Stranger Things: The Escape Game – Recensione dal Sottosopra

Immersivo, impegnativo e avvincente. Un Escape Game adatto a chi ama le sfide e adora l'ambientazione di Stranger Things.
8.5
spot_imgspot_img

Siete amanti della fortunata serie firmata Netflix? Vorreste rivivere i primi momenti come la sparizione di Will e l’incontro con Undici? Ecco il gioco che fa per voi! Con Stranger Things: The Escape Game ripercorreremo gli avvenimenti della prima stagione in un modo nuovo e deliziosamente immersivo. Scoprite il gioco con la nostra recensione priva di spoiler!

Prima di cominciare, presentiamoci

Vi voglio parlare brevemente della mia esperienza con questo genere di gioco, in modo che possiate comprendere meglio il mio parere su Stranger Things: The Escape Game.

La mia esperienza negli Escape Games si basa su una buona quantità di titoli che ho potuto giocare come videogiochi. Nei videogiochi siamo immersi interamente in un ambiente da manipolare, che ci circonda, ci fa muovere, ci fa cambiare prospettiva. Negli Escape Game, con cui (purtroppo) ho poca esperienza, si ha tutto su un tavolo. Cambia il percorso mentale con cui approcciarsi gli indizi, cambia il modo di affrontare gli enigmi, per questo motivo dovreste considerare la mia recensione come se fosse scritta da una persona a cavallo tra il livello principiante e intermedio. Probabilmente, se siete veterani o pro in questo genere di giochi, incontrerete meno difficoltà di quante ne abbia incontrate io nel corso del gioco. Detto questo, vediamo in dettaglio Stranger Things: The Escape Game.

Anno: 2021Lingua: italiana
Età consigliata: 14+Genere: Escape Game
Giocatori: 2-8Editore: MS Edizioni
Durata: 60′ – 120′+Prezzo: €24,90*

Cosa c’è sotto il coperchio di Stranger Things: The Escape Game?

  • Un libro della missione che contiene il regolamento, la tabella di verifica, i suggerimenti e le soluzioni
  • 10 carte persionaggio: Mike, Lucas, Dustin, Steve, Nancy, Jonathan, Joyce, Jim Hopper, Undici e Will.
  • 15 carte Fase grandi numerate
  • 35 carte Indizio
  • 1 mappa di Hawkins
  • La scatola stessa

Inoltre, il regolamento vi consiglia di tenere a portata di mano carta e matite per ogni giocatore, e un righello.

I materiali, sebbene pochi, sono molto gradevoli dal punto di vista grafico. Molto carino anche il retro della mappa, che riprende un elemento iconico della serie.

Il libro delle missioni è ben strutturato, e ho apprezzato molto com’è stata ideata la Tabella della Verifica delle Combinazioni. La differenza tra il simbolo della risposta corretta ed errata è davvero minimo, e questa è una cosa ben studiata per evitare che, guardando velocemente la tabella, cogliessimo al volo col colpo d’occhio le risposte corrette o sbagliate.

Meccaniche di gioco

Vestendo i panni dei protagonisti di Stranger Things dovremo farci strada, enigma dopo enigma, verso il ritrovamento di Will. Ognuno dei personaggi avrà una particolare abilità o un oggetto chiave che sarà necessario per progredire nella storia. I fan della serie riconosceranno gli oggetti evocativi di quel personaggio, come la mazza di Steve e il distintivo di Hopper.

Il gioco si struttura in capitoli, chiamate Fasi, in cui i personaggi si muoveranno all’interno della zona di Hawkins (e non solo). Avremo a disposizione degli indizi che acquisiremo di capitolo in capitolo, utilizzandoli una sola volta, o al momento dell’acquisizione o nei capitoli a venire.

Non vogliamo svelarvi troppo su determinate meccaniche, con esempi o raccontandovi quali siano gli strumenti a disposizione, perché questo andrebbe a intaccare l’effetto sopresa del gioco.

Facile o difficile?

Per il mio livello di conoscenza degli Escape Games, ho trovato il gioco di Stranger Things particolarmente impegnativo in alcune fasi, con enigmi in cui il mio gruppo di gioco (composto inizialemente da 5 giocatori) ha faticato a trovare la soluzione. Altri, anche nelle fasi più avanzate del gioco, ci sono sembrati troppo semplici. Altri ancora sono della difficoltà giusta, non banali ma nemmeno troppo complessi da dover essere costretti ad utilizzare i suggerimenti o le soluzioni. Quindi, tolti quei 3-4 enigmi un po’ troppo banali, il livello di sfida è sempre stato elevato.

Il libro delle missioni ci viene in aiuto con 3 suggerimenti per fase, che non andranno a penalizzare il nostro “punteggio finale“, il quale si basa solo ed esclusivamente sul tempo impiegato per risolvere il gioco. Inutile dire che non siamo nemmeno lontanamente riusciti a chiuderlo in 60 minuti (il “punteggio” massimo), cosa che probabilmente riusciranno a fare i giocatori più navigati di escape games.

2, 4… 8 giocatori: in quanti è meglio affrontare Stranger Things Escape Game?

Nella mia partita, che sfortunatamente ho dovuto interrompere e riprendere 2 volte, il mio gruppo di gioco è passato da 5 giocatori a 4 e infine a 2, ovvero il minimo. Ho apprezzato sia il giocarlo in coppia che in gruppo, ma ovviamente più sono le teste che pensano, più è facile trovare velocemente una soluzione agli enigmi. Non ho avuto la possibilità di provarlo in 8, numero massimo di giocatori, ma se già in 5 avevamo problemi con “hey, chi ha preso quell’indizio? Mi serve!”, non oso immaginare col gruppo al completo. Quattro o cinque giocatori mi sembra un buon numero per giocarlo.

In Conclusione

Stranger Things: The Escape Game è un’avventura immersiva e una sfida che vi darà del filo da torcere. Ripercorrere le tappe della prima stagione sarà una vera delizia per gli appassionati della serie. Si tratta di un gioco ricco di enigmi impegnativi, a tratti un po’ troppo semplici, talvolta di difficile comprensione, ma nella maggior parte dei casi avvincenti; proprio questo mix me l’ha fatto gradire ancora di più. Sebbene sia fortemente consigliabile l’utilizzo di un timer (proprio per la natura degli escape games), se non volete giocare sotto pressione ma godervi il gioco, potete fare un piccolo strappo alla regola, e vi posso assicurare che il tutto non perderà il suo fascino.

Lo sconsiglio però ai neofiti del genere, alcuni enigmi potrebbero risultare troppo frustranti. Detto questo, speriamo di vedere presto un secondo capitolo di questo gioco.

*Vi ricordiamo inoltre, che usando il codice nerdpool10 , potrete avere un piccolo sconto sull’acquisto del gioco direttamente dallo store di MS Edizioni.

spot_imgspot_img

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

Argomenti correlati

POTREBBERO INTERESSARTI:

spot_img

Correlati

spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Siete amanti della fortunata serie firmata Netflix? Vorreste rivivere i primi momenti come la sparizione di Will e l'incontro con Undici? Ecco il gioco che fa per voi! Con Stranger Things: The Escape Game ripercorreremo gli avvenimenti della prima stagione in un modo nuovo...Stranger Things: The Escape Game - Recensione dal Sottosopra