L’attrice di Star Wars Daisy Ridley parla del suo ritorno nel franchise dopo l’ascesa di Skywalker

spot_imgspot_img

Star Wars: L’ascesa di Skywalker ha posto definitivamente fine alla Saga degli Skywalker, una storia estesa raccontata nell’arco di nove film e di una manciata di progetti collegati in altri media. La Saga si è effettivamente conclusa con il nono film del franchise, il terzo con la Rey di Daisy Ridley. Sebbene l’arco narrativo del personaggio abbia chiuso il cerchio nel film, la stessa Ridley è del tutto disponibile a riprendere il ruolo se la Lucasfilm lo desidera.

“Voglio dire, sono aperta a una telefonata”, ha detto l’attore a IMDb all’Acura Festival Village del Sundance. “Sto cercando un impiego!”.

La Saga degli Skywalker è davvero finita?

Tutto fa pensare che Lucasfilm si stia spostando su altri punti della linea temporale di Star Wars. L’offerta dello studio sull’Alta Repubblica è nella sua seconda fase di narrazione attraverso romanzi e fumetti e presto avrà un proprio show in live-action su Disney+.

“(L’Accolito) si colloca proprio ai margini dell’era dell’Alta Repubblica. È un po’ un esperimento per noi, perché non si costruisce all’interno della linea temporale e dell’epoca di Jon (Favreau) e Dave (Filoni). Non sarà necessariamente dove sono le caratteristiche”, ha dichiarato l’anno scorso Kathleen Kennedy, capo della Lucasfilm. “Stiamo entrando in una nuova era con quello che sta facendo [la showrunner] Leslye Headland. Ci sono certamente riflessi di cose che la gente riconoscerà e che avranno una connessione con Star Wars. Ma questa sarà una nuova era della narrazione se riusciremo a stabilire, come abbiamo fatto con The Mandalorian, che funziona e che c’è interesse. Penso che ci sarà”.

Quali sono i prossimi sviluppi del franchise di Star Wars?

La seconda stagione di The Bad Batch è attualmente in onda su Disney+, mentre la terza stagione di The Mandalorian arriverà a marzo. Successivamente, Lucasfilm dovrebbe rilasciare Skeleton Crew e The Acolyte, due ulteriori serie live-action ambientate in punti diversi della linea temporale di Star Wars.

“Beh, abbiamo stabilito ne Il libro di Boba Fett che c’era l’opportunità per il Mandaloriano di essere redento perché aveva trasgredito al Credo togliendosi l’elmo”, ha detto in precedenza il produttore di Mandalorian Jon Favreau a proposito della terza stagione di Mando. “E tra il suo gruppo di Mandaloriani, questa è una cosa che non è permessa. Ora, sappiamo che ci sono altri gruppi di Mandaloriani che hanno regole diverse. In The Clone Wars, abbiamo visto con Dave e anche con il personaggio che ho doppiato che i Mandaloriani sono molto diversi. Quindi questi diversi gruppi si stanno riunendo e noi cercheremo di capire… il punto di congiunzione per tutte queste comunità, ovviamente, è il loro mondo natale da cui sono stati esiliati, che è Mandalore”.

Le prime due stagioni di The Mandalorian sono ora disponibili in streaming su Disney+, mentre la terza stagione debutterà a partire dal 1° marzo.

Cosa pensate? Fatecelo sapere nei commenti. E non dimenticate di iscrivervi al nostro gruppo Facebook dedicato alle serie tv e al cinema.

COMMENTA LA NOTIZIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

POTREBBERO INTERESSARTI:

Star Wars: Daisy Ridley pensa che un ritorno come Rey sarebbe “incredibile”

La Lucasfilm ha avuto una sorta di rinascita con...

Star Wars Visions: Ecco gli studi della seconda stagione

Star Wars Visions è stata la prima avventura dell'amato...

The Mandalorian 3: il nuovo poster e una nuova video featurette

Disney+ ha diffuso una nuova key art e un’emozionante...

Black Panther: Wakanda Forever è ora in streaming su Disney+

Black Panther: Wakanda Forever è arrivato su Disney+, dove...

Indiana Jones: perché Harrison Ford è tornato nel franchise

Nel 2008, Indiana Jones e il Regno del Teschio...

Star Wars: Clone Wars, l’identità segreta del Generale Grievous era quasi [SPOILER]

Il cyborg Generale Grievous, armato di spada laser, è...
spot_imgspot_img
spot_img

Correlati

spot_img