Gli Anelli del Potere, gli episodi classificati dal peggiore al migliore

spot_imgspot_img

La prima stagione completa de Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere si è finalmente conclusa e con essa otto nuove ore di narrazione nella Terra di Mezzo. Mentre l’attesa per i prossimi episodi è iniziata, e potrebbe essere lunga, le conseguenze di ciò che abbiamo appena visto svolgersi stanno già occupando il fandom. Per questo motivo abbiamo stilato una classifica collettiva della prima stagione dello show, classificando tutti gli otto episodi.

Vale la pena ribadire, nonostante quello che potreste aver sentito dal lato oscuro di Internet, che non ci sono stati episodi brutti di Gli Anelli del Potere, ma ce ne sono stati alcuni che sono stati nettamente migliori di altri e altri che non sono riusciti a raggiungere il loro obiettivo. Date un’occhiata alla nostra classifica qui sotto e fateci sapere quali sono stati secondo voi gli episodi migliori e peggiori!

8 – Episodio 4: “La grande onda”

L’episodio 4 ci offre un po’ di subdola azione nanica, oltre all’inizio dei colloqui di Durin ed Elrond sul Mithril, che diventerà un punto importante della serie nel suo complesso. Arondir e Adar, che si ritrovano a masticare il paesaggio insieme, sono anche divertenti da guardare; tuttavia, la politica interna di Númenor e le persone che la incarnano possono essere importanti nel quadro generale, ma questo non le rende molto interessanti nel complesso.

7 – Episodio 5: “Separazioni”

Anche una maggiore quantità di Númenor non rende Númenor più interessante, soprattutto quando personaggi che fino a questo momento non hanno fatto granché, improvvisamente comandano lo schermo per le loro scene personali. Questo episodio è anche molto orgoglioso delle numerose inquadrature di persone che indossano per la prima volta armature stravaganti e dei numerosi passi che compiono su una barca in vista dell’episodio successivo; certo, sono belle, ma è tempo di narrazione che viene speso concentrandosi sull’estetica della scena e dei personaggi per un pelo troppo a lungo.

Saremmo negligenti se non notassimo la sua scena migliore: Galadriel che rivela ad Halbrand le circostanze della morte di suo fratello e come questa sia stata la sua forza motrice per secoli, che regna sovrana.

#6 – Episodio 3: “Adar”

Dopo la doppietta dei primi episodi della serie, “Adar” lascia un po’ a desiderare per il fatto che fatica a bilanciare queste nuove storie su cui il pubblico è investito e dedica gran parte del suo spazio a Númenor e ai suoi abitanti. Naturalmente si tratta di un’enorme parte della tradizione tolkieniana che la serie avrebbe dovuto ampliare, ma purtroppo l’introduzione di questo luogo (incredibile per quanto sembra) e dei personaggi (che crescono man mano) è a volte un freno, soprattutto il tentativo di far sembrare Isildur come se non avesse intenzione di fare cose che sappiamo che farà sicuramente. È una tappa necessaria della serie, soprattutto in vista del grande finale, ma non è la serie al suo meglio.

#5 – Episodio 2: “Alla deriva”

“Alla deriva” ci offre l’introduzione dei Nani e l’arrivo di Durin come “miglior personaggio dell’intera serie”. I nani rendono Gli Anelli del Potere diverso da ogni altra serie fantasy e quando non sono presenti nella serie dovremmo tutti chiederci dove sono i nani. Inoltre, vediamo gli Harfoot in uno stato che è il più vicino a quello degli Hobbit per un po’, mentre affrontano le conseguenze letterali dell’arrivo dello Straniero. Una buona parte della serie viene trascorsa con Galadriel nei Mari Sommersi, navigando alla deriva con il nuovo personaggio Halbrand. La sequenza con il mostro è divertente, ma nel complesso non c’è molto che la renda degna di nota, dato che si tratta solo di osservare gli spostamenti da un punto A a un punto B.

#4 – Episodio 1: “Un’ombra del passato”.

Il solido incipit, che ricorda in più di un modo l’apertura de La Compagnia dell’Anello di Peter Jackson, fa guadagnare a Gli Anelli del Potere un sacco di buona volontà, anche se sta attraversando migliaia di anni di storia a ritmo serrato. Persino la prima scena estesa con Galadriel e la sua compagnia è il tipo di sequenza che telegrafa le intenzioni di Gli Anelli del Potere come serie, una scena che avrebbe potuto essere la tesi di un’intera serie da sola, ma questo è più grande di questo, e ogni dollaro speso da Amazon è stato messo in mostra in grande stile in questo episodio. Ne è valsa la pena fino all’ultimo centesimo.

