qualche tavola.

A chi è rivolto questo manga?

Ad oggi il mio giudizio si limita alla lettura del primo volume, che sicuramente è rivolto ad un lettore in cerca di qualcosa di divertente ed avvincente allo stesso tempo. Il mix si completa con l’aggiunta di qualche tavola più piccante anche se debitamente censurata. Sono curioso di scoprire come la storia proseguirà nel secondo capitolo di questo volume pubblicato da Magic Press.

spot_imgspot_img

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

Argomenti correlati

POTREBBERO INTERESSARTI:

spot_img

Correlati

spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Redo of Healer è il tipo di storia pensata per essere controversa, che dividerà non solo il pubblico in generale, ma anche il singolo lettore. Cerchiamo quindi di esplorare, insieme tutte le tematiche toccate in questo racconto, il percorso di riscatto del ruolo degli...Redo of Healer vol.1 - Recensione