Street Fighter 6 ha la possibilità di correggere il più grande peccato della serie

L'influenza del franchise di Street Fighter lo pone in una posizione unica per porre fine all'ipersessualizzazione dei personaggi femminili nei giochi di combattimento.

spot_imgspot_img

C’è una storia problematica di giochi di combattimento che sessualizzano i personaggi femminili, e Street Fighter non fa eccezione. Con Street Fighter 6 all’orizzonte, è ora che Capcom abbandoni questa tendenza. Se da un lato l’onere dovrebbe ricadere sulle aziende che producono i giochi, dall’altro è anche responsabilità della comunità dei giochi di combattimento (FGC) far sentire la propria voce.

Cammy è uno dei personaggi più amati e popolari di Street Fighter. È stata una colonna portante della serie fin dall’uscita di Super Street Fighter 2 nel 1993. Combattente temibile e formidabile, è aggraziata e agile ma colpisce come un camion. Ha un carattere educato ma non si lascia ingannare, combatte per ciò in cui crede e si batte per chi ne ha bisogno. Cammy è un personaggio completo che possiede una grande dignità, umanità e umiltà. Tuttavia, nessuno di questi attributi è quello per cui è più conosciuta.

Il design dell’abbigliamento di Cammy è stato a lungo un problema

Per assurdo, la caratteristica principale di Cammy non è la sua personalità o la sua abilità di combattimento: è il suo perizoma. L’abbigliamento tipico di Cammy consiste in un body a collo alto con stivali e guanti militari. È logico che Cammy indossi qualcosa di comodo che le permetta di muoversi liberamente, ma il suo fondoschiena scoperto è un passo eccessivo. È confermata nel roster iniziale di Street Fighter 6 e, a seconda del design aggiornato del personaggio, il trailer di rivelazione di Cammy potrebbe rivelarsi un momento cruciale per il genere.

Le donne hanno il diritto di indossare ciò che vogliono e tutti dovrebbero potersi esprimere in qualsiasi modo, senza essere giudicati o molestati. Cammy sarà anche un personaggio fittizio e non ha la facoltà di scegliere cosa indossare, ma le decisioni che stanno dietro al suo abbigliamento sono molto sospette. È ridicolo pensare che indossare solo un perizoma durante una rissa di strada ad alto rischio, mentre esegue frecce a spirale e schiva palle di fuoco, abbia un qualche senso.

Il design di Cammy è stato deciso da un gruppo di sviluppatori di giochi Capcom, composto per lo più da uomini. Questo lascia un pessimo sapore in bocca e fa sorgere una domanda: quali sono le loro motivazioni? Lo fanno per soddisfare i loro desideri sessuali? È uno scherzo a spese di Cammy? O lo fanno perché pensano erroneamente che sia quello che i fan vogliono? Se la seconda ipotesi è vera, è ora che la FGC faccia capire a Capcom che l’ipersessualizzazione dei personaggi femminili non è accettabile.

Il problema della fisica delle oscillazioni nei giochi di combattimento

Capcom non è l’unico colpevole, ma essendo il nome più famoso e popolare dei giochi di combattimento, ha l’opportunità di influenzare altri sviluppatori in futuro. Dead or Alive è senza dubbio il franchise di giochi di combattimento più noto in termini di ipersessualizzazione dei personaggi femminili. Nel corso della sua storia, il gioco ha abbracciato l’oggettivazione sessuale delle donne, diventandone sinonimo. In alcuni titoli di Dead or Alive, i giocatori inseriscono l’età per determinare il livello di “jiggle physics”, ovvero il livello in cui i seni rimbalzano, ondeggiano e si muovono. Altri giochi della serie si limitano a dare ai giocatori la possibilità di scegliere la quantità di fisica del gingillo che desiderano. Si tratta di un espediente che non solo oggettivizza le donne, ma mina anche la rispettabilità di un franchise di giochi di combattimento altrimenti solido.

