The Walking Dead: per Norman Reedus “moriranno tutti”

spot_imgspot_img

Chi riposerà in pace nell’episodio finale di The Walking Dead? “Tutti muoiono”, scherza Norman Reedus, che ha già iniziato a girare lo spin-off di Daryl Dixon a Parigi, in Francia. Daryl non è l’unico personaggio confermato dopo la fine della serie madre The Walking Dead. Maggie (Lauren Cohan) e Negan (Jeffrey Dean Morgan) torneranno in The Walking Dead: Dead City, il loro spin-off ambientato a New York City. In seguito vedremo anche il ritorno di Rick Grimes (Andrew Lincoln) e Michonne (Danai Gurira) nella loro serie. Ma il finale di The Walking Dead, intitolato “Rest in Peace”, sarà davvero un finale e spegnerà la longeva serie con il botto.

Ci sono alcuni momenti che sono super tristi. E poi ci sono alcuni momenti che sono tipo, ‘ca— sì, quello è il gruppo!’. Ci saranno persone che urleranno ‘andiamo!’ Ci saranno molte urla di quel genere alla televisione. Siamo andati alla grande negli ultimi otto episodi, quindi c’è molta adrenalina. C’è molta emozione. C’è molta paura. Ci sono tutte le cose che vorresti in un finale, di sicuro.

Ha detto Reedus a EW, aggiungendo inoltre:

Succedono molte cose. Alcuni dei gruppi mostrano un vero coraggio che non ti aspetti, il che è fantastico. E sono grandi set, grandi set cinematografici tosti. E poi tutti muoiono. NO, SCHERZO!

Come hanno fatto per 11 stagioni in 12 anni, i sopravvissuti combatteranno ancora una volta i morti, come gli “scalatori”, le varianti più letali dei camminatori che minacciano di invadere il Commonwealth, e temeranno i vivi, come il governatore Pamela Milton (Laila Robins) ed il suo fedele esercito di soldati.

Con tutto quel pericolo arriva la morte, come suggerisce il titolo inquietante dell’episodio preso in prestito dal volume finale del fumetto del creatore Robert Kirkman: “Rest in Peace”.

Ci sono alcune cose che accadono che saranno davvero, davvero commoventi e parte di questo mondo, come la morte ed una grande sensazione di perdita. Ma, per me, l’esperienza di creare quelle parti di esso è stata sublimemente bella e ha solo migliorato la connessione ed il legame delle persone sopravvissute. Questa è sempre stata quella luce eterna nello show per me: per tutto ciò che si supera insieme, quanto più cementa il tuo senso di missione e il tuo senso di scopo e la forza che tutti abbiamo bisogno di trovare dentro di noi? Perché anche se non sappiamo cosa sia, c’è un motivo per andare avanti.

Queste sono state le parole di Cohan, il quale poi ha continuato:

Penso che sia eccitante perché ci prepara a dove saranno le persone rimaste e dove andranno. Quindi penso che [la showrunner Angela Kang] abbia fatto davvero un buon lavoro sulla realtà del finale di uno show e su come noi lo viviamo attraverso le cose che possono accadere con alcuni personaggi e la linea dell’orizzonte di dove possiamo andare, con le persone che amiamo ancora che sono ancora qui.

L’ultima puntata di The Walking Dead ‘Rest in Peace’ uscira il 21 novembre. Vi sta piacendo la terza parte dell’ultima stagione? Avete grandi aspettative per il finale? Fatecelo sapere con un commento!

COMMENTA LA NOTIZIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

Disney+ e Star: i film e le serie in arrivo a febbraio 2023

Disney+ ha comunicato la lista di tutti i film...

Willow: Ron Howard rivela i piani per la seconda stagione

Ora che la prima stagione di Willow è giunta...

The Walking Dead: Rick & Michonne, Rick sarà il cattivo della serie?

Dopo anni di attesa, Rick Grimes è finalmente tornato...

Tales of the Walking Dead: la seconda stagione è possibile

Proprio come gli zombie, Tales of the Walking Dead...

TWD: Dead City potrebbe incrociarsi con gli altri spin-off di The Walking Dead

Maggie e Negan saranno anche diretti a New York,...

The Walking Dead: perchè gli spin-off sono composti da sei episodi?

Nel 2010, The Walking Dead ha fatto il suo...
spot_imgspot_img
spot_img

Correlati

spot_img