Ant-Man 3: Qual è il legame di Kang con il Regno Quantico?

spot_imgspot_img

Il nuovo trailer di Ant-Man and The Wasp: Quantumania conferma l’arrivo di Kang il Conquistatore come importante villain del Marvel Cinematic Universe. Uno scienziato assetato di potere con la capacità di viaggiare nel tempo, sembra avere il controllo di almeno una parte del Regno Quantico, dove si trovano Scott Lang e i suoi amici. Questo rende il film una pietra miliare piuttosto importante sulla strada per Avengers: The Kang Dynasty del 2025.

All’inizio può sembrare strano che una figura così profondamente legata al multiverso si trovi nel Regno Quantico. I due concetti sono estremamente diversi e, dato che il MCU è in grado di utilizzare la “scienza dei fumetti” per spiegare i suoi vari colpi di scena, il collegamento di Kang al Regno Quantico sembra essere più una questione di tempismo che altro. In realtà, però, è molto in linea con il lessico del franchise. Kang ha bisogno del Regno Quantico per diventare la minaccia che il MCU vuole che sia.

Kang è una variante che usa il viaggio nel tempo per conquistare

Come spiegato in Loki, Stagione 1, Episodio 6, “Per sempre. Sempre”, Kang è una variante di Colui che Resta, uno scienziato che ha scoperto il multiverso e ha combattuto una guerra contro quelle che sostiene essere versioni più sinistre di se stesso. Ha creato la Sacra Linea Temporale, l’universo “centrale” del MCU in cui si svolgono gli episodi privi di varianti del franchise, in parte come modo per impedire a qualsiasi futura variante di se stesso di minacciare la realtà. Sylvie lo uccide alla fine dell’episodio, scatenando il multiverso e portando Kang a prendere il controllo della TVA.

Oltre a questo, ben poco è stato confermato su Kang, almeno sullo schermo. È una variante di Nathaniel Richards, forse un discendente di Reed Richards, il che corrisponde all’identità di Kang nei fumetti, e presumibilmente una delle varianti che Colui che Resta ha combattuto nella sua guerra multiversale. Ha intenzione di governare l’intero multiverso e il suo controllo della TVA è un mezzo per farlo. Oltre a questo e al fatto che usa i viaggi nel tempo per avere un vantaggio sui suoi nemici, non è stato ancora rivelato quasi nulla. In effetti, quasi tutto ciò che il pubblico sa su Kang proviene da Colui che resta, le cui parole potrebbero non essere del tutto affidabili.

Il Regno Quantico è la chiave dei viaggi nel tempo nel MCU


In apparenza, tutto questo non ha nulla a che fare né con Ant-Man né con il Regno Quantico, dove apparentemente si svolge Quantumania. È molto, molto piccolo e le sue qualità meravigliose derivano dal suo status subatomico piuttosto che dalla sua posizione nella linea temporale. Ma è anche ciò che rende possibile il viaggio nel tempo, almeno secondo la logica della scienza dei fumetti del MCU. Il tempo nel Regno Quantico è relativo, come Scott Lang scopre nel periodo tra la fine di Ant-Man and The Wasp e la sua liberazione all’inizio degli eventi di Avengers: Endgame, quando cinque anni sulla Terra passano per lui in sole cinque ore. Con un piccolo aiuto da parte di Tony Stark, i Vendicatori sviluppano un modo per attraversarlo e sono così in grado di mettere a segno il loro “colpo di tempo” per annullare lo schiocco di Thanos.

Questo rende il Regno Quantico assolutamente essenziale per il funzionamento del modus operandi di Kang. Il viaggio nel tempo gli permette non solo di conquistare il passato, ma anche di creare e accedere a nuovi universi varianti, che presumibilmente possono essere saccheggiati a piacimento. (Anche se non è confermato dal canone del MCU, il finale di Agents of S.H.I.E.L.D. stagione 7, episodio 13, “What We’re Fighting For”, conferma la capacità di accedere a universi alternativi in questo modo). Senza un punto d’appoggio stabile nel Regno Quantico, questo diventa molto più complicato, ignorando le regole già stabilite del franchise. Collocare Kang lì diventa non solo possibile, ma necessario.

La versione del Regno Quantico del MCU è in realtà un’amalgama di due concetti dei fumetti: La Zona Quantica e il Microverso. Il quartier generale di Kang a Chronopolis, al di fuori del tempo e che gli permette di viaggiare in qualsiasi periodo storico, potrebbe essere facilmente aggiunto. Il teaser di Quantumania lo suggerisce con le sue vedute di una città senza nome dove Kang sembra stia radunando i suoi eserciti. Lungi dall’essere solo un punto conveniente della linea temporale, potrebbe essere l’unico posto nel MCU in cui lo status del cattivo come vero conquistatore della realtà ha un senso.

Ant-Man and The Wasp: Quantumania uscirà nelle sale il 17 febbraio 2023.

COMMENTA LA NOTIZIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

I Marvel Studios pubblicano la cover della timeline ufficiale del MCU

È stata pubblicata la copertina ufficiale dell'enciclopedia Marvel Studios...

Black Panther: Wakanda Forever mette in mostra i costumi in nomination agli Oscar

Black Panther: Wakanda Forever ha portato i fan dietro...

Thunderbolts della Marvel è in realtà un sequel di Black Widow

Con l'uscita di Ant-Man and the Wasp: Quantumania il...

Black Panther: Wakanda Forever presenta una sorprendente connessione tra Namor e Killmonger

I Marvel Studios hanno recentemente concluso la loro Fase...

She-Hulk: la costumista rivela la sfida più grande della serie Disney+

Quando She-Hulk: Attorney at Law è arrivata su Disney+...

Ant-Man and the Wasp: Quantumania lo sceneggiatore scherza su M.O.D.O.K.

Il prossimo Ant-Man and the Wasp: Quantumania porterà in...
spot_imgspot_img
spot_img

Correlati

spot_img