Anche altri giochi di combattimento degni di nota, come Soulcalibur e Tekken, oggettivizzano i loro personaggi femminili. Purtroppo, questi sono solo alcuni di un elenco molto lungo. L’ipersessualizzazione dei personaggi femminili nei giochi di combattimento è una tendenza di lunga data e sembra che gli sviluppatori dei giochi la ritengano necessaria per garantire il successo commerciale. Offrendo a Cammy un paio di pantaloni decenti, Capcom non risolverà magicamente questo problema radicato da un giorno all’altro, ma invierà il messaggio ad altri franchise che le cose dovrebbero cambiare. L’uscita di Street Fighter 6 potrebbe passare alla storia come il momento in cui i giochi di combattimento si sono liberati di questo problema.

Il potere degli alleati nella comunità di gioco

La modifica dell’abbigliamento di Cammy in Street Fighter 6 non è paragonabile al suffragio femminile o al movimento #MeToo, ma è comunque importante. La liberazione delle donne assume molte forme, così come l’uguaglianza razziale e i diritti LGBTQ2S+. L’eliminazione della discriminazione e dello sfruttamento richiede il sostegno della maggioranza. La FGC è dominata dagli uomini ed è ora che i fan dei giochi di combattimento chiedano che la loro comunità sia uno spazio accogliente per tutti, indipendentemente da sesso, genere, razza, religione o identità sessuale. La protesta può avvenire in molte forme, quindi i giocatori che vogliono essere coinvolti dovrebbero scrivere lettere agli sviluppatori dei giochi, usare i social media per chiedere un cambiamento, boicottare i giochi che promuovono il sesso e la violenza.

Con l’uscita di Street Fighter 6 che incombe, Capcom ha l’opportunità di incitare al cambiamento. Il gioco è uno dei titoli più attesi e si preannuncia come un classico immediato. In termini di gameplay, grafica e qualità generale, potrebbe essere ricordato come uno dei più grandi e innovativi giochi di combattimento di tutti i tempi, ma ha la possibilità di essere ricordato per qualcosa di molto più importante.

Chiedendo a Capcom di dare un esempio positivo per i giochi di combattimento in futuro, i giocatori possono fare dei passi avanti per garantire che la FGC sia uno spazio accogliente per tutti. C’è molto lavoro da fare per sradicare l’ipersessualizzazione dei personaggi femminili nei giochi di combattimento e nei giochi in generale, ma l’imminente uscita di Street Fighter 6 rende questo il momento perfetto per fare progressi significativi nella giusta direzione. È ora di dire a Capcom di farsi avanti, di prendere posizione e di trattare Cammy con il rispetto che merita.

FONTECB

COMMENTA LA NOTIZIA

1 COMMENT

  1. Dopo aver letto questo articolo c’è da dire un po’ di cose. Prima di tutto Cammy era stata concepita per essere la rivale di Mai Shiranui, la sexy femme fatale della SNK che fin dal suo debutto ha avuto subito successo ed anche se sicuramente non è il primo personaggio decisamente super-sexy di sicuro è tra le prime. Diversamente da Mai la Cammy di Street Fighter ha un background sicuramente meglio elaborato .
    Detto questo per quanto riguarda la sessualizzazione dei personaggi dei videogiochi bisogna tenere presente che almeno l’80% dei personaggi sono sessualizzati, sia i quelli maschili sia quelli femminili. Le modalità sono diverse (fisico e/o aspetto decisamente attraente per i maschili, abiti sexy con della pelle scoperta per i femminili), ma l’obiettivo è sempre quello, essere appetibili per il rispettivo pubblico di riferimento e se per i picchiaduro è vero che la maggior parte dei videogiocatori sono uomini, per le donne ci sono altri generi videoludici di loro preferenza (gli Rpg o le Visual Novel dove ci sono dei maschi veramente belli e lo dico pure io che sono maschio)

    Dopo c’è la questione artistica, chiaro che i personaggi dei videogiochi sono a tutti gli effetti personaggi di fantasia, quindi è facile apparire perfetti ed attraenti, forse anche eccessivamente(dopo ci sono i personaggi grassi o quelli fisicamente alterati, ma in un modo o nell’altro risultano attraenti pure loro seppur in modo diverso) e per questo non bisogna mai ridurre la dimensione artistica su quella reale perché sono due visioni troppo diverse per essere messe a confronto (basta vedere gli abbigliamenti totalmente tamarri e stilosi, ma nella realtà sarebbero un pugno nell’occhio a meno che non lo si faccia per cosplay). Sempre sulla questione artistica realizzare personaggi femminili sexy è come un pittore che realizza dipinti di donne straordinariamente belle come la “Venere” di Botticelli e, parlando di Cammy, non deve apparire strano la presenza di cosplay di Cammy (di cui un paio incontrate dal vivo) e che il personaggio gli piace effettivamente e non lo facevano per avere i “Mi piace” o stupidaggini simili.

    Alla luce di tutto questo coloro che ancora nel 2022 fare ancora i moralisti sui personaggi femminili sessualizzati (e non su quelli maschili) personalmente lo trovo decisamente sciocco oltre che ingigantire la cosa definendo un problema quello che è a tutti gli effetti un non-problema. E’ vero che che personaggi di fantasia vengono ideati avendo in mente un chiaro pubblico di riferimento, ma come già detto prima se ci sono personaggi piacevoli per il pubblico maschile ne esistono altrettanti tanti anche per il pubblico femminile. Poi si la maggioranza dei videogiocatori che giocano ai picchiaduro sono maschi, però esistono in crescita gruppi di appassionati donne di picchiaduro (più in Giappone che in altre parti del mondo, ma meglio di niente) e la FGC sarà la comunità più famosa, ma non è necessariamente la migliore.

    Quindi incoraggio Capcom (ed altre tutte le altre società) a mantenere viva l’iconicità di tutti i loro personaggi senza farsi piegare dall’eccessivo moralismo.

    NB: Da prendere con le pinze, però secondo un leak in Street Fighter 6 Cammy, oltre al nuovo costume, avrà anche il costume classico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

Street Fighter 6: modalità e personaggi, cosa sappiamo fino ad ora?

Street Fighter, una delle serie classiche (e tra le...

Street Fighter 6: ecco le novità presentate all’evo 2022

La prossima evoluzione dell'amatissimo picchiaduro di Capcom è stata...

Street Fighter 6: presentato il trailer gameplay al Summer Game Fest

Annunciato al Summer Game Fest il primo trailer gameplay...

Street Fighter 6: analisi del trailer e considerazioni generali

Quando tre mesi fa Capcom ha rilasciato il teaser...

Street Fighter 6 : sarà presentato al PlayStation State of Play?

‎ La settimana scorsa, Sony rilascia una grande notizia e...

Street Fighter V: annunciato l’update definitivo!

Dopo il clamoroso annuncio di Street Fighter VI, Capcom...

Street Fighter V: Luke entra a far parte del roster del titolo

Luke si aggiunge al roster di Street Fighter V,...

Brawlhalla: è in arrivo il cross-over con Street Fighter

Brawlhalla è picchiaduro platform free-to-play che negli ultimi periodi...
spot_imgspot_img
spot_img

Correlati

Monster Hunter Rise: arriva la collaborazione con Street Fighter

Siamo ormai giunti alla fine di agosto e per...

Street Fighter V Summer Update: arrivano Luke, Oro e Akira!

Annunciato la scorsa notte durante il programma digitale di...

Street Fighter 5: presentato gameplay di Rose

Capcom ha pubblicato un nuovo video in cui ci...

Street Fighter V: in arrivo ad aprile un evento live streaming!

Con l'arrivo della quinta stagione, Capcom ha annunciato l'arrivo...
spot_img