Summertime 3, recensione: l’ultima estate a Cesenatico

Summertime 3
7
spot_imgspot_img

È ora disponibile la stagione finale di Summertime, la serie originale italiana Netflix prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios – disponibile su Netflix , in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo.

Sinossi

Un’altra estate è finalmente arrivata sulla Riviera romagnola: Summer sembra pronta a vivere la stagione estiva con la spensieratezza che non ha mai avuto, Dario riceve una proposta che non può lasciarsi scappare, Sofia ritorna con la paura di essere ormai un’estranea per i suoi amici e Ale è in preda a profondi sensi di colpa.

In questi nuovi episodi, Summer, Ale, Dario, Sofia, Edo e Blue faranno un ulteriore passo in avanti verso la scoperta di se stessi, dei propri sogni e aspirazioni. La loro amicizia e l’arrivo di nuove persone all’interno del gruppo li porteranno a capire qualcosa di importante di sé e del proprio futuro. E in questo loro percorso di crescita, oltre a un più̀ ampio vocabolario emotivo, apprenderanno che – a volte – volere davvero bene a qualcuno può anche significare il dover rinunciare a qualcosa di sé.

Questa stagione finale si compone di 8 episodi ed è diretta da Francesco Lagi, Marta Savina e Alessandro Tonda, scritta da Enrico AudeninoLuca GiordanoFrancesco Lagi Vanessa Picciarelli. La serie tv, realizzata anche grazie al sostegno della Emilia-Romagna Film Commission, è tratta dall’opera letteraria “Tre Metri Sopra il Cielo” di Federico Moccia.

La Recensione

La terza stagione riprende dall’estate successiva a quella passata, ovviamente nella seconda. Un’altro anno viene lasciato alle spalle e tutti tornano alla loro estate con le loro diverse storie. Ale sta vivendo un periodo cupo dopo l’incidente di Lola. Quest’ultima non si lascia abbattere e lotta con tutte le sue forze per tornare a correre. Dario ha seguito il suo cuore e sta vivendo la sua storia con Rita e suo figlio. Sofia e Summer si sono allontanate ma, la ricerca della felicità e dell’amore potrà farle ritrovare? Anche Edo ha la sua personale storia, è infatti tornato dal suo anno in Germania, dove è andato coltivare il suo futuro.

Alle storie dei protagonisti che già conosciamo, nella terza stagione si aggiunge un altro personaggio, l’affascinante musicista Luca che tra una canzone e qualche dolce occhiata ci farà innamorare anche di lui.

Perchè dico anche? Perchè Summertime con i suoi giovani personaggi così forti e coraggiosi, così pieni di vita, in queste ultime 3 stagioni ci hanno fatto affezionare a loro. Il loro percorso di crescita è diventato un pò anche il nostro e, la scelta di lasciare un finale aperto nella serie ci dà la possibilità di immaginare per loro il futuro che meritano e che ci auguriamo.

Leggera e niente morale

La terza stagione, così come la seconda, lascia ampio spazio a tutti i personaggi. Tutti hanno la loro personale storia il loro futuro è sempre incerto mai sicuro. Summertime non si prende mai troppo sul serio e non regala grandi e filosofiche lezioni di vita. Ci spiega solo che niente è scritto e tutto può cambiare, che il futuro non è mai uno e che possiamo scegliere come vivere il momento, perchè la vita è imprevedibile e va vissuta a piccoli obiettivi da raggiungere cercando di fare sempre ciò che amiamo.

Cast

Al cast delle prime due stagioni – Coco Rebecca Edogamhe (Summer), Ludovico Tersigni (Ale), Amanda Campana (Sofia), Andrea Lattanzi (Dario), Giovanni Maini (Edo), Alicia Ann Edogamhe (Blue), Andrea Butera (Alfredo), Lucrezia Guidone (Rita), Romina Colbasso (Giulia), Sara Mondello (Milena) e Amparo Piñero Guirao (Lola) – si uniscono anche Cristiano Caccamo, tra i protagonisti nei panni di Luca, oltre a Stefano Rossi Giordani (Stefano), Emilia Scarpati Fanetti (Federica) e Ludovica Ciaschetti (Viviana).

Nel cast anche Thony (Isabella) e Alberto Boubakar Malanchino (Antony), che interpretano rispettivamente la mamma e il papà di Summer e Blue. Oltre a loro, anche Mario Sgueglia (Maurizio), nei panni del papà di Ale, Giuseppe Giacobazzi (Loris), in quelli del papà di Edo, e Marina Massironi (Wanda), che interpreta la sua compagna.

E voi avete già visto Summertime? Cosa ne pensate?
Fatecelo sapere nei commenti!

spot_imgspot_img
Summertime non si prende mai troppo sul serio e non regala grandi e filosofiche lezioni di vita. Ci spiega solo che niente è scritto e tutto può cambiare, che il futuro non è mai uno e che possiamo scegliere come vivere il momento, perchè la vita è imprevedibile e va vissuta a piccoli obiettivi da raggiungere cercando di fare sempre ciò che amiamo.

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

Argomenti correlati

POTREBBERO INTERESSARTI:

spot_img

Correlati

Trek to Yomi: la nostra recensione

Trek to Yomi è un gioco di combattimento samurai...

The Gray Man: il trailer del film Netflix diretto da Joe e Anthony Russo

Pochi minuti fa, Netflix ha diffuso il trailer ufficiale,...

Netflix: tutti i film e le serie in arrivo a giugno 2022

Dopo un maggio ricco di uscite interessanti, anche giugno...

Nocterra – La recensione

Nocterra è storia a fumetti scritta da Scott Snyder,...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Summertime non si prende mai troppo sul serio e non regala grandi e filosofiche lezioni di vita. Ci spiega solo che niente è scritto e tutto può cambiare, che il futuro non è mai uno e che possiamo scegliere come vivere il momento, perchè la vita è imprevedibile e va vissuta a piccoli obiettivi da raggiungere cercando di fare sempre ciò che amiamo.Summertime 3, recensione: l'ultima estate a Cesenatico