Avatar 2: l’incontro con Jon Landau

spot_imgspot_img

Per voi amici di Nerdpool abbiamo incontrato in diretta streaming Jon Landau produttore del nuovo Avatar 2 in uscita il 14 Dicembre al cinema, per farci raccontare qualcosa sul film e per porgli delle domande.

Cosa ci ha raccontato

Il produttore ci ha spiegato che dal primo film del 2009 sono si passati molti anni, ma moltissimo lavoro è stato fatto! Infatti sono state scritte le sceneggiature e girate le scene di ben quattro sequel che comporranno insieme al primo una pentalogia. Ogni film potrà essere visto singolarmente, ma insieme comporranno un più grande affresco il cui centro sarà la famiglia. Ogni film descriverà la tappa successiva di un lungo viaggio.

L’Impronta ambientalista

La saga come il primo film avrà una forte impronta ambientalista, con delle critche non proprio velate al nostro rapporto non di armonia bensì di sfruttamento e contrapposizione con la natura. Fondamentale sarà il ruolo dei Na’vi nel più grande macro sistema di Pandora, un grande mondo senziente in un tanto precario quanto armonioso equilibrio. Un mondo ben lontano da quel mondo in cui vive l’umanità del futuro, ove la natura è stato distrutta o asservita all’uomo. Ciò nelle intenzioni di Landau e Cameron, rispettivamente regista e produttori della pellicola, dovrebbe rappresentare un ispirazione per le nuove generazioni . Un monito fare meglio,a lottare per una sociatà che riscopra l’armonia con la natura.

Il mondo acquatico di Pandora

La gran parte del film sarà ambientato nel mondo acquatico di Pandora, anche se verranno esplorati anche altri Biomi quali la foresta protagonista del primo film. Il mondo descritto sarà luminoso, colorato, ricco di flora e fauna. Ricostruire un simile scenario ha ovviamente richiesto grandi sforzi e grandi budget. Infatti gli attori hanno dovuto imparare a nuotare sott’acqua trattenendo il respiro, in un enorme piscina, costruita appositamente dalla portata di centinaia di litri.

Il ruolo del 3D

Si sa Avatar ha lanciato il 3D, rendendolo popolare in tutto il mondo. Ma quella che sembrava la più grande rivoluzione cinematografica degli anni 2000, ha perso slancio con gli anni. Avatar ha deciso di puntare di nuovo forte su questa tecnologia ma Landau ha tenuto a precisare un dato importante. Il 3D può solo esaltare, ulteriormente valorizzare un’opera. Il 3D è la cilegina sulla torta, non la torta. Molti film mediocri in passato hanno confidato nel 3D per avere successo, pur avendo trame e sceneggiature deboli. Non è questo il caso di Avatar 2 che si propone di raccontare la sua storia, e di usare il 3D per renderla ancora più coinvolgente.

Cosa gli abbiamo chiesto noi di Nerdpool

Si sa, il tempo può essere letto in chiave negativa. In fondo sono passati tredici anni dal primo capitolo e la memoria può sbiadire, l’attenzione scemare. Noi di Nerdpool abbiamo provato a ribaltare questa prospettiva, chiedendogli se in fondo il trascorrere del tempo non sia stato un fattore positivo, dato che ha permesso all’industria di evolversi. Infatti dal 2009 c’è stato un boom in quanto ad innovazione, nel comparto della computer grafica e della qualità delle riprese. Landau ha confermato quanto contenuto nelle premesse della nostra domanda. Ma ha ci ha tenuto anche ad aggiungere che James Cameron, come dopo ogni suo grande ritorno é pronto a rinnovare nuovamento l’industria cinematografica, con una saga mozzafiato. Infatti Cameron è solito dedicare grandi parentesi della sua lunga carriera, alla ricerca e alla sperimentazione delle tecniche cinematografiche.

L’incognita del covid

Oggi ogni piccola o grande produzione deve confrontarsi con l’incognita della Pandemia e i suoi effetti, ma quandoi budget si aggirano sulle decine di milioni di dollari le gambe tremano ancora di più. Ma Jon Landau è fiducioso, se una pellicola è in grado di creare interesse nel pubblico, questo sarà comunque spinto ad andare al cinema pandemia o meno. A corroborare la sua tesi grandi successi degli ultimi mesi come Spider Man No Way Home e Top Gun Maverick in grado di staccare decine di centinaglia di biglietti al botteghino, superando il miliardo di incassi.

Dunque buona fortuna Avatar 2! Ci vediamo dal 14 Dicembre in sala.

spot_imgspot_img

Di cosa si parla nell'articolo:

POTREBBERO INTERESSARTI:

NerdPool non finisce qui, anzi, questo è solo l’inizio. Entra a far parte della nostra Community Social, tramite i Gruppi Tematici!

spot_img

Correlati

Jewel – Amore senza tempo: la recensione senza spoiler

Da venerdì 8 luglio è disponibile su Netflix Jewel...

Avatar: La via dell’acqua, James Cameron parla della durata del film

Intervistato da Empire per raccontare lo sviluppo di Avatar:...

Avatar: La via dell’acqua, James Cameron potrebbe non dirigere i sequel

In un'intervista con la rivista Empire, James Cameron, direttore di Avatar: La...
spot_img

Commenta la notizia!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here