Pechino Express: ultima tappa uzbeka, coppie mixate, “7 mostri”, foto e clip dell’episodio di giovedì

Il saluto al popolo uzbeko riserva ai concorrenti la tratta più lunga della stagione, ben 643 km.

spot_imgspot_img

Puntata decisiva quella di giovedì di Pechino Express, nel cuore dell’Uzbekistan lungo la via della Seta. Le sei coppie di viaggiatori in gara, guidate da Enzo Miccio – con loro intransigente ma premuroso – hanno attraversato le terre uzbeke per 643 kmla tratta più lunga della stagione sulla Rotta dei Sultani. Partite da Bukhara, nel cuore del Paese, importantissima tappa dell’antica via della Seta, e raggiunta per la prova vantaggio la leggendaria Samarcanda, per secoli il polo più ricco di tutta l’Asia centrale, le coppie sono poi finalmente arrivate nella capitale Tashkent. Nella sesta puntata, tutti gli equilibri sono stati stravolti: dal mescolamento delle coppie alle liti fino ai piccoli infortuni, i viaggiatori hanno dimostrato uno spirito più competitivo che mai per raggiungere il tappeto rosso, dove hanno trionfato Natasha Stefanenko e Sasha Sabbioni “Mamma e Figlia”, mentre “I Fidanzatini” Rita Rusic e Cristiano Di Luzio sono dovuti tornare in Italia.

Per l’episodio di questa settimana della produzione Sky Original realizzata da Banijay Italia, giovedì su Sky Uno/+1 e on demand, si registrano 356.000 spettatori medi e una share dell’1,4%, con il 58% di permanenza. Nei sette giorni, invece, il quinto appuntamento stagionale ha raggiunto 1.105.000 spettatori medi, più che raddoppiando – ancora una volta – gli ascolti del giovedì, in aumento del +6% rispetto ai dati della settimana precedente.

L’avventura uzbeka di questa puntata, per i viaggiatori, è iniziata da Bukhara, antico snodo commerciale che collegava Oriente e Occidente, dove è arrivato il momento del mix delle coppie e le prime sfide alla scoperta delle tradizioni secolari dell’Uzbekistan: dalle marionette dalle sembianze estremamente umane ai suzani, tappeti frutto dell’artigianato locale tra i più apprezzati fin dal 1500. Avere nuovi compagni di viaggio ha imposto a tutti la condivisione di tattiche e strategie di viaggio che hanno reso la gara molto diversa nelle dinamiche. Tra tutte le “nuove coppie”, le più sorprendenti sono state Helena Prestes-Victoria Cabello, inizialmente nemiche, che poi hanno imparato a conoscersi ed entrare in sinergia tra di loro; così come Bugo, che insieme a Sasha Sabbioni si è riscoperto rapidissimo nel macinare chilometri on-the-road; al contrario Paride Vitale con Cristian Dondi si sono rivelati più lenti del solito a ingranare. Le altre “coppie miste” erano formate da Rita Rusic e Aurora Leone, Fru e Natasha Stefanenko, Nikita Pelizon e Cristiano Di Luzio: per loro l’obiettivo era raggiungere Samarcanda, una delle città più antiche e affascinanti del mondo con i suoi 2750 anni di storia, dove le coppie si sono ricongiunte e le due “complete” più veloci si sono qualificate per la prova vantaggio. Una sfida ai vertici di questa edizione di Pechino Express: “Italia-Brasile” e “Mamma e Figlia”, le due coppie che hanno vinto di più finora, si sono affrontate in una prova di astuzia e strategia, ispirata al gioco degli scacchi nella versione uzbeka inventata dal famoso condottiero del 14esimo secolo Tamerlano. Hanno vinto Natasha e Sasha che hanno assegnato il malus in ripartenza proprio alle loro sfidanti Italia-Brasile, nonostante Helena durante la prova abbia subìto un infortunio al ginocchio che, pur impedendole di correre, non ha arrestato affatto la sua grinta. 

Ripartita la gara e lasciata Samarcanda, i viaggiatori hanno sfruttato la novità di questa stagione usando il fiore all’occhiello dei trasporti uzbeki, l’Afrosiyob, treno ad alta velocità che collega in sole due ore Samarcanda alla capitale Tashkent. Nel popolatissimo centro urbano, che fonde architettura post-sovietica e madrasse islamiche, le coppie in gara hanno affrontato il più temuto degli scogli di Pechino Express, la prova dei 7 mostri: hanno dovuto mangiare a turno le parti più insolite del montone – sangue cotto, lingua, stomaco, occhi, testicoli, cervella, pene. Tra conati di vomito e difficoltà di digestione, tutti sono hanno completato la prova per arrivare quindi a saltare sul tappeto rosso finale. Al traguardo, hanno primeggiato ancora una volta Natasha Stefanenko e Sasha Sabbioni “Mamma e Figlia”, che hanno salvato la coppia Bugo e Cristian Dondi “Gli Indipendenti” mandando a rischio eliminazione “I Fidanzatini” Rita Rusic e Cristiano Di Luzio, rispediti a casa dalla busta nera eliminatoria.

Il circolo di viaggiatori di Pechino Express si fa così sempre più stretto: ora rimangono in 5 le coppie a continuare la gara, e dalla prossima puntata di giovedì 21 aprile, sempre su Sky e in streaming su NOW, avranno sul loro cammino un nuovo paese da scoprire, la Giordania.

spot_imgspot_img

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

The Son – Il Figlio, il trailer della seconda stagione

Sky Italia ha rilasciato oggi il trailer ufficiale in...

Pechino Express: domani tappa 8, da Petra ad Amman (Giordania) – LE FOTO

Ultima tappa in Giordania per le cinque coppie in gara di Pechino Express,...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here