“A Shadow of the Past” si assicura anche di ricordarci che, anche quando non si concentra su personaggi che abbiamo visto nei film o letto nei libri per anni, questo mondo da solo offre loro un luogo irresistibile in cui vivere come personaggi. La scena estesa che mostra l’elfo-guerriero Arondir e il suo amore umano Bronwyn nelle Terre del Sud è una narrazione affascinante e un incredibile aggancio al resto della serie. E il finale con l’arrivo dell’Estraneo? È il massimo della televisione.

#3 – Episodio 8: “Alloyed”

Per la maggior parte, il finale della prima stagione di Gli anelli del potere è incredibilmente soddisfacente. Anche se non ci sono molte sorprese all’interno delle sue battute narrative, i semi sono stati piantati in modo tale che tutto ciò che vediamo accadere suona esattamente al punto giusto. C’è di tutto: umorismo, azione, cuore spezzato e, naturalmente, anelli del potere. Ci sono alcune cose che non tornano nell’ultimo episodio (come fa Celebrimbor a non sapere come mescolare i minerali? Come fanno gli abitanti di Rhûn a sbagliare così tanto?) e che non lo rendono perfetto; ma è un ottimo spunto per concludere la serie e ci dà abbastanza storia per continuare a interrogarci fino alla seconda stagione.

#2 – Episodio 7: “L’occhio”

Sebbene la preparazione del sesto episodio lo abbia davvero catapultato in cima alla classifica, le conseguenze dell’evento sono altrettanto interessanti da osservare. Non solo l’immediata ricaduta dell’esplosione del Monte Fato richiede molto peso narrativo e potenziale disperazione, considerando le morti implicite, ma la dispersione dei personaggi principali, che si sono appena riuniti, pone l’episodio 7 in una posizione unica, in quanto i personaggi che in precedenza non avevano avuto molto tempo a disposizione vengono messi fianco a fianco. Come al solito, Morfydd Clark ha una delle battute migliori dell’episodio, una delle più belle della serie: “Oscura il cuore chiamare buone le azioni oscure”.

#1 Episodio 6: “Udûn”

Sebbene non si debba necessariamente considerare il livello d’azione di una storia del Signore degli Anelli come il metro di misura della sua qualità, l’enorme battaglia all’interno di “Udûn” è solo una parte di ciò che ha reso questo episodio così avvincente (e il migliore) dell’intera stagione. In breve, l’episodio ha tutto: colpi di scena, svolte, un’escalation d’azione, i personaggi attesi che sono comunque soddisfacenti e, naturalmente, i molteplici fili della trama che finalmente si legano tra loro. Dobbiamo anche tenere conto del fatto che la preparazione di tutto questo ha reso ancora più dolce la resa dei conti, soprattutto con l’enorme calo del sipario dopo l’esplosione del Monte Fato nel minuto finale.

Cosa pensate? Fatecelo sapere nei commenti. E non dimenticate di iscrivervi al nostro gruppo Facebook dedicato alle serie tv e al cinema.

COMMENTA LA NOTIZIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

Ragazze elettriche (The Power): ecco il teaser trailer della serie disponibile su Prime Video dal 31...

Prime Video ha svelato il teaser trailer dell'attesissima serie Ragazze elettriche (The...

Dinner Club, la seconda stagione dal 17 febbraio su Prime Video

Prime Video ha svelato oggi il poster della seconda...

Il trailer della seconda stagione di Invincible rivela la data di uscita

Ora abbiamo un'idea di quando Invincible farà il suo...

LOL: Chi ride è fuori, Maccio Capatonda è lo special guest della terza stagione

Sarà Maccio Capatonda lo special guest della terza stagione...

Annunciata la terza stagione di Made in Abyss

Sembra che Made in Abyss si stia preparando per...

Carnival Row: il trailer ufficiale sottotitolato italiano della seconda stagione

Prime Video ha svelato il trailer ufficiale e il...
spot_imgspot_img
spot_img

Correlati

Carnival Row: il trailer ufficiale della seconda stagione

Prime aveva già annunciato l'uscita della seconda e ultima...

The Boys: c’è un dettaglio sorprendente sulla nuova versione di Black Noir

L'anno scorso Amazon Prime Video ha pubblicato la terza...
spot